Retrogaming e mini console: il troppo stroppia

Il pelato redazionale torna a dire la sua sul retrogaming e sull'incredibile mercato delle console "rimasterizzate"

VIDEO di Pierpaolo Greco   —   18/10/2017
136

A quanto pare il redattore più polemico di Multiplayer.it proprio non riesce a fare a meno di dire la sua su argomenti triti e ritriti, spesso esprimendo un punto di vista abbastanza impopolare. E così, dopo aver difeso con riserva la pratica delle microtransazioni la settimana scorsa, oggi Pierpaolo si lancia anima e corpo contro il retrogaming e, più nel dettaglio, contro l'esplosione delle mini console che appare ormai inarrestabile.

Dalle riedizioni del NES e del Super Nintendo, passando per i timidi esperimenti del Sega Genesis e dei futuri C64 mini e Atari Box, sembra che ormai non ci sia più modo per scampare a questa furba ed economicamente molto redditizia, operazione nostalgia messa in piedi da una serie di publisher e produttori di hardware.

Ma è per forza questa la strada da percorrere per conoscere i grandi capolavori del passato? Le aziende non dovrebbero promuovere in forma gratuita o assistita il recupero della storia videoludica senza monetizzarci sopra ripetutamente? Il pelato redazionale ha delle precise idee in proposito, ascoltatele in questo video e poi non dimenticatevi di dire la vostra nei commenti qui sotto.