FRAG Pro Shooter, la recensione 0

Partite online veloci, un sistema di progressione alla Clash Royale, tanti personaggi differenti e un ottimo sistema di controllo touch: ecco la nostra recensione di FRAG Pro Shooter.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   12/03/2019

FRAG Pro Shooter è uno sparatutto a base multiplayer che prova a mettere insieme le feature più interessanti e meglio collaudate del panorama competitivo mobile. Si parte dalla formula: sebbene in campo scendano due squadre composte ognuna da cinque personaggi, sono soltanto due gli utenti che le gestiscono, controllando un eroe alla volta e lasciando gli altri all'intelligenza artificiale, con la possibilità però di indirizzarne le azioni in senso offensivo ("attaccate questa torre") o difensivo ("difendete questa torre"). Quando il combattente che pilotiamo viene eliminato, potremo scegliere in quale altro membro del team effettuare il respawn, approfittando di vite infinite.

Le uccisioni fanno punteggio ed esperienza nell'ottica della progressione, ma non contano nell'ambito del match, che termina quando uno dei due partecipanti riesce a totalizzare 1000 punti colpendo le tre basi nemiche a cominciare dalle due laterali. Da questo punto di vista il titolo di Oh BiBi si rifà naturalmente a Clash Royale, ma non si tratta dell'unico aspetto ispirato al blockbuster di Supercell: carte e monete vengono sbloccate aprendo le casse che si guadagnano con ogni vittoria e che possono essere stoccate in quattro slot, con apertura a tempo oppure rapida qualora si voglia spendere un po' di valuta pregiata. Le carte consentono sia di ottenere nuovi personaggi, attingendo a un roster che ne conta oltre quaranta, sia di potenziare quelli già in nostro possesso, divisi per categorie a seconda della specializzazione.

Gameplay e realizzazione tecnica

Il lungo periodo in soft launch ha consentito a FRAG Pro Shooter di costruire una base d'utenza molto ampia ed entusiasta, cosa che rende il matchmaking del gioco particolarmente rapido: si entra in un match nel giro di pochi secondi, un minuto al massimo, e il sistema appare ben bilanciato nell'accoppiare utenti dotati di un grado di esperienza simile. Completato un rapido tutorial iniziale, si può scendere in campo approfittando di un sistema di controllo touch molto ben implementato, con due stick analogici virtuali riposizionabili nella parte sinistra e destra dello schermo, nonché un sistema di fuoco automatico che permette di concentrarsi sui movimenti e sparare nel momento in cui abbiamo un bersaglio nel reticolo di mira.

Ulteriori icone consentono di ricaricare l'arma (il reload è comunque automatico quando terminano le munizioni), mandare un messaggio all'avversario, cambiare la visuale da terza a prima persona e attivare l'abilità speciale. Quest'ultima caratterizza in maniera importante ogni personaggio, ma non si tratta dell'unico tratto distintivo: da un eroe all'altro cambiano anche la classe di appartenenza e dunque l'arma impiegata, che può andare dalle semplici pistole alle mitragliatrici, passando per fucili di vario genere e lanciarazzi. Ogni setup ha punti di forza e di debolezza che riescono a bilanciare molto bene il gameplay, e grazie all'equilibrio del matchmaking vengono evitate situazioni in cui ci si trova ad affrontare avversari molto forti, che hanno potuto potenziare parecchio il loro deck sia con la normale progressione che mettendo mano al portafogli per bruciare le tappe.

Ci sono continui rimandi alla monetizzazione, ma anche volendo rimanere sul gratuito la struttura è ricca. Come nel già citato Clash Royale, a seconda del livello di esperienza è possibile accedere a nuovi scenari, e ce ne sono ben dieci a disposizione: abbastanza per mantenere alto il coinvolgimento per un bel po' di tempo. La realizzazione tecnica si rifà allo stile cartoonesco del classico Team Fortress 2, utilizzando cel shading e proporzioni improbabili per rappresentare protagonisti che tuttavia non possiedono un design stratosferico e anzi spesso scadono nel generico. Il colpo d'occhio, tuttavia, è ottimo e su iPhone X la grafica si muove a 60 frame al secondo stabili tenendo il dettaglio al massimo, anche se la carica della batteria scende molto rapidamente.

Versione testata
iPhone (1.3.3)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

FRAG Pro Shooter è uno sparatutto competitivo perfettamente calibrato per una fruizione rapida, dotato di un ottimo sistema di controllo touch e di una progressione certamente derivativa ma al contempo ben collaudata. I personaggi non vantano uno splendido design ma sono numerosi, ben differenziati per abilità e classi, e possono affrontarsi all'interno di dieci scenari secondo regole molto semplici e tuttavia intrise di una strategia spicciola che può cambiare il corso dei match. Il matchmaking funziona bene, crea partite rapidamente e con un occhio al bilanciamento, dunque c'è davvero poco di cui potersi lamentare: sarà molto interessante vedere come il titolo di Oh BiBi si evolverà nei prossimi mesi, magari tramite l'aggiunta di ulteriori modalità che possano aprire a un approccio cooperativo ed estendere l'esperienza a un maggior numero di partecipanti.

PRO

  • Formula perfetta per i dispositivi mobile
  • Ottimi controlli touch
  • Tanti personaggi, tutti diversi...

CONTRO

  • ...ma il loro design non fa impazzire
  • Diversi elementi ben poco originali
  • Un'unica modalità al momento