La soluzione di Pikmin 3

Manuale di addestramento per Pikmin multicolore.

SOLUZIONE di Claudio Magistrelli   —   23/09/2013
1

Attenzione

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, quindi potrebbero esserci differenze da quella italiana.

Nei panni di Charlie

Sbalzato fuori dalla propria astronave e solo in un campo innevato, a Charlie non resta che incamminarsi verso quei grossi funghi che scorgete sulla sinistra. Lì vi imbattete in un gruppo di Pikmin: fate pratica col fischietto radunandoli e guidateli nei dintorni. Aggiungete alla vostra truppa anche il gruppetto di Pikmin notato ad inizio livello e dirigetevi verso i funghi. Scagliate i Pikmin contro i funghi per aprire la strada, poi contro i nemici all'interno della grotta prima che sopraggiunga il buio.

Il destino di Alph

Al risveglio, fate seguire ad Alph i Pikmin fino alla cipolla. Dopo aver letto le spiegazioni a video, lanciate i Pikmin verso i cocci, in modo che assemblino il ponte con cui potrete infine raggiungere il KopPad. Ora dedicatevi alla raccolta dei fiori per far generare alla cipolla altri Pikmin con cui spingere la scatola di cartone (avrete bisogno di almeno 20 unità), dietro la quale si trova una Data Card. Per ultima cosa, entrate nella caverna e fate abbattere ai Pikmin il castello di sabbia.

Il Giardino della speranza

L'approdo in quest'area segna l'inizio del secondo giorno: da questo momento dovrete pensare anche a recuperare frutti per garantirvi la sopravvivenza. Per prima cosa, ad ogni modo, adunate i vostri Pikmin rossi e raccogliete qualche fiore per ampliare le fila della vostra truppa. Dopodichè fate sì che i Pikmin raccolgano i cocci per iniziare a costruire il ponte, mentre altri abbattono il muro di sabbia dietro cui si celano i cocci mancanti. Dopo aver messo insieme il ponte recuperando così la data Card, attaccate il Bulborb concentrandovi sui suoi occhi per massimizzare i danni. Vi accorgerete presto che per ora non potrete abbattere le barriere elettrificate, quindi dirottate le vostre attenzioni sul muro di sabbia ed avanzate fino a scorgere Brittany. Purtroppo per ora dovrete lasciarla al suo destino, le pareti di vetro sono un ostacolo momentaneamente insormontabile. Lanciate qualche Pikmin verso la fragola dunque, poi dirottate il resto della truppa dentro la grotta dove attaccando il nemico volante potete liberare dei Pikmin di roccia con cui infrangere i cristalli e ottenere un'altra cipolla.

La soluzione di Pikmin 3

Sulla strada del ritorno i Pikmin di roccia possono infrangere la parete di vetro e liberare Brittany. Ora, dopo aver familiarizzato con lo switch tra i due personaggi, mettete subito in pratica quanto appreso: lanciate Brittany oltre il margine sopraelevato insieme ad alcuni Pikmin, quindi nei panni della ragazza scagliate i Pikmin verso il limone. Prima che cali il sole, se vi rimane tempo, completate il sentiero che si interrompe a causa del ponte incompleto che vi permette di tornare più velocemente al campo. Lì nei dintorni si trova anche un altro frutto, ma probabilmente dovrete pensarci in un altro momento.

Il primo boss

Iniziate la nuova giornata infrangendo la barriera di vetro vicino alla nave e proseguendo in quella direzione. Oltre, trovate alcuni nemici che sputano fiamme. Attaccateli alle spalle e qualora i vostri Pikmin vengano bruciacchiati, ricordatevi di adunarli usando il fischietto per evitare il peggio. Il sentiero si ferma davanti a un ruscello: lanciate Brittany insieme a un buon numero di Pikmin sull'altra sponda di modo che possano raccogliere rapidamente i due gruppi di cocci e allestire il ponte. Dopo aver abbattuto un muro di sabbia, entrerete infine nell'area dello scontro. La chiave per vincere la battaglia contro questa grossa bestia munita di carapace consiste nel mantenere saldo e unito il vostro gruppo di Pikmin in qualunque situazione. Per abbattere il nemico concentratevi sull'area della sua testa, lasciando inizialmente che siano i Pikmin roccia a infrangere la sua armatura per poi dispiegare i Pikmin rossi nell'attacco al corpo molle ormai scoperto fino alla vittoria finale. A seconda del tempo che vi rimarrà a disposizione potrete decidere di recuperare subito la sua carcassa e gli oggetti che il mostro rigurgita, o completare la pulizia dell'area in un secondo momento.

