La soluzione di Brothers: A Tale of Two Sons

Multiplayer.it guida due fratellini alla scoperta di tutti gli obiettivi.

SOLUZIONE di Claudio Magistrelli   —   17/10/2013
3

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco per Xbox 360, potrebbero dunque esserci divergenze rispetto ad altre versioni.

Il villaggio

Lasciate che entrambi i fratelli parlino con la vecchia signora che incontrano lungo il cammino, dopodichè preparatevi a fare conoscenza di una bambina intenta a giocare con una mazza. Rubate la mazza alla bambina e scagliatela nel vicino pozzo per sbloccare un nuovo obiettivo. Più avanti la strada si divide in due vie. Per procedere con la storia dovrete svoltare a sinistra, tuttavia se avete tempo concedetevi una deviazione sull'altro sentiero per imbattervi in un uomo che suona l'arpa. Entrambi i fratelli proveranno a cimentarsi a turno con lo strumento, ma i risultati saranno decisamente diversi. Poco più in là potreste anche ascoltare gli strani racconti di un ubriaco nel caso abbiate voglia di perdere un pò di tempo.
Ad ogni modo, imboccate la diramazione a sinistra per ritrovarvi di fronte a un cane rabbioso. Uno dei due fratelli deve trovare il modo di distrarre l'animale consentendo così all'altro di passare: ma come? Intanto assicuratevi che entrambi siano fuori portata, per evitare la conclusione prematura dell'avventura, dopodichè usate LT o RT (a seconda del fratello che volete utilizzare) per attirare l'attenzione dell'animale consentendo a uno de due fratelli di allontanarsi. A questo punto, quello che è riuscito ad allontanarsi deve incaricarsi della distrazione dell'animale per concedere anche all'altro di passare senza pericoli. Quando entrambi i fratelli avranno attraversato il campo, si troveranno di fronte un fiumiciattolo, nelle cui acque volendo possono trovare una fonte di ristoro. Le rocce di fronte a loro costituiscono l'unico percorso possibile, dunque fateli muovere in quella direzione.

La soluzione di Brothers: A Tale of Two Sons

Notate sulla destra la presenza di una gabbietta che contiene un uccellino: avvicinate il fratello minore alla gabbia e fate sì che il ragazzo la apra, consentendo all'animale ora libero di alzarsi in volo. Anche se ora questa azione pare senza senso, tra qualche capitolo incontrerete un'altra gabbia e liberando anche il secondo uccello sbloccherete un obiettivo.
Poco più in là si trova una ruota collegata a un ponte: per far girare la suddetta ruota dovrete far entrare il fratello minore al suo interno e farlo correre, come se si trattasse di un passatempo per roditori. Così facendo, la passerella del ponte calerà consentendo ai due ragazzi di raggiungere un gregge di pecore. Il fratellino si diverte a giocherellare con loro, ma il ragazzo più grande può afferrarne una. Mentre la tiene in braccio dirigetelo verso sinistra, nella direzione da cui provengono una serie di conigli neri: lì si trova un fuoco quasi estinto su cui potete adagiare la pecora per annerirla di fuliggine e ottenere così un obiettivo. Non è finita: usando il fratello più piccolo afferrate ora il solo coniglio bianco del gruppo ed adagiate anch'esso sulla cenere per un secondo obiettivo. Prima di proseguire, usate il barile per salire sul tetto ed interagire col ragazzo lì intento a lavorare. Ancora una volta l'atteggiamento dei due giovani vi strapperà una risata.
Ad ogni modo, per procedere oltre, afferrate un'altra pecora ed inseritela nella ruota usata prima dal fratellino minore in modo che entrambi i ragazzi possano attraversare il ponte. Avanzate ancora di qualche passo e un troll attraverserà la vostra strada, avviando una cut-scene. Alla conclusione del filmato, seguite il troll, il quale vi aiuterà facendovi raggiungere aree altrimenti inaccessibili. Dopo esservi arrampicati sulla fitta vegetazione, aguzzate la vista per individuare un bordo su cui dovrete far aggrappare i due fratelli. Nella sezione seguente vi ritroverete sul fondo di un pozzo vicino a un piccolo lago: caricate il fratello più piccolo sulle spalle del maggiore ed attraversate così lo specchio d'acqua per concludere il capitolo.

