Assembla che ti Passa #5  65

Nel nuovo Assembla che ti Passa parliamo di mercato, di novità imminenti e di piccole limature alle configurazioni più gradite

RUBRICA di Mattia Armani —   25/07/2015

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati.

Considerando i numerosi feedback legati ai prezzi indicati nella rubrica è forse il caso di parlare brevemente della questione. Qualcuno li trova inarrivabilmente bassi ma c'è anche chi li trova insostenibilmente alti e, ahinoi, entrambe le considerazioni hanno un fondamento visto che il prezzo dipende, ovviamente, dai canali di distribuzione che si prendono come riferimento. Nel nostro caso prendiamo come riferimento la distribuzione italiana, esplorandola attraverso alcuni aggregatori, in modo da minimizzare gli inconvenienti che possono essere decisamente fastidiosi quando si spendono dalle centinaia alle migliaia di euro. Va però detto che sono molte le strade possibili per comprare hardware e la rete consente di entrare in contatto con i venditori a livello globale. Le opzioni possibili includono gruppi d'acquisto, negozi esteri, mercatini d'ogni sorta e ci sono persino servizi internazionali che spediscono la merce per posta consentendo di fruire di prezzi spesso vantaggiosi.

Come anticipato noi, per questioni di garanzie e di accessibilità, non teniamo conto delle possibilità più esotiche così come non applichiamo rotazioni forzate e non scegliamo le componenti in base a questioni di tifoseria. Se una componente si distingue in modo particolare per il rapporto tra qualità e prezzo è molto probabile che la ritroverete più volte, magari nella versione più economica per andare incontro a tutti, anche se, e non ci dovrebbe essere bisogno di specificarlo, il pezzo indicato non è mai l'unica scelta possibile ed è sempre possibile spendere qualche euro in più per premiare il "manufacturer" che riteniamo più affidabile. D'altronde le configurazioni indicate sono semplici fonti di ispirazione da ritoccare o cambiare verificando l'effettiva bontà dei pezzi e osando per puntare anche a configurazioni dual GPU nella fascia media. Queste soluzioni consentono spesso di risparmiare qualcosa ottenendo ottimi risultati laddove non ci sono problemi legati a driver e codice dei titoli. E in tutto questo non dobbiamo dimenticare la soddisfazione di aver pianificato e assemblato una configurazione personalizzata, adatta alle proprie necessità o alle proprie valutazioni. Un PC può essere pensato per essere piccolo, per essere silenzioso o per essere longevo mentre talvolta è consigliabile muoversi sulla breve distanza, cercando di ottenere qualcosa di funzionale al minimo prezzo, soprattutto quando c'è il rischio che formati e tecnologie possano cambiare. C'è poi chi preferisce restare sempre nella fascia media per contenere le spese senza troppe rinunce e c'è chi sceglie a prescindere la singola scheda più potente per evitare problemi e fastidi nonostante alcune opzioni dual possano rivelarsi più performanti ed economiche. Inoltre non tutti gli utenti PC hanno intenzione di cimentarsi nell'overclock e anche nel caso in cui lo si ritenga essenziale, l'aumento di frequenze non deve essere necessariamente estremo così come non deve essere per forza moderato. Si tratta di scelte, di situazioni e di scommesse che influenzano le configurazioni richiedendo o escludendo uno specifico sistema di raffreddamento o forzando la scelta del tipo di case il quale a sua volta può essere determinato da questioni di spazio e da altre necessità personali.