l giardino della speranza – seconda parte

Per prima cosa, ripulite l'area dei resti del boss e degli oggetti, trasportando al sicuro il telefono. Dopodichè abbattete il muro di sabbia vicino al ponte blu e avvicinatevi alla carrucola improvvisata con delle lattine. Lanciate Brittany e un gruppetto di Pikmin sulla latta a sinistra, poi un gruppo più numeroso a destra: fate il contrario per far sì che il primo gruppo riesca a raggiungere il limone e tornate infine alla vostra nave.

La tundra ghiacciata

Nella fase iniziale di questa giornata che si svolge all'interno della caverna, avrete modo di abituarvi all'uso dei Pikmin gialli in tutta tranquillità senza l'incombenza del timer. Usateli per collegare i circuiti e illuminare l'area, risvegliando così i fiori e la cipolla. Sfruttate il tempo illimitato per raccogliere ogni fiore nei paraggi, grazie anche alla maggior distanza a cui è possibile lanciare questa tipologia di Pikmin, e collezionare così un gruppo di 25 Pikmin gialli. Fatto ciò potete lanciarvi giù lungo la lastra ghiaccio, ma fate attenzione: all'esterno sarete di nuovo sottoposti all'inesorabile scorrere del tempo.
Dopo esservi occupati dei nemici volanti a destra, dovrete separare il vostro gruppo: 12 Pikmin gialli andranno con Alph oltre il torrente, gli altri saranno impegnati ad abbattere la barriera elettrificata. Mentre ciò avviene, passate in controllo di Alph e lanciate a Brittany una manciata di Pikmin di roccia e rossi, utili per abbattere la barriera che impedisce l'accesso alle mattonelle all'interno del vaso. Appena possibile, organizzate un gruppetto per scalare il sentiero oltre la barriera elettrica abbattuta e raccogliere altre mattonelle. Uccidete il Bullborb se vi dà fastidio, ma ignorate il suo cadavere a meno che non abbiate un sacco di tempo da perdere.
Fate quindi ritorno alla cipolla con l'intero gruppone. Lì incaricate i gialli di occuparsi della barriera elettrica poco distante, mentre gli altri scavano il tunnel ostruito dalla neve e infrangono la barriera sul lato opposto del cunicolo. Usate quindi i Pikmin rossi per combattere i nemici in fiamme, mentre gli altri si occupano della frutta e delle mattone. Ora il ponte dovrebbe essere completo. Sfruttate quindi il passaggio aperto dai gialli abbattendo la barriera e fate ritorno alla cipolla, raccogliendo eventualmente i cadaveri nei dintorni se ce ne fosse il tempo.
Il duro lavoro della giornata precedente servirà a godere di maggiore tranquillità durante l'esplorazione della restante parte della tundra nella giornata successiva. Raccogliete per prima cosa la ciliegia dal tunnel vicino alla base, poi attraversate il ponte e addentratevi nella grotta. Lì distruggendo i cristalli potrete rivelare e raccogliere un altro frutto. Proseguite poi verso nord-est e, dopo aver abbattuto alcuni nemici, sfruttate il lancio dei Pikmin gialli per raccogliere un frutto giallo che ciondola da un albero.

