Assembla che ti Passa #122  25

Intel ha in serbo una valanga di processori che promettono di colmare ogni lacuna e di alzare l'asticella della potenza dei notebook

RUBRICA di Mattia Armani —   02/12/2017

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

L'ultima patch di AIDA64 include la compatibilità con un sacco di processori Intel che vanno dalla fascia bassa del settore desktop, con soluzioni come il Core i3-8000, per arrivare fino alle soluzioni di lusso per i portatili più potenti con il Core i7-8850H. Il volume di processori in arrivo è davvero massiccio, tanto che nel mezzo c'è spazio anche per le CPU Pentium Gold basate sull'architettura Core, per il primo Core i9 mobile con 6 core e 12 thread overcloccabili e per il debutto delle serie Core i3 e Core i5 9000. Debutto che anticipa l'arrivo della nona generazione, a quanto pare già in dirittura d'arrivo nonostante il mercato abbia appena accolto l'ottava. Ma la fretta potrebbe coincidere con la necessità di recuperare le soluzioni AMD che mettono in campo otto core a basso prezzo, introducendo al contempo migliorie per la serie Core i5 in modo da annullare anche in nella fascia media i vantaggi delle CPU Ryzen, dotate di multithread al contrario dei corrispettivi Coffee Lake. Non a caso per quanto riguarda il Core i7-9700K, secondo un rumor arrivato di fresco dal lontano oriente, si parla di 8 core e 16 thread, mentre le voci relative ai futuri Core i5 parlano proprio dell'adozione dell'Hyperthreading che garantirà sei thread aggiuntivi agli esacore Intel. Pare inoltre che lo stesso accadrà per i quad core della nuova serie i3 che grazie agli 8 thread potrebbero prendere il sopravvento sugli analoghi Ryzen 3 che sono semplici CPU a quattro core. Ci aspettiamo, però, che AMD sia pronta a rispondere a tono con l'evoluzione dell'architettura Zen che potrebbe fare il suo debutto già nei primissimi mesi del 2018. Parliamo dei processori Ryzen di seconda generazione, il cui nome in codice è Pinnacle Ridge, che secondo una presunta roadmap comparsa in rete qualche tempo fa dovrebbero puntare sull'incremento della potenza di calcolo. Considerando che le GPU AMD Navi e NVIDIA Volta avranno lo stesso obiettivo, il prossimo anno potrebbe essere uno di quelli da non lasciarsi assolutamente sfuggire se si ha intenzione di rinnovare in grande stile il proprio PC. Tra l'altro le nuove schede video potrebbero mettere in campo le porte HDMI 2.1 le cui specifiche, finalmente definitive, aprono la via al 4K a 120Hz che potrebbe non essere ancora alla portata delle prossime GPU nel caso dei giochi più pesanti, ma permetterà di giocare in Ultra HD a 120fps con quelli tecnicamente meno impegnativi o meglio ottimizzati. I 48 Gbps di larghezza di banda dei nuovi cavi, tra l'altro, consentiranno di raggiungere i 60Hz in 8K e di arrivare alla fantasmagorica risoluzione 10K.

Assembla che ti Passa #122

Il tutto condito da tecnologie che promettono di ridurre latenza, stuttering e tearing come l'Auto Low Latency Mode, il Variable Refresh Rate e il Quick Frame Transport. Diminuirà inoltre l'intervallo di nero prima dell'arrivo del segnale video mentre aumenterà il supporto per i formati audio più avanzati, consentendo di trasmettere suoni di qualità più elevata. Non sarà però disponibile per un po' al contrario delle prime Radeon RX Vega custom il cui debutto porta con sé la conferma che parecchi modelli non godranno dell'overclock di fabbrica lasciando l'eventuale incombenza all'utente finale. E questo dovrebbe valere sia per le Vega 56 e 64 targate XFX, sia per le Asus ROG Strix RX Vega 64 raffreddate ad aria con l'esclusione della OC Edition che secondo i rumor potrebbe arrivare a 1590MHz. La versione raffreddata ad acqua, invece, dovrebbe arrivare a una frequenza di 1677MHz contro i 1546MHz delle reference. La speranza è che tutti modelli permettano a chi le compra di spingere le frequenze di un buon margine, anche perché stiamo parlando di schede decisamente costose, tanto costose che nutriamo forti dubbi che qualsivoglia aumento prestazionale possa valere i 740 euro del prezzo di listino della ROG Strix RX Vega 64. Una vera sassata, addirittura superiore al prezzo di certe GeForce GTX 1080 Ti che possono vantare prestazioni complessive ancora irraggiungibili. Per questo riteniamo difficile che le Vega custom possono cambiare gli equilibri di mercato e di sicuro non lo farà il nuovo avveniristico pannello Samsung Ultra HD che sarà presentato a Las Vegas per il CES di gennaio. Parliamo infatti di un pannello da 150 pollici, fuori mercato anche solo per le dimensioni, destinato a introdurre la nuova tecnologia MicroLED. Gli elementi LED sono talmente piccoli che possono essere raggruppati in un substrato di silicone da un decimo di millimetro che funziona come un singolo pixel garantendo vantaggi in termini di contrasto, possibilità di aumentare la densità dei pixel e consumi. Vantaggi che probabilmente ritroveremo nei prossimi dispositivi mobile Apple.