Il compito che ci siamo dati con questa rubrica è quello di suggerire, comprendere e alternare queste possibilità senza la pretesa di arrivare alla configurazione perfetta. Tanto più che la configurazione perfetta non esiste. Chi pensa al risparmio in senso assoluto ha un'idea di computer. Chi pretende un PC longevo ne ha un'altra. C'è chi accetta di spendere 70 euro in più per un sistema silenzioso e chi per una manciata di frame può sopportare il sudore prodotto da una cuffia isolante in piena estate. Infine c'è chi vuole a tutti i costi l'ultima novità compatibilmente con il proprio portafogli. Le community che ruotano intorno all'hardware sono letteralmente zeppe di configurazioni estreme che possono esserlo per la tripla GTX 980 Ti, per il case all'avanguardia, per l'illuminazione degna di Times Square o per la presenza dell'alimentatore più robusto in circolazione magari dettato da spiacevoli esperienze passate. Insomma, non è sempre possibile piegare tutto alla mera ottimizzazione anche se sappiamo benissimo che è uno dei fattori più oggettivi e rilevanti. Non è mai consigliabile dimenticarsi di temperature, longevità, prezzo e affidabilità, tutte voci che tra l'altro dovrebbero rientrare tra le caratteristiche dei nuovi processori Intel Skylake il cui debutto è previsto per l'imminente GamesCom 2015. Questo almeno è quanto traspare dai primi test provenienti, come al solito, dalla Cina dalla quale è giunta una comparazione tra Core i7-4790K e Core i7-6700K che mette in evidenza come la nuova GPU a 14 nanometri basata su socket LGA 1151 mantenga temperature più basse nonostante il TPD massimo del processore sia più elevato. La lingua cinese non ci permette di cogliere a pieno tutte le sfaccettature dei test prestazionali ma le voci comprensibili indicano un incremento moderato dal punto di vista della CPU e un incremento decisamente più corposo per quanto riguarda l'unità grafica integrata. Un fattore, quest'ultimo, da non sottovalutare sperando che nell'ormai prossimo futuro venga sfruttata appieno la possibilità concessa dalle DirectX 12 di utilizzare qualsiasi GPU presente nel sistema.

Nel quinto Assembla che ti Passa parliamo di prezzi, prossimi futuri e di limature alle configurazioni

Configurazione Entry Level

La configurazione entry level è quella orientata al risparmio ma questa settimana osiamo sollevarci al di sopra della fatidica soglia dei cinquecento euro inseguendo performance accettabili in risoluzione 1080p.

Ancora una volta troviamo il processore FX-6300 di AMD, il cui prezzo minimo questa settimana è purtroppo più alto di circa dieci euro, che con 3 unità Piledriver per un totale di sei core potrebbe tradursi in una scommessa economica eppure vincente nell'ottica dell'arrivo delle DirectX 12. Cambiamo invece scheda video convinti da una buona offerta che alza il prezzo della configurazione ma ha decisamente meno problemi con il 1080p dell'opzione precedente.

Nonostante il cambio di scheda non c'è alcuna necessità di cambiare alimentatore e lo stesso vale per la motherboard. Resta quindi in pista la Gigabyte AM3+ 970 GA-970A-DS3P USB 3.0 che continua a spiccare tra le opzioni più apprezzate in combinazione con la CPU FX-6300. Infine, per quanto riguarda alla memoria, restiamo fedeli alle G.SKILL RipjawsX 2x4GB DDR3 1600 (PC3 12800) che costano poco e godono di un buon rapporto tra clock e latenza.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 100.00
AMD FX-6300
SCHEDA MADRE € 70.00
GigaByte GA-970A-DS3P
SCHEDA VIDEO € 145.00
Sapphire Radeon R9 270X DUAL-X OC WITH BOOST 2048MB GDDR5
RAM € 50.00
G.SKILL RipjawsX Series 2x4GB DDR3 1600 (PC3 12800)
ALIMENTATORE € 45.00
Corsair CX430 V2 430W 80+
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 3.5" 1TB 7200 RPM SATA 6.0Gb/s 64MB Cache
CASE € 50.00
Corsair Carbide Series SPEC-01 Mid Tower Gaming Case
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 515.00

Configurazione Fascia Media

Nella fascia media di solito si trovano quelle componenti che consentono di lanciarsi nel gaming PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware. In questo range di prezzo non stona una SSD che pur rientrando tra le spese ancora sacrificabili garantisce l'avvio fulmineo del sistema operativo e delle applicazioni che vi sono installate sopra.