La soluzione di Pikmin 3

Lanciate poi un gruppo di una ventina di Pikmin sull'altopiano. Lì spingendo una palla metallica potranno rivelare l'accesso a una grotta. All'interno lasciate che i Pikmin rossi si occupino dei nemici in fiamme, mentre quelli gialli riattivano l'elettricità. La luce farà sbocciare dei grossi fiori che potranno essere usati come piattaforme per arrivare al frutto in alto.

Boss fight nella tundra

Con ogni probabilità, le azioni suggerite nel capitolo precedente sono state portate a termine a ridosso del calar del sole. Alla partenza di una nuova giornata dunque radunate un gruppo di Pikmin suddiviso in egual misura tra quelli a vostra disposizione e tornate alla grotta scoperta sul finire della giornata precedente, usando i Pikmin roccia per aprirvi un nuovo varco. Andando a sinistra al bivio vi ritrovate all'interno di un'altra grotta. Evitate i predatori muovendovi nelle aree illuminate e usate il nettare che ricaverete dai nemici per far sviluppare i Pikmin. Attivando l'ultimo collegamento vedrete allontanarsi un grosso essere alato. Approfittate della tranquillità e mandate una squadra di Pikmin su per il rametto a raggiungere i chicchi d'uva. Continuate ad illuminare l'ambiente attraverso il lavoro dei Pikmin gialli, mentre quelli rossi e roccia tengono a bada i cuccioli di Phosbat: è questo il nome dell'essere socrto in precedenza. Questo si presenterà per un breve istante al suolo: scagliategli addosso i vostri Pikmin, poi rifugiatevi sotto una luce quando la bestia si scuoterà per riprendere il volo. Riprendete i lavori e lanciate Brittany insieme a una delegazione di Pikmin gialli sul dislivello per alimentare un altro circuito. Il passo successivo è la costruzione del ponte, possibile grazie alle mattonelle che si trovano su un'altura raggiungibile allungando un bastoncino su cui i Pikmin si inerpicheranno in fila indiana. Valutate voi se questa sarà l'ultima azione della giornata o la prima della successiva. Le mattonelle necessarie per completare l'opera si trovano dentro un blocco di cristallo sul lato opposto.
Ad ogni modo, dopo aver attraversato il ponte potrete finalmente alimentare la grossa batteria ed illuminare l'intera area, dando così il via al boss fight. Il bestione proverà a risucchiare i vostri fidi aiutanti, perciò cercate di mantenere il vostro gruppo lontano dalle sue fauci. Avrete tre finestre d'attacco. Mentre vola, scagliategli contro i Pikmin gialli, quando si adagia sul bordo della caverna o atterra al suolo bersagliatelo invece con i Pikmin roccia e rossi. Al termine dello scontro il capitano Charlie si riunirà ai suoi due assistenti. Di ritorno verso il campo base usate una decina di Pikmin per spostare il sacchetto di carta, mentre gli altri trasportano le spoglie del Phosbat e i cadaveri dei nemici uccisi lungo la strada.

Pulizie nella Tundra

Prima di passare a un'altra ambientazione, è bene raccogliere gli ultimi oggetti rimasti nella tundra gelata. Dirigetevi a nord, vicino al punto da cui siete riemersi dalla grotta. Vedete quella sorta di fungo? In realtà è un trampolino: lanciateci sopra uno dei tre personaggi e alcuni Pikmin per recuperare il fischietto posto sull'altura, con cui potrete ordinare al vostro gruppo una rapida schivata. Dopodichè non resta che recuperare altri chicchi, posti a breve distanza dal fischietto, e l'altro frutto sul ceppo di un albero, per raggiungere il quale però dovrete sgomberare la strada da alcuni nemici. Se vi avanzano Pikmin assegnate loro il compito di raccogliere le bacche rosse da cui non ricavate nutrimento, ma un liquido energizzante piuttosto utile nelle fasi più concitate.

