Ubisoft Italia per Kinect!  22

All'E3 2010, uno dei giochi più divertenti della line up di lancio di Kinect arrivava da Milano

PROVATO di Antonio Jodice   —   05/07/2010

All'E3 di Los Angeles, come ormai ben si sa, è stato possibile provare in maniera più diffusa Kinect, la periferica/rilevatore di movimenti di Microsoft, grazie anche ai giochi dei publisher che la supporteranno fin dal lancio.

Ubisoft Italia per Kinect!
Giammarco Zanna

Tra le software house che maggiormente si son dedicate allo sviluppo c'è sicuramente Ubisoft che, oltre a Your Shape: Fitness Evolved, si presenterà ai nastri di partenza con Motion Sports un multi evento sportivo, sviluppato dagli studi di Milano, in collaborazione con altri due team tra Barcellona e Parigi. Un gruppo di sessanta persone, destinate ad aumentare con l'avvicinarsi della data di lancio - il day one di Kinect - coordinate dal produttore del gioco, Giammarco Zanna, che ci ha fatto provare la versione più recente del codice e ci ha raccontato quali siano le caratteristiche principali.

I wanna be famous!

La passione per i giochi dei ragazzi al lavoro su Motion Sports è piuttosto evidente quando si capisce che la struttura non si limita ad una sequela di eventi sportivi, messi insieme sperando solo di intrattenere il giocatore per brevi e sporadiche sessioni, ma cercando di costruire una sorta di carriera virtuale che porterà alla gloria e alla fama attraverso sei discipline. Nella versione finale ci saranno il calcio, la boxe, l'NFL, l'equitazione, lo sci e il deltaplano e per ognuna di esse almeno otto sfide, ognuna con meccaniche di gioco diverse, per un totale di almeno 40, che si sbloccheranno progressivamente vincendo medaglie e punti fama. Questi ultimi, tra l'altro, serviranno per far crescere la popolarità del proprio personaggio, che passerà da star locale, a internazionale ed oltre, anche se i dettagli di questo "oltre" sono ancora nebulosi proprio per volontà del team di sviluppo. La fama porterà con sé un numero sempre maggiore di fan sugli spalti, che esibiranno le foto del giocatore prese durante gli eventi sportivi (ovvero le foto scattate da Kinect durante le sfide) e che lo sosterranno con un tifo sempre più sfrenato. A seguire le gesta degli sportivi non saranno solo gli spettatori, ma anche giornalisti virtuali che, sempre col crescere della notorietà, pubblicheranno copertine di riviste e giornali che andranno a formare, insieme alle foto, una media gallery che potrà essere condivisa su Facebook con i propri amici e conoscenti, sempre dall'interno del gioco.
In omaggio alla terra dei cowboy, oltre allo sci, c'era in prova il Football Americano con una sola sfida tra le otto previste, quella che richiedeva di arrivare in meta scansando sei difensori che ci si scagliavano contro cercando di placcarci. Il giocatore può semplicemente evitarli spostandosi a sinistra a destra, saltando o sollevando le braccia per respingerli, facendoli cadere al suolo.

A seconda della precisione dei movimenti e della volontà di dare spettacolo, si ottiene un punteggio maggiore. Nella versione finale ci saranno anche le sfide che richiederanno di lanciare e ricevere la palla e contro un numero crescente di avversari. Rispetto a giochi simili che fanno uso della Balance Board su Wii, ad esempio, il vantaggio offerto da Kinect è subito evidente, visto che non c'è più la limitazione data dal doversi misurare con una periferica dalle dimensioni fisse, a prescindere dalla propria altezza, peso o agilità. Davanti alla telecamera ci si può muovere liberamente ed eseguire i movimenti richiesti senza preoccuparsi di perdere l'equilibrio o cadere, e, più che altro, compiendo movimenti, come uno scatto laterale, che prima d'ora non erano rilevabili come veri e propri comandi. Anche lo sci era presente con una sola pista che ci ha visto protagonisti di una gara di slalom, in cui bastava inclinarsi sui lati per direzionare la sciata e far oscillare le spalle avanti e indietro per simulare la spinta con le racchette, in modo da prendere velocità. Ottima, già in questa fase del codice che subirà diverse ottimizzazioni prima del lancio, è parsa la precisione con cui venivano registrati i movimenti del giocatore, con la direzione dello sciatore virtuale che reagiva ad ogni variazione così da dare l'impressione di essere davvero legati a quanto accadeva su schermo.

C'è ancora del lavoro da fare in termini di fluidità e di risposta, ma Giammarco ci ha detto che nuove versioni del software di gestione di Kinect arrivano su base regolare e che già il codice che hanno sviluppato viaggia spedito a 30 fps.
Pur trattandosi di un gioco evidentemente destinato a tutta la famiglia, Motion Sports ci è sembrato uno dei titoli più divertenti e di spessore tra quelli che saranno disponibili al lancio di Kinect, e che fa un uso della periferica che stimola il giocatore a comportarsi come se davvero si avesse a che fare con un nuovo sistema di controlli, quanto piuttosto che con un semplice rilevatore di movimenti. Cercheremo di provarlo di nuovo prima del lancio, così da saperne di più anche delle altre disicpline.