Lenovo Legion Y44W, la nostra recensione 3

La nostra recensione del Lenovo Legion Y44W, un monitor ad alto refresh con pannello panoramico da ben 32:10

RECENSIONE di Mattia Armani —   03/09/2019

Indice

Con la recensione del Lenovo Legion Y44W abbiamo messo mano a un monitor da gioco atipico, uno schermo da gioco da 43.4 pollici che punta sulla proporzione 32:10 per garantire il massimo coinvolgimento con un'immagine tanto ampia da abbracciare buona parte dell'arco visivo. Con i suoi 3840x1200 pixel equivale infatti a due monitor da 24 pollici con risoluzione 1920x1200 affiancati, garantendo così una superficie di lavoro ampia e un'esperienza di gioco unica che non rinuncia ai 144Hz, all'HDR, alla profondità del colore 10-bit (8 bit + FRC), alla tecnologia AMD FreeSync 2 e all'audio di qualità, affidato a un altoparlante indipendente Harman Kardon che può essere usato indipendentemente dal monitor ma che, grazie al foro cilindrico al centro, può incastrarsi lungo il sostegno del pannello, diventando parte integrante della base.

Assemblaggio e prestazioni in gioco

Il Legion Y44W è un monitor ingombrante e tutt'altro che leggero nonostante il largo impiego di plastica, base esclusa, che copre anche il sostegno. Ma il peso è senza dubbio giustificato dalle dimensioni e dal fatto che l'alimentatore sia interno, togliendo di mezzo un potenziale fastidio. Risulta inoltre decisamente facile da installare. Per agganciare la base al sostegno c'è l'ormai classica vite a farfalla già pronta da avvitare mentre la piastra in metallo dello stand, fissata a quest'ultimo con un dispositivo cilindrico che garantisce ampie possibilità di orientare il pannello lungo l'asse verticale. si incastra nel retro dello schermo grazie a un meccanismo a scatto piuttosto robusto. L'altoparlante a 360 gradi, invece, si infila semplicemente nel sostegno anche se, come anticipato, può essere utilizzato indipendentemente dal monitor e garantisce una qualità audio elevata, non comune quando si parla di monitor e non di televisori. Ma non è l'unica sorpresa di questo monitor atipico: guardando attentamente il pannello si nota la presenza un inserto a scomparsa, piazzato nella parte bassa, che permette di estrarre con una leggera pressione un dock dotato di due porte USB 3.0 e di ingresso per il jack audio, più comodo da raggiungere rispetto al resto della connettività posta, come di consueto, sul retro del pannello, sotto a un rigonfiamento che ospita l'avanzato hardware del Legion.

Qui troviamo due porte HDMI 2.0, una DisplayPort 1.4, una porta USB 3.1 Type-C Gen 1 e una Type C Gen 2, accompagnate da tutti i cavi necessari per sfruttarle. Ma quello che più conta, ovviamente, succede tutto sullo schermo. Il pannello WLED del Legion Y44 è di tipo VA e vanta quindi un contrasto elevato combinato con una luminescenza di 380-nits con un picco massimo di 450-nits, sufficiente a garantire una buona luminosità anche utilizzando l'HDR. Certo, la certificazione è limitata al VESA 400, ma garantisce comunque un qualcosa in più che fa il paio con un'eccellente copertura del 99% dello spazio di colore sRGB. Il risultato è un'immagine vivida, dai colori vivaci, definita e piacevole, priva di backlight bleeding evidente o di artefatti visivi marcati, e questo anche con test particolarmente aggressivi o con giochi frenetici come FPS competitivi o simulatori di guida. Un leggero ghosting, quando la velocità delle immagini accelera sensibilmente, si intravede, ma si tratta di un'inezia di fronte a un input lag senza dubbio buono, sufficiente a compensare i 4 millisecondi dichiarati di tempo di risposta che come sappiamo sono solo una parte dell'equazione.

Immagine panoramica, altoparlante dedicato e funzionalità

I fattori che rendono questo monitor Lenovo speciale sono innumerevoli e includono anche il supporto per la sincronizzazione AMD FreeSync 2, funzionante anche con framerate limitati grazie all'intervallo più ampio rispetto all'incarnazione precedente, e la compatibilità con la tecnologia G-Sync che permette di sfruttare al massimo il Legion Y44W con tutte le schede video in circolazione. Non male anche se parliamo comunque di un prodotto costoso, venduto direttamente da Lenovo a 1199 euro. Ma come anticipato la dotazione è peculiare e include un altoparlante a 360 dalla qualità elevata. La potenza, va detto, è limitata, ma la profondità e la definizione del suono sono superiori rispetto alla media sia dei monitor che dei portatili, anche di fascia elevata. Da notare, inoltre, la cornice piuttosto sottile e il fatto che la curvatura si adatti decisamente bene a un pannello del genere, avvolgendo interamente lo sguardo. Potrebbe non sposarsi perfettamente, però, con ogni tipologia di gioco. Con gli FPS, per esempio, ci regala una visione periferica ampia, utile per non essere aggirati troppo facilmente, ma rende senza dubbio più difficile mirare.

In ogni caso, cosa più importante, il rapporto 32:10 gode di un supporto sorprendentemente ampio, inferiore al più diffuso 21:9, e può essere sfruttato a pieno anche laddove questo non c'è. Prevedibilmente, visto il formato e il prezzo, il Legion Y44W gode delle funzioni Picture in Picture e Picture by Picture, consentendoci di mostrare due fonti a 16:9, contemporaneamente, anche a schermo pieno. Adatto al multitasking estremo, dunque, benché non certo perfetto. Da una parte c'è l'HDR limitato e dall'altra la scelta di vincolare la navigazione dell'OSD ai tasti. Con un po' di pratica i limiti evidenti rispetto all'ormai più diffuso stick possono essere superati, ma avremmo preferito evitare la fatica. In ogni caso, una volta presa la mano, eccoci alle prese con tutti i parametri che ci aspettiamo in un monitor da gioco, a partire dall'overdrive, necessario per ottenere i summenzionati 4 millisecondi di risposta, affiancato ad funzioni utili come il contrasto dinamico, il filtro defaticante Blue Light e diversi preset che, tarati piuttosto bene, permettono di adattare le impostazioni del monitor alla modalità di visione del momento, sia essa un gioco oppure un video.

Prezzo
1199,00 €
Multiplayer.it

8.4

Scegliere il Lenovo Y44W significa scegliere un monitor da gioco curvo che restituisce panorami mozzafiato in gioco, garantendo refresh elevato e tempo di risposta discreto, ma significa anche puntare su uno schermo adatto a lavorare grazie al particolare rapporto 32:10 abbinato a una diagonale da 43.4. Certo, l'HDR è limitato, il prezzo di 1199 euro non è certo popolare e c'è il timore di riscontrare qualche problema di supporto con un formato così peculiare, anche se durante i nostri test non abbiamo avuto problemi pur provando diversi videogiochi, compreso il tutt'altro che rifinito Apex Legends.

PRO

  • Qualità dell'immagine ottima, luminosità elevata e tempo di risposta buono
  • Abbraccia interamente la visuale
  • Sia FreeSync che G-Sync, con altoparlante di qualità incluso nel prezzo...

CONTRO

  • ...che risulta però piuttosto elevato considerando anche una densità di pixel tutt'altro che estrema
  • Supporto HDR limitato
  • Il formato atipico può andare incontro a qualche problema di supporto

#Hardware PC

Hardware PC