La migliore PlayStation  135

Qual è stata la migliore console Sony di tutti i tempi? Ecco la risposta dei redattori e dei lettori di Multiplayer.it!

SPECIALE di Raffaele Staccini   —   22/04/2016
Scarica il Video

Visto il successo della rubrica "Il gioco del mese", i lettori e i redattori di Multiplayer.it sono stati chiamati nuovamente alle urne digitali per esprimere la loro preferenza su un argomento di grande rilevanza storica.

Questa volta non è infatti il breve intervallo di tempo mensile a essere preso in considerazione, bensì l'intera storia del videogioco. All'interno di una serie di consultazioni che si occuperanno anche degli altri principali produttori di console, eccoci allora pronti a scoprire qual è stata, escludendo la generazione attuale, la PlayStation migliore di tutti i tempi. Nell'ambito dell'hardware Sony abbiamo così assistito a un duro scontro a tre, con PlayStation 3 che si è però fatta da parte quasi subito per lasciare il campo ai suoi illustri antenati. In una lotta senza esclusione di colpi, la sfida è stata pensino più dura della classica "console war" tra marchi diversi: proprio come in una gara di Formula 1 o Moto GP, una volta lasciati alle spalle gli avversari esterni, sono infatti i compagni di squadra i nemici peggiori, quelli contro cui non vuole perdere nessuno. Le prime due console Sony si sono affrontate su tre campi principali: l'innovazione tecnologica, le capacità multimediali e, ovviamente, la qualità dei software. Parliamo infatti di due macchine con un parco titoli sconfinato, che hanno dato vita a nuovi generi e sono riuscite a soddisfare le esigenze di centinaia di milioni di giocatori in tutto il mondo. E, come spesso accade in questi casi, quando i contendenti sono così agguerriti la battaglia diventa logorante e, alla fine, nessuno dei due riesce davvero a prevalere sull'altro.

Qual è stata la miglior console Sony? Scopriamo la PlayStation preferita del popolo di Multiplayer!

A furor di popolo

Leggendo i risultati del sondaggio, i lettori non hanno avuto dubbi: con il 53% dei voti PlayStation 2 si è assicurata la maggioranza assoluta, distaccando di ben 16 punti PlayStation e lasciando PlayStation 3 al palo, con solo il 9% di preferenze. Nonostante abbia dato i natali a esclusive come Uncharted e The Last of Us e abbia visto il passaggio di tante serie multi piattaforma di alto livello come Dead Space, Mass Effect e Assassin's Creed, PlayStation 3 ha pagato dazio al dominio di Xbox 360 e Wii nella fase iniziale della passata generazione.

Il punto più dolente secondo i lettori è stata però la quantità e qualità delle esclusive, inferiore rispetto al passato nonostante il grande balzo tecnologico. Non sono però mancate nemmeno le critiche per una generazione che viene ricordata come l'inizio dell'era di patch e DLC su console, arrivate da chi rimpiange i tempi in cui bastava inserire il disco per giocare fino ad avere i calli alle mani. La prima PlayStation ha invece ottenuto molte preferenze di valore affettivo, visto che per tanti è stata la console che ha portato giovani giocatori in erba nel mondo dei videogiochi; per altri, invece, è la console che ha osato sfidare Nintendo proprio nel momento in cui la casa di Kyoto sembrava aver sferrato alcuni colpi decisivi nella sua guerra contro Sega. Ma non solo. La community ha voluto evidenziare la qualità di titoli come Metal Gear Solid, Crash Bandicoot, Final Fantasy VII, Gran Turismo, Spyro the Dragon, Oddworld: Abe's Oddyssee, Medievil e Resident Evil. E stiamo riportando solo alcuni dei più noti tra quelli emersi nei commenti, perché giochi come Tombi, Tekken 3, Xenogears e tutti gli altri non hanno fatto nulla di male per meritare di non entrare in questa carrellata: semplicemente sarebbe impossibile passarli in rassegna tutti. Con queste premesse è allora innegabile che la retrocompatibilità sia stata una delle armi vincenti di PlayStation 2: grazie al pieno supporto a una libreria di titoli straordinaria per qualità e quantità, la seconda generazione Sony è partita con un vantaggio tutt'altro che trascurabile. Ma i meriti di PlayStation 2 non si fermano qui e passano inevitabilmente attraverso un catalogo titoli smisurato, che aveva poco o nulla da invidiare a quello di PlayStation. La console ha poi goduto di una popolarità tale che le ha permesso di sopravvivere ben oltre la fine del ciclo vitale della sua generazione. Viene ricordata come la madre di icone come Kratos (God of War), Dante (Devil May Cry), Jak (Jak and Daxter) e Sly Cooper, di serie come Kingdom Hearts e di capolavori indiscussi come ICO e Shadow of the Colossus. È stata amata dal grande pubblico anche per le sue doti multimediali e, attraverso il cavallo di Troia dell'innovazione dell'home entertainment avvenuta con il DVD, è entrata nelle case di tante famiglie, convinte dai più giovani ad abbandonare il vetusto videoregistratore per abbracciare la maggiore qualità del nuovo supporto.