La grotta

Lasciate che il fratellino si intrufoli tra le sbarre ed interagisca con la leva poco distante, aprendo un varco per il fratello maggiore. Interagite quindi con la grossa ruota per proseguire verso l'area seguente. Nella stanza osservate ora alcuni ingranaggi che girano: il vostro compito è quello di bloccarli. Per fare ciò, esplorate le scale a nord per scovare un grosso palo che provvidenzialmente potrete infilare tra gli ingranaggi e bloccarne così il meccanismo. Il problema risiede piuttosto nel trasporto del palo sul luogo. Alcuni oggetti infatti vi bloccano la strada e nei pressi di quelle che sembrano cisterne, potrebbe essere necessario eseguire una sorta di manovra in retromarcia per orientare correttamente il bastone. Ad ogni modo, tornate di sotto e bloccate gli ingranaggi per accedere al lato opposto dove sarà necessaria la collaborazione dei due fratelli per ruotare la leva verso entrambi gli interruttori. Così facendo, attiverete la comparsa di un ponte che vi permette di raggiungere la stanza seguente.
Di fronte a voi si trova ora un'altra grossa ruota che tuttavia questa volta ruota nel senso sbagliato. Fate salire il fratello minore sulle spalle del maggiore, quindi usate il primo per afferrare la catena che penzola dal soffitto. Usate quindi la catena per fermare il movimento errato della ruota, dopodichè fate scalare la ruota stessa al fratello maggiore per salire al livello superiore. Per proseguire interagite con gli interruttori e le catene che si parano di fronte a ciascun fratello: in fondo, anche volendo, in questo frangente non potete fare altro! Una sola precisazione: quando interagite con le manopole nei panni del fratello minore, ricordatevi di continuare a usare RS per mantenere sgombro il percorso dell'altro fratello. Scalate quindi gli ostacoli fino a trovarvi di fronte a una gabbia al cui interno si trova un esemplare femmina di troll. Adoperatevi per liberare la femmina di troll facendo intrufolare il fratellino tra le sbarre in modo da raggiungere le chiavi in possesso della guardia e rubarle di soppiatto.

La soluzione di Brothers: A Tale of Two Sons

Sappiate che le ossa al suolo se calpestate provocano un rumore che sveglierà il custode, perciò muovetevi con circospezione. Quando sarete finalmente al sicuro usate le chiavi sulla serratura, poi sfruttate la forza del fratello maggiore per alzare la sbarra.
Le vostre azioni attireranno l'attenzione della guardia. Mentre vi assicurate che il fratello maggiore trattenga la leva che controlla l'apertura della porta, usate il minore per attirare il guardiano all'interno della gabbia, quindi uscite sgattaiolando attraverso le sbarre e mollate la leva per chiudere in gabbia il controllore. La "trollessa" vi porterà una catena metallica: seguite lo strano essere fino alla piattaforma nel cuore della grotta, quindi tirate la leva in su e poi a destra, in modo che la "trollessa" possa attraversare il baratro, dopodichè muovetela ancora in su e a sinistra per assicurare il passaggio ai fratelli.
In seguito alla cut-scene vi ritrovate inseguiti da un troll. Usate il fratello minore per attirarlo verso le torce e fargli rompere le catene, quindi quando tutte e quattro saranno state spezzate, usate il fratellone per tirare la leva che apre la botola. A questo punto posizionate il fratellino in modo che la buca si trovi tra lui e il troll per far sì che il malvagio essere finisca imprigionato nel sottosuolo. Fate attenzione però, la partita non è ancora vinta: per assicurarsi che resti lì sotto dovrete spingerlo usando entrambi i fratelli mentre prova a riemergere. Interagite infine con la mano del troll più amichevole sulla destra per avviare la cut-scene che chiude questo secondo capitolo.

