ASUS ROG Strix Go 2.4, provate alla Gamescom 2019 0

Alla Gamescom 2019 ASUS ha presentato