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Questa settimana ci teniamo il Ryzen 1200 snobbando ancora una volta il Core i3 8100 per una questione di convenienza della scheda madre. E cambiamo proprio quest'ultima cercando il risparmio assoluto in combinazione con una qualità accettabile.

La Asrock AB350M-HDV ha dalla sua il formato micro ATX, uno slot M.2 e possibilità di overclock niente male in relazione al prezzo che capitalizziamo puntando sull'opzione più performante al di sotto dei duecento euro. Parliamo della GTX 1050 Ti, in questo caso nella più costosa ma anche vistosa e performante versione MSI Gaming X.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 105.00
Ryzen 3 1200 3.1-3.4GHz
SCHEDA MADRE € 65.00
ASRock AB350M-HDV
SCHEDA VIDEO € 180.00
MSI GeForce GTX 1050 Ti Gaming X 4G
RAM € 80.00
Ballistix Sport LT 1x8GB DDR4 2666MHz CL16
ALIMENTATORE € 45.00
Thermaltake TR2 S PSU 450W 80+
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 40.00
BitFenix NOVA Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
LG GH24NSD1
TOTALE: € 555.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Il Core i5-8400 si deve accontentare di sei core semplici contro i sei più sei thread del Ryzen 5 1600. Inoltre non è facile da trovare al giusto prezzo ed è bloccato, incapace di sfruttare a pieno le Z370 che sono le uniche schede madri attualmente disponibili per le CPU Coffee Lake. Ma se la cava alla grande con buona parte dei giochi, senza bisogno di mettere mano alle frequenze.

Tornati a Intel, puntiamo sulle performance complessive della GeForce GTX 1060, ricordando però che arriva a un massimo di 6GB di memoria video e che in ambito Vulkan e DX12 è la Radeon RX 580 a risultare avvantaggiata. Ma la scheda NVIDIA ha il vantaggio di costare ancora un pizzico in meno dell'alternativa AMD, benché i prezzi si siano quasi affiancati.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 210.00
Intel Core i5-8400 2.8-4.0GHz
SCHEDA MADRE € 110.00
Asrock Z370 Pro4
SCHEDA VIDEO € 280.00
EVGA GeForce GTX 1060 6GB
RAM € 170.00
Ballistic Tactical 2x8GB DDR4 3000MHz CL15
ALIMENTATORE € 80.00
Bitfenix BWG550M 550W 80+ Gold
HARD DISK € 75.00
Western Digital Black 1TB
CASE € 55.00
Corsair Carbide 100R Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
LG GH24NSD1
TOTALE: € 865.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Battezzata la RX Vega 64 per una configurazione da 1440p ad alto framerate, puntiamo a una configurazione che può spingersi anche in 4K, sebbene spesso con qualche compromesso, senza comportare costi astrusi. La base, infatti, è un Ryzen 7 1700 con un dissipatore ad aria di primo livello.

Con il processore decisamente poco rilevante in 4K, tutto il lavoro spetta alla GPU e scheda singola papabile per questo compito è la GeForce GTX 1080 Ti che scegliamo nella attualmente piuttosto economica versione Gigabyte Gaming OC Black.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 370.00
Ryzen 7 1700 3.0-3.7GHz / Noctua NH-D15
SCHEDA MADRE € 165.00
Gigabyte AX370-Gaming K5
SCHEDA VIDEO € 720.00
Gigabyte GeForce GTX 1080 Ti Gaming OC Black
RAM € 190.00
Corsair Vengeance LPX DDR4 3200MHz CL16 Red
ALIMENTATORE € 185.00
Seasonic PRIME 750 80+ Platinum
HARD DISK € 360.00
Samsung 850 EVO 250GB M.2 / Western Digital Black 1TB
CASE € 125.00
Fractal Desing Define R5 Window Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 00.00
-
TOTALE: € 1975.00