Il Bosco

Dopo le atmosfere claustrofobiche del capitolo precedente, ora i due fratelli tornano a muoversi in uno spazio aperto. Non che manchino i pericoli, a giudicare dai lupi che si muovono intorno alla coppia. Fortunatamente, il fratello maggiore può reggere una torcia e usarla per allontanare le bestie mal intenzionate che si spingono troppo vicino ai due ragazzi. Muovetevi dunque verso destra, allontanando i lupi più affamati, fino a giungere in un cimitero. Dopo che il fratello maggiore avrà gettato in automatico la torcia, siate pronti a scattare verso destra, attraversando il cimitero fino alla statua. Interagite con questa, usando il fratello minore, quindi dopo la cut-scene premete RT fino alla comparsa di una rampa di scale in cielo, sbloccando così un obiettivo.
Proseguite in seguito verso destra, sul fondo del cimitero, fino a imbattervi in un cancello chiuso. Sulla sinistra si trova la casupola della custode. Suonate il campanello o battete alla porta per svegliarla, quindi interagite con lei usando il fratello maggiore per farvi aprire il portone. Fate attenzione, il fratellino proverà solo a rubarle la lanterna infastidendola. Dopo la scena d'intermezzo avviata all'uscita del cimitero, i due fratelli si trovano in acqua: assicuratevi anche in questa occasione che il piccolo si aggrappi al grande per non affogare. Proseguite poi per l'unico sentiero possibile e scalate il ramo sulla sinistra per tornare in acqua.
Quando tornerete in controllo dell'azione, dovrete muovere dei rami usando il fratello maggiore per allontanare dal più piccolo altri rami malvagi, posseduti. L'obiettivo è quello di aprire un sentiero che consenta al minore di spostarsi verso sinistra, poiché risulta sostanzialmente impossibile riunire i due fratelli. Facendo arrivare il ragazzino nel punto prestabilito, verrà avviata una cut-scene al termine della quale, nei panni del fratellone, dovrete afferrare al volo il fratellino. Dopo un altro filmato, lasciate che il fratello più piccolo interagisca prima con la mano destra del gigante, poi con la sua testa. Dopo che il gigante avrà sollevato la mano, potrete infine interagire con l'uomo ed avviare la scena che chiude il capitolo.

Le Montagne

Avanzate lungo il sentiero e svoltate a destra al bivio: poco più in là vi attende un uomo impegnato nel tentativo di suicidarsi, impiccandosi a un albero. Salvatelo tenendolo sollevato usando il fratellone: continuate dunque a premere il tasto LT finché il fratello minore non sarà riuscito a salire sull'albero e slegare la corda. Prima di proseguire per la vostra avventura dirigetevi alle spalle del grande albero, su una stradina che si rivelerà essere un vicolo cieco. Se osservate bene, in quell'area potete trovare un carillon. Raccoglietelo e riportatelo all'uomo che avete appena salvato per sbloccare un altro obiettivo.
Continuate dunque per la vostra strada fino a imbattervi in alcune sbarre. Ancora una volta lasciate che sia il fratello di taglia più piccola a passarci attraverso, proseguendo su per alcune scale fino ad arrivare a due mulini.

La soluzione di Brothers: A Tale of Two Sons

Lasciatelo salire sulle pale del primo, quindi al momento giusto fatelo saltare su quelle del secondo per discendere dall'altro lato. Lì si trova una manopola da ruotare per far calare la metà di un ponte. Mentre un fratello mantiene dunque la manopola salda, l'altro sul lato opposto deve tirare la leva per far salire la seconda porzione di ponte: mollate la leva e correte per attraversare il passaggio faticosamente allestito. Proseguite oltre, sull'unico sentiero disponibile, fino al bivio. Poiché la diramazione di sinistra si rivela un vicolo cieco, avanzate a destra, verso il branco di capre. Lasciate che entrambi i fratelli montino in groppa a un animale e approfittate delle proverbiali abilità da scalatrici delle caprette per risalire la costa del monte. Tutte le strade portano alla stessa destinazione, perciò non preoccupatevi dei bivi, l'importante è che entrambi i fratelli prendano la stessa strada.
Giunti a una casupola in legno, incontrerete uno strano scienziato il quale vi scaglierà addosso due ingranaggi. Ignorate il suo bizzarro comportamento, ma raccogliete i due preziosi strumenti e procedete verso sinistra. Due baratri interromperanno la vostra avanzata e, come presto scoprirete, non potrete attraversarli tenendo in mano gli ingranaggi. Poco male, lanciateli sull'altra sponda, dopodichè saltate e recuperateli dal suolo. Qualche passo più in là potete notare un macchinario su cui potrete facilmente incastrare i due ingranaggi: fatto ciò, operate le leve per sollevare in aria lo scienziato e liberare il passaggio per la vostra avanzata. Prima di partire, assicuratevi di scambiare quattro chiacchiere con lo scienziato per un'altra scenetta divertente.
Ad ogni modo, salite le scale sulla sinistra per ritrovarvi di fronte a una sorta di macchina musicale. Facendone uscire la giusta sinfonia potete ottenere un obiettivo. Dunque, per prima cosa studiatene il funzionamento: la manopola provoca il rilascio dell'aria e dunque l'emissione dei suoni, mentre la leva regola le tonalità. Il vostro compito è scoprire quale tonalità sblocca l'obiettivo: per farvela semplice, spostate la campana verso la terza coppia di fori in senso antiorario. Ruotate la manopola e godetevi il suono.
Prima di lasciare del tutto la zona dello scienziato, avanzate un poco verso destra e fermatevi ad esaminare il telescopio. In basso sulla destra potete scorgere un cespuglio di rose tra cui si insinua un ramo. Sul ramo si trova un uccellino: se zoomate su di lui verrà presto raggiunto dal suo simile - proprio quello che avete liberato nel capitolo 1 - sbloccando così un obiettivo. Raggiungete infine l'aliante sul fondo delle scale ed utilizzatelo, mantenendo premuto LT e RT per far sì che i due fratelli non cadano. Durante il volo dovrete solamente occuparvi di scansare qualche ostacolo. Conclusa questa sezione, i due fratelli si ritrovano legati tra di loro con una corda. Approfittate della situazione per muovervi di roccia in roccia, facendo oscillare a turno uno dei due fratelli, per raggiungere un bordo più stabile: non potete sbagliarvi, c'è una sola strada percorribile. Giunti a destinazione i due ragazzi si libereranno da soli della corda per accedere a una torre. Qui le dimensioni dell'arredamento sono decisamente esagerate. Scalate l'enorme letto, quindi esplorate il resto della camera fino a una scrivania su cui si trova una gabbia contenente un volatile. Per liberarlo dovete tirare la leva sul soffitto. Per ora limitatevi a lasciare sotto la leva il fratello maggiore, mentre spostate il piccolo a destra. Fategli quindi attraversare le sbarre di una gabbia per raggiungere la parete in pietra che, una volta scalata, gli consente di appendersi alla leva. Come potete notare, la gabbia dondola, ma non cade, c'è bisogno di un altro sforzo. Mentre mantenete il fratellino aggrappato alla leva, fate saltare il fratello maggiore per raggiungere le sue caviglie, aumentando così la forza sulla leva. Giocate un po' con l'uccellino, dopodichè seguitelo per raggiungere il ponte che conduce al capitolo successivo dell'avventura.

