Bat-portatile

Non c'è solo Arkham Origins fra gli impegni del cavaliere oscuro per quest'anno...

PROVATO di Fabio Palmisano   —   14/06/2013
24

Rinvigorito dalla trilogia cinematografica di Nolan e dalla serie videoludica di Arkham, Batman si trova attualmente in una forma tanto straripante che un solo titolo da protagonista non gli basta più: ecco dunque che ad ottobre vedranno la luce non solo l'arcinoto Batman: Arkham Origins per le principali console, ma anche il qui presente Batman: Arkham Origins - Blackgate destinato a 3DS e PlayStation Vita. Abbiamo potuto mettere le mani proprio su quest'ultima versione, disponibile con una demo presso lo stand Sony all'E3 di Los Angeles.

Il cavalierino oscuretto

Ambientato sei mesi dopo i fatti narrati nel titolo per console, Batman: Arkham Origins - Blackgate si presenta come un adventure game che si pone a metà strada tra la seconda e la terza dimensione.

Bat-portatile

Tanto per cominciare, la grafica del gioco è completamente in 3D, peraltro anche di pregevole fattura: i fondali appaiono costruiti con perizia e dotati di notevoli effetti di luce, ed i modelli poligonali dei personaggi sono solidi e ben animati, grazie anche a più di qualche movimento preso paro paro da Batman: Arlham Origins. Il gioco si sviluppa invece prevalentemente su un piano bidimensionale, nel classico stile Metroidvania, concedendosi però ogni tanto qualche sortita nella profondità, con Batman che si sposta lontano dallo schermo o verso di esso a seconda delle pieghe del level design. L'idea fondamentale degli sviluppatori di Armature è quella di riproporre i concetti chiave che hanno fatto la fortuna della serie su console, adattandoli alle caratteristiche dei portatili Sony e Nintendo. Ci sono dunque ovviamente le scazzottate, qui probabilmente per limitazioni tecniche ridotte a scontri con un massimo di quattro nemici per volta: le meccaniche sono le stesse dei capitoli più rinomati, con un tasto deputato all'attacco ed uno alle contromosse e la solita enfasi posta sull'accumulo di combo, da perpetrarsi anche tramite l'utilizzo dei gadget. Non manca nemmeno il contraltare rappresentato dalle sezioni stealth, nelle quali Batman deve stare alla larga dal cono visivo degli avversari armati ed abbatterli uno per uno senza farsi scoprire, sfruttando anche i suoi proverbiali attacchi a sorpresa dall'alto. Armature ha dotato il gioco anche di una sua peculiare versione della modalità detective: basta un semplice tap sul touchscreen per attivarla, mentre tenendo premuto il dito e trascinandolo sul display si esegue uno zoom sull'area desiderata e si può passare allo scanner gli elementi sensibili: nella demo, ad esempio, abbiamo usato questa funzione per scoprire la presenza di una scala antincendio indispensabile per poter proseguire.

Bat-portatile

C'è però da dare una bacchettata sulle mani agli sviluppatori per la sciagurata decisione di portare in fiera uno spezzone di gioco riguardante le primissime fasi dell'avventura dove, fondamentalmente, non succede nulla: Batman è infatti impegnato ad inseguire Catwoman sui tetti di Gotham, e tre quarti della demo vengono spesi soltanto a correre in avanti ed utilizzare il rampino per raggiungere i luoghi evidenziati dall'apposito indicatore. Insomma, non la migliore pubblicità per un gioco che sicuramente avrà dei contenuti anche interessanti, ma che in questa versione dimostrativa è apparso preoccupantemente vuoto e privo di mordente. Teniamo comunque le dita incrociate, anche perché i valori produttivi di Batman: Arkham Origins - Blackgate sembrano di buon livello: oltre alla già citata realizzazione grafica, ci sentiamo infatti di promuovere per il momento sia la qualità del doppiaggio, sia le tavole in stile fumetto che fungono da raccordo narrativo tra una fase di gameplay e l'altra.

CERTEZZE

  • Tecnicamente ben fatto
  • La scelta del 2D ibrido è interessante
  • Il gameplay sembra avere qualcosa da dire...
DUBBI
  • ...ma la demo era davvero troppo limitata
  • Controlli un po' legnosi