Un salto ai tropici

Ora che non vi resta altro da fare nella tundra, dedicatevi all'esplorazione dell'altra area presente sulla mappa, caratterizzata da un clima decisamente più dolce. Abbattete subito il muro di sabbia che si erige vicino alla zona dell'atterraggio ed eliminate il Bullbord che si nascondeva alle sue spalle. Lì vicino non fatevi sfuggire un frutto semi sotterrato. Notate inoltre delle piccole montagnette di terra al cui interno si trovano dei sassi-bomba: maneggiateli con attenzione per evitare vittime accidentali e usateli per abbattere la barriera composta da pietre. Proseguite oltre il varco appena aperto e scagliate due capitani insieme ad alcuni Pikmin oltre il ponte interrotto.

La soluzione di Pikmin 3

Incaricate alcuni Pikmin della raccolta delle mattonelle, mentre altri abbattono il muro di sabbia. Radunate poi le truppe e proseguite sul sentiero a sinistra del muro appena abbattuto per raccogliere la Metal Suit Z Armor.
Proteggete i Pikmin che trasportano l'armatura mantenendoli al riparo dalle diverse bestie lungo il tragitto, e tenete gli occhi aperti per scorgere un frutto penzolante. Quando il ponte sarà concluso ricongiungete i tre capitani e muovetevi con l'intero gruppo attraverso la strettoia verso il sacchetto di carta: spingendolo vi creerete una scorciatoia verso il campo, facilitandovi le operazioni future. A destra invece potete imboccare il percorso verso il boss dell'area. Lo scontro sarà lungo, perciò per oggi chiudete le operazioni e riportate le truppe alla base.

Il verme del deserto

Seguite la strada indicata alla fine del precedente paragrafo e preparatevi ad affrontare un grosso vermone che si muove sotto la sabbia. Mantenetevi in movimento ed allontanatevi immediatamente dalla posizione da cui lo vedete riemergere per evitare che i vostri Pikmin vengano risucchiati in un vortice sotterraneo. Sfruttate poi il nuovo fischietto per scansare le palle di sabbia che vi lancia contro: qualora i vostri Pikmin vengano colpiti dovrete liberarli col fischietto. Ci sono due modi per abbattere il vermone. Potete usare un esercito di Pikmin rossi, magari potenziati grazie al nettare energizzante, e scagliarli contro al nemico mentre questo si erige fuori dalla sabbia. In alternativa potete lanciare dei sassi-bomba tra le fauci del verme mentre questo crea un vortice risucchiando la sabbia. Raccogliete infine le parti del suo enorme corpo, i pezzi d'anguria e il cellulare prima di fare ritorno al campo.

Pulizie ai tropici

Dopo aver abbattuto la barriera a nord, proseguite lungo il sentiero appena scoperto, portando con voi alcuni sassi-bomba raccolti per strada. Passate sotto la cascata e raccogliete del nettare mentre avanzate verso un'altra barriera. Usando i sassi bomba guadagnate dunque accesso a un'area più ampia: lì incaricate alcuni Pikmin della raccolta delle mattonelle mentre altri scaveranno la montagnetta di terra per scovare quelle mancanti. Raccogliete infine il frutto oltre il ponte quindi radunate le truppe e fate ritorno alla base.