La terra dei giganti

Proseguite lungo l'unico percorso disponibile, infestato dalla puzza di piedi dei giganti, fino a scorgere una freccia con cui entrambi i ragazzi possono interagire per aprire la strada di fronte a loro. Superate quindi un fiumiciattolo, aiutando come sempre il fratello minore, dopodichè fate sì che il maggiore si inerpichi su per una parete rocciosa. Nel frattempo mandate il minore sul ramo dell'albero a sinistra, spingendolo abbastanza lontano da abbassarlo col suo peso. A quel punto anche il più grande può saltare sul ramo da lì e proseguire. Più in là il piede di un gigante blocca la via: salite sulle rocce a sinistra e da lì saltate sulla freccia sospesa alle sue spalle.
Più in là lungo la strada il problema si ripresenta. Saltate sulle rocce sul lato destro fino a poter raggiungere un'altra freccia, interagite con questa, usando entrambi i fratelli e in breve potrete continuare a calpestare il vostro percorso senza impedimenti. Non per molto, ad ogni modo, perchè più in là lungo la via un altro gigante vi attende. Sfruttate il pezzo di albero per superare il baratro, quindi raggiungete un bivio. Per prima cosa, iniziate con l'andare a destra, in modo da poter soffiare con entrambi i fratelli nel grosso corno sbloccando così un altro obiettivo. Dopodichè tornate sui vostri passi e prendere la strada di sinistra per usare la grossa balestra con cui allontanerete il gigante. Il sentiero vi conduce in una zona dove incontrate un gruppetto di persone visibilmente poco felici della vostra presenza, tra cui una donna. Dovete far credere a questa gente di essere il dio che loro venerano, il cui aspetto è rappresentato su alcuni dipinti a sud nell'area in cui vi trovate. Per prima cosa passate i due fratelli nelle fontane rosse, quindi fate salire il fratellino sulle spalle del maggiore (premete prima LT, quindi quando i due sono in posizione RT) e muovetevi con i due personaggi uno sopra l'altro verso la combriccola di uomini, che a questo punto spaventati vi lasceranno parlare con la donna. Slegatela e seguitela di corsa verso l'uscita del capitolo.