Scarica il Video

Mos maiorum

Proprio come la sua utenza, anche la redazione si è spaccata in due, con la povera PlayStation 3 che stavolta non ha ricevuto nessuna preferenza. Ma il risultato finale è stato opposto a quello del sondaggio tra i lettori: con un bel 60% di voti a favore, la prima PlayStation si è così presa la rivincita sulla sua più giovane e slanciata rivale. La vittoria è stata comunque più sofferta di quanto non dicano i numeri e in più di un'occasione l'ago della bilancia è sembrato pendere verso PlayStation 2. Elogiato principalmente per le sue qualità di primo vero centro multimediale moderno e per l'introduzione del lettore DVD, il cosiddetto "monolite nero" ha avuto menzioni d'onore anche per il suo design innovativo, che l'ha portato ad occupare nuovi spazi nei salotti. Giapponese fino al midollo e figlia della visione dell'allora presidente Ken Kutaragi, le ragioni di chi ha scelto PlayStation 2 non potevano tuttavia fermarsi a questi elementi di contorno.

La migliore PlayStation

Ecco allora che hanno fatto capolino una serie di giochi storici, in grado di ritagliarsi un proprio spazio anche nella generazione successiva, attraverso una lunga serie di collection e rimasterizzazioni: della roba mica da ridere, visto che sono state scomodate serie come Devil May Cry e l'indimenticabile Final Fantasy X, così come il secondo e il terzo capitolo di Metal Gear Solid. E nessuno si è poi dimenticato di ICO e di Shadow of the Colossus, titoli che rispecchiavano a pieno la visione dietro la CPU della console e il suo evocativo nome, Emotion Engine. Macchina longeva e tutt'ora capace di mantenere il primato come console più venduta della storia, PlayStation 2 è stata un fenomeno anche sociale, tanto da portare persino chi non amava il calcio a passare le proprie serate in compagnia degli amici e di Pro Evolution Soccer. Il motto "non sottovalutate la potenza di PlayStation" ci ricorda però che è stato con il progetto PlayStation X che Sony ha rivoluzionato il mercato, e non solo grazie alla pirateria e alla possibilità di guardare i cd porno giapponesi. La prima ammiraglia Sony ha infatti catapultato i giocatori in nuovi mondi a tre dimensioni, riuscendo a surclassare praticamente sotto ogni punto di vista tutto quello che Sega stava provando a fare con il Saturn. Con una serie di pezzi da novanta la console ha convinto tutti e nello sprint finale vengono citati WipeOut e Gran Turismo, Metal Gear Solid e Tekken, Resident Evil e Final Fantasy, con il settimo capitolo e Tactics sugli scudi. Ma probabilmente il reale motivo della preferenza è stato molto più banale: chi può infatti dire di non essere mai rimasto incantato dal fascino magnetico e un po' retrò dei mitici CD neri?