Di nuovo reperibile a 220 euro, l'Intel i5 4690K continua a sembrarci l'ideale per questa configurazione che, con l'aggiunta di una ventola, può essere spinta un po' più in alto L'eventuale overclock non richiede il cambio dell'alimentatore che non è adatto per SLI e CrossFire impegnativi ma è sufficiente per l'upgrade della singola scheda video. Resta anche la GTX 970 da 4GB, questa volta nella leggermente più cara versione Zotac, che pur non essendo a buon mercato può comunque vantare un rapporto tra qualità e prezzo davvero eccellente.

Arrivati alla memoria torniamo a puntare sulle G.Skill Ripjaws X da 1600Mhz che dovrebbero risultare più che adeguate per una configurazione di questo genere. Per quanto riguarda il case, invece, ci rivolgiamo a una soluzione standard che ci permette di risparmiare qualche euro e rinunciamo anche all'unità SSD per accontentarci del Seagate Barracuda da un TB.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 220.00
Intel Core i5-4690K
SCHEDA MADRE € 100.00
GigaByte GA-Z97M-D3H
SCHEDA VIDEO € 315.00
Zotac Geforce GTX 970 4GB GDDR5
RAM € 50.00
G.SKILL RipjawsX Series 2x4GB DDR3 1600 (PC3 12800)
ALIMENTATORE € 60.00
XFX TS P1550SXXB9 550W 80+ Bronze
HARD DISK € 55.00
Seagate Barracuda 1TB 7200 RPM
CASE € 50.00
Corsair Carbide Series SPEC-01 Mid Tower Gaming Case
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 865.00

Configurazione Enthusiast

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità? In questo caso, comunque, ci teniamo bassi puntando sulla comodità di un'unica scheda capace di addentrarsi senza troppi problemi nell'ambito del gaming a 4K.

Considerati i feedback sul raffreddamento a liquido facciamo un passo indietro puntando sul dissipatore con la Noctua NH-L9i 57.5 CFM (i 40 euro del prezzo sono già sommati a quelli del processore nella configurazione) che in condizioni ottimali e senza mire esagerate dovrebbe essere più che sufficiente preservare la CPU intatta. Manteniamo però il Core i5 4690K che pur non avendo il medesimo rapporto tra qualità e prezzo del Core i7 4790k risulta decisamente più economico. Installare quest'ultimo, comunque, non comporta alterazioni alla configurazione al di fuori dei cento euro in più necessari per acquistarlo. Cambiamo invece la scheda video, pur mantenendo la medesima GPU, puntando, con la Zotac GeForce GTX 980 Ti AMP! Extreme 6144MB GDDR5, a un miglior rapporto tra prestazioni e prezzo accettando però i compromessi di un prodotto che non eccelle per silenziosità e si accontenta di un margine di overclock inferiore ad altre proposte similari.

Vista la necessità di risparmiare confermiamo per la seconda volta la soluzione ibrida tra SSD/HD che garantisce boot e caricamenti rapidi senza pesare più di tanto sul budget. Inoltre, sempre per questioni di prezzo, restiamo sull'ottimo Enthoo Pro Full Tower la cui offerta più conveniente, purtroppo, è oggi più cara di 10 euro rispetto alla scorsa settimana. Confermiamo inoltre, restando fedeli alla linea della scheda singola, l'ottimo XFX da 650W 80+ Gold che dovrà però essere sostituito volendo aggiungere, magari in occasione di un calo di prezzo corposo, una seconda GTX 980 Ti.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 260.00
Intel Core i5-4690K + Noctua NH-L9i 57.5 CFM
SCHEDA MADRE € 140.00
MSI Z97 GAMING 5
SCHEDA VIDEO € 685.00
Zotac GeForce GTX 980 Ti AMP! Extreme 6144MB GDDR5
RAM € 95.00
G.SKILL RipjawsX 2x8GB DDR3 1866 (PC3 14900)
ALIMENTATORE € 90.00
XFX TS Series P1-650G-TS3X 650W 80+ Gold
HARD DISK € 140.00
Seagate Barracuda 1TB 7200 RPM / Samsung 850 EVO 250GB SATA III
CASE € 105.00
Phanteks Enthoo Pro Full Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 1530.00