Il fiume Twilight

Muovete il vostro gruppo verso il fiume e saltate sulla prima foglia galleggiante di passaggio, scendendo alla prima fermata. Vi trovate di fronte un cristallo che, una volta infranto, rivela un primo mucchietto di piastrelle utili a costruire il ponte. Mentre i Pikmin le portano in posizione utilizzate altri Pikmin gialli per distruggere la barriera elettrica, oltre la quale dovrete occuparvi per prima cosa di una bestiola piuttosto aggressiva. Poco oltre si trova un secondo mucchietto di mattonelle. Nel frattempo lanciate un capitano e alcuni Pimmin roccia sul bordo oltre la pozza d'acqua per scovare un frutto all'interno di un cristallo. Tornate quindi indietro seguendo il fiume fino a incontrare uno strano pesce che fluttua nell'aria gonfiandosi. Lì vicino si trova una grotta: entrate e incaricate i Pikmin gialli dell'alimentazione della lampada. La luce farà sbocciare dei fiori utilizzabili come una passerella che conduce all'ultimo blocco di mattonelle.
Ora che il ponte è completato attraversatelo con un gruppo composto da una cinquantina di Pikmin, tra cui dovranno abbondare i Pikmin roccia. Vi troverete di fronte a una cipolla imprigionata in una ragnatela: abbattete il ragno e liberate così la cipolla, rivelando la presenza di un Pikmin alato. Usate subito la carcassa del ragno per generarne altri, mentre il singolo Pikmin alato estrae i ciuffi che sporgono dal terreno. Quando avrete abbastanza Pikmin sollevate il rametto che blocca il flusso della corrente per aprire un nuovo passaggio alle foglie che si muovono sull'acqua. A breve distanza, vicino ai sassi che costeggiano il fiume si trova un frutto. Attraversate il fiume dopo averlo raccolto e arrivate nella zona della scatola di pomodori: lì estraete dal suolo un frutto e alcuni sassi esplosivi che userete per distruggere la barriera che vi separa dal punto di raccolta. Navigate quindi sulla foglia galleggiante e scendete nei pressi del ragno, quindi spingete la busta di carta per creare un'altra via d'accesso alla vostra navetta.
Una volta aperto il passaggio, fate ritorno al ragno visto poco fa (o nella giornata precedente) ed eliminatelo, poi attraversate il fiume sulla sinistra, circumnavigate sulla destra il ponte per ora incompleto e giungete infine nei pressi di alcune canne di bambù. Alle loro spalle degli esseri voraci dormono, perciò muovetevi con attenzione. Alimentate il collegamento elettrico usando i Pikmin gialli, dopo di che raccogliete il frutto e sgattaiolate via. Tornate poi sul posto con dei sassi esplosivi ed usateli per eliminare subito almeno due delle creature nemiche, quindi stendete anche la terza e riportate alla cipolla i loro cadaveri mentre i Pikmin gialli si occupano della barriera elettrificata poco distante. A questo punto sarà il caso, con ogni probabilità, di tornare al campo per evitare le tenebre.
Al risveglio risalite la scatola di cartone vicino al punto di atterraggio, attraversate il fiume, salite sulla foglia e scendete alla prima fermata sulla riva opposta. Affrontate i nemici volanti con i Pikmin alati, poi incaricate quest'ultimi di sorvolare la pozza d'acqua e recuperare le piastrelle.

La soluzione di Pikmin 3

Nel frattempo abbattete il muro di sabbia e recuperate le cartellette alle sue spalle: attenzione, sotto la prima si trovano dei nemici, mentre la seconda nasconde altre mattonelle. Prima di procedere al recupero però uccidete il ragno lì vicino per evitare che intercetti i vostri Pikmin. Usando poi un paio di capitani conducete un gruppo di Pikmin, roccia e alati, fin sopra al mattone sfruttando il fungo. I Pikmin roccia serviranno ad distruggere il cristallo che nasconde un frutto e uccidere il ragno, mentre quelli alati per arrivare ad altre mattonelle poste sopra un tronco. Fate infine ritorno alla base e attendete una nuova alba.

Mini boss e boss del fiume

Ripartiti con l'avventura dirigetevi al ponte di mattonelle rosse, oltrepassate la barriera elettrificata e svoltate a sinistra. Lì vi imbattete in un mini boss: una sorta di gallinaccia il cui lungo collo sporge dal suolo. Concentratevi con i Pikmin roccia sul collo e ve ne libererete facilmente. Spostate quindi la borsa di carta per creare una nuova via verso il campo.
Dopo aver allestito un gruppo di cento Pikmin, privilegiando quelli alati (almeno 40) e quelli roccia, tornate al ponte rosso e procedete fino all'area del boss fight. Il vostro avversario è una sorta di calabrone protetto da uno sciame di altri esseri volanti. Evitate i suoi attacchi ed attendete il momento in cui i suoi aiutanti non sono in formazione davanti a lui, quindi attaccatelo con Pikmin gialli e alati che lo trascineranno al suolo, dove quelli roccia potranno infierire e stenderlo. Dovrete ripetere questa sequenza tre o quattro volte, alternandola a fughe precipitose dagli attacchi dei piccoli esseri volanti.