La terra del ghiaccio

Saltate sulla barchetta ed iniziate a muovervi: per avanzare spingete gli stick analogici in avanti, per curvare invece dovrete spostarli nella direzione opposta rispetto a quella in cui intendete dirigervi. Fate attenzione a ciò che vi circonda. Dopo qualche tempo noterete una cascata rossa sulla destra: svoltate e raggiungetela. Alla sinistra della cascata si scorge un'apertura che conduce a una grotta nascosta: una volta all'interno, una cut-scene interromperà l'azione e al termine avrete guadagnato un obiettivo.
Tornate sul fiume e procedete tenendo occhi ed orecchie aperte: nel caso notiate, o udiate, la presenza di una balena, siate pronti a fermarvi e cambiare direzione per non essere colpiti. Nel caso il grosso mammifero emerga travolgendo la vostra piccola imbarcazione, subirete un game over istantaneo. Giunti a una spiaggia, i due ragazzi scenderanno automaticamente sulla terraferma.
Continuate a seguire la donna, ma una volta giunti vicino a una tartaruga gigante, svoltate sulla destra per scoprire un'area semi-nascosta dove si trovano tre tartarughe più piccole. Due si trovano a poca distanza l'una dall'altra, mentre la terza è adagiata su una sporgenza piuttosto in alto. Usate il fratello più grande per sollevare il più piccolo in modo che questi possa raggiungere così la tartaruga isolata, dopodichè raccoglietela e riportatela vicino alle sue simili. Quindi raccoglietele e ponetele sul declivio che si trova sulla destra in modo che scivolino nell'acqua a fianco del loro genitore. Così facendo sbloccherete un ulteriore obiettivo.
Tornate successivamente sul sentiero e riprendete l'esplorazione seguendo la donna su per alcune rocce. Quando la avrete finalmente raggiunta vi troverete vicino a un albero che si staglia su uno strapiombo. Bisognerebbe abbatterlo in qualche modo per realizzare un ponte improvvisato. Provvidenzialmente, sulla sinistra trovate una sega conficcata in un albero.

La soluzione di Brothers: A Tale of Two Sons

Prima di procedere, avanzate ancora un po' a sinistra e fate sedere entrambi i personaggi sulla panchina: attendete qualche tempo per udire il canto della balena, sbloccando così l'ultimo obiettivo del gioco. Ripercorrete quindi a ritroso il sentiero, segate del tutto l'albero, dopodichè impugnate la sega e tornate sull'orlo del precipizio, dandovi da fare per segare il tronco.
Superato lo strapiombo, la donna vi conduce ora su un terreno cosparso da pupazzi di neve. Sulla destra si trova una catapulta: spingetela in avanti, a ridosso delle mura, quindi caricate al suo interno prima la donna e poi il ragazzino, usando il fratello più grande per attivarne il meccanismo e lanciarli oltre le mura. Da lì la donna e il ragazzino possono adoperare insieme una manopola e abbassare così un ponte, permettendo al fratellone di raggiungerli.
Dopo una breve cut-scene che mostra uno yeti invisibile, saltate un baratro col fratello più grande, quindi attendete che la donna apra la porta per procedere. Seguite l'esempio della donna e nascondetevi alle spalle dei pupazzi di neve per non essere individuati dallo yeti: attendete ben coperti finché la vostra guida non si espone. A breve distanza vi attende l'uscita da questo sesto capitolo.

Tristezza

Avanzate lungo il tunnel alle spalle della donna e presto finirete imprigionati nella tela di un ragno gigantesco. Agitate i due stick analogici per far cadere la palla e liberarvi, quindi preparatevi allo scontro. La battaglia è composta di due fasi, a seconda che il ragno sia impegnato o meno col fratello maggiore. Per abbattere il nemico dovrete attendere che questi sia occupato con il fratello maggiore e utilizzare il piccolo per colpirlo, prendendo una bella rincorsa e facendo schiantare dritto per dritto sul muso del ragno. Se avrete preso bene la mira, il ragno cadrà sconfitto, altrimenti vi fermerà con le sue gambe respingendovi all'indietro. Ad ogni modo, dopo aver fatto cadere il ragno dovrete individuare la sola zampetta estesa tra quelle che partono dal suo ventre e staccargliela usando il fratello maggiore. A quel punto il ragno tornerà sul soffitto e ala prima occasione si scaglierà sul fratello maggiore. Fate attenzione e tenete in costante movimento il fratellone per evitare che il ragno gli crolli sulla testa, uccidendolo e provocando un immediato game over. Ad ogni modo, ripetete quanto fatto prima, colpite il ragno con la rincorsa e staccategli una seconda zampa. Ora, se siete abbastanza rapidi, potete intercettare subito il ragno scagliandogli contro il fratello minore, senza attendere che ritorni sul soffitto e si lanci di sotto nuovamente. Per porre fine al combattimento dovrete strappare ogni singola zampa dell'infido avversario. Dopo il breve filmato che segue la vostra vittoria, arrampicatevi su per un grosso albero. Da qui in poi non c'è molto da spiegare, la strada percorribile è una sola e a voi non resta che assistere agli eventi che si scatenano.

Video della soluzione completa