Pulizie al fiume

Come sempre accade dopo uno scontro con un boss, la giornata successiva è dedicata alla raccolta degli oggetti rimanenti, in particolare i frutti e il corpo del boss eliminato rimasti intatti nella zona della battaglia.

Ritorno al giardino della speranza

La giornata inizia con una brutta notizia: le vostre scorte sono state rubate! Dovete assolutamente raccogliere nuova frutta. Allestite un gruppo di 60 Pikmin (eh sì, un nuovo tipo sta per aggiungersi alla vostra truppa) equamente diviso tra i diversi tipi a disposizione e proseguite lungo il sentiero indicato da Brittany fino alla cipolla mezza interrata. Estraetela usando i Pikmin alati per rivelare un Pikmin blu capace di nuotare. Raccogliete i fiori per rinfoltire le loro fila, dopodichè incaricate quest'ultima tipologia di Pikmin del recupero delle mattonelle sott'acqua mentre gli altri pensano a quelle a terra. Con i Pikmin blu percorrete il sentiero sotto il fiume e attendete che gli altri spostino la latta per arrivare al frutto, mentre quelli a terra attraversano il fiume e si occupano delle creature che attaccano usando le bolle. A questo punto il contingente di terra può spostare la latta, liberando la strada ai compagni blu, e distruggere il cristallo che contiene un altro frutto. Per sgomberare il passaggio, ad ogni modo, dei Pikmin alati dovranno alzare il cancello di bambù.
All'alba di un nuovo giorno organizzate un gruppo di Pikmin blu, accompagnati da alcuni esemplari alati, e attraversate il fiume alla sinistra del ponte rosso. Seguendo il muretto dovreste trovarvi sulla sinistra una salita che conduce a una assetta: all'interno di questa c'è un frutto che può essere raccolto dai Pikmin alati. Portate quindi i Pikmin non impegnati nel trasporto in acqua e fateli passare all'interno di un tunnel. All'uscita trovate alcune mattonelle blu, e un miniboss, una versione brutta di un'aragosta. Cercate di attaccare i suoi occhi senza mai sostare di fronte alla bestia per evitare le sue cariche: quando l'animale rotolerà sulla schiena attaccate il suo ventre scoperto. Mentre fate ritorno alla base con il cadavere distruggete il muro di sabbia per accorciare la gita. Come avrete notato, le mattonelle servono a costruire una sorta di vaso da cui potrete raggiungere l'isola centrale, ma per completare l'opera avrete bisogno di altri pezzi.
L'occasione giusta arriva il giorno seguente. Abbattete il muro di sabbia vicino alla torre parzialmente costruita e recuperate le mattonelle che giacciono in un angolo. Ora il vaso rovesciato vi consente di trasportare la truppa sull'isola centrale: assicuratevi di avere con voi un buon numero di Pikmin roccia. Lì, dopo aver eliminato un granchio, potete raccogliere un'annotazione segreta e alcune piastrelle, nascoste in realtà dentro dei cristalli, con cui costruire un ponte. Le piastrelle mancanti al completamento del passaggio si trovano sull'altro lato del ponte, oltre uno stretto passaggio. Quando il ponte sarà terminato preparatevi a un'altra boss fight.

Quaggled Mireclops

Questo paragrafo prende il nome dal grosso boss che vi troverete ad affrontare in una delle battaglie più divertenti del gioco. Iniziate allestendo un gruppo composto da Pikmin rossi e blu, insieme a una decina di roccia. Distruggete dunque il cristallo al centro dell'isola per scoprire che l'intera isola è il boss, un essere vivente munito di zampe. Mantenetevi ai bordi dell'isola, lanciando i Pikmin blu su ciascun piede. Ovviamente il mostro scuoterà le zampe spargendo in giro i vostri Pikmin che dovrete essere rapidi a raggruppare. Quando la bestia crolla, tornate al cristallo e lanciateci contro altri Pikmin roccia.

La soluzione di Pikmin 3

Mantenetevi al centro, sfuggendo alla sua lingua, fino a distruggere il cristallo e rivelare la ghianda, che dovrà ovviamente divenire l'obiettivo dei vostri attacchi, resi più intensi dal nettare energizzante con cui è consigliabile dopare i Pikmin. Ogni volta che la bestia vi farà cadere, attendete il momento giusto per arrampicarvi di nuovo sul picciolo della ghianda per infierire coi vostri attacchi. Ripetete questa sequenza tre o quattro volte fino ad abbattere il vostro avversario.

La quercia

Quest'area finale è piuttosto labirintica, perciò rassegnatevi all'idea che ci vorrà qualche tempo ad orientarvi. Per prima cosa, allestite un gruppo ben amalgamato di Pikmin per liberare Olimar, lasciando che una divisione attacchi il blob mentre altri - possibilmente blu e alati - recuperano il corpo indebolito di Olimar. Muovetevi in fretta, inseguiti dal blob, all'interno della grotta. Superate il blocco di cemento sulla destra e procedete oltre l'ampia stanza assolata verso il tunnel sul lato opposto. Al bivio andate a sinistra, occupatevi dei Bullborb il più rapidamente possibile, poi preparatevi a distruggere quanto prima le due barriere che vi attendono oltre, una di sabbia e una di vetro sulla sinistra. Nella stanza seguente, che pullula di nemici, abbracciate il muro sulla destra fino al primo tunnel, evitando tutti gli scontri non strettamente necessari. Questo passaggio vi riporta alla stanza dei Bullborb: continuate, raccogliendo tre sassi bomba e ripetete il percorso, ma questa volta deviate verso il tunnel che conduce alla barriera in cemento vista all'inizio. Abbattetela con le tre bombe e procedete fino a un cristallo: dopo averlo distrutto accedete a un'altra ampia area soleggiata. Ignorate le barriere e imboccate il tunnel a sinistra. Vi ritrovate in una grotta oscura: seguite il percorso debolmente illuminato e prendete il sentiero inferiore, mantenetevi alla destra della pozza d'acqua, e raccogliete le piastrelle, quindi abbattete un muro di sabbia per proseguire lungo il sentiero che ora si inclina. Raccogliete altre mattonelle prima di passare attraverso lo stretto passaggio composta da radici a lato dell'acqua per arrivare a un circuito che i Pikmin gialli possono attivare. Grazie alla luce i fiori vicino al ponte sbocceranno.
Imboccate dunque lo stretto passaggio vicino al punto d'ingresso nella grotta (con ogni probabilità dovrete ripartire da questo punto in una nuova giornata) per salire, percorrete il ponte e usate i fiori per arrivare alla piattaforma da cui potrete lanciare alcuni Pikmin gialli sull'altra sponda dove potranno attivare il circuito. Illuminata totalmente la grotta i fiori sboccati consentono l'accesso ad ogni area del piano superiore della grotta. Percorrete quindi il ponte di fiori e abbattete la barriera di sabbia per tornare finalmente all'esterno.

La fine

Il mostro di blob ora ha assunto una forma umanoide e vi attacca, scagliandovi contro parti del suo corpo che lentamente si ricongiungeranno con il tronco. Concentratevi o sulle estremità che vi scaglia contro o sul suo tronco, finché a causa dei danni subiti ciò che rimane dell'essere spiccherà il volo. Attaccatelo ora con i Pikmin alati per riportarlo al suolo. A quel punto lo scontro riprenderà secondo le dinamiche iniziali. La battaglia sarà lunga, e probabilmente avrete bisogno di ricorrere a un'altra infornata di Pikmin alla cipolla. Tenete duro e seguite le linee guida descritte qui sopra per conquistare finalmente il finale del gioco.
Congratulazioni, avete finito Pikmin 3!

Video della soluzione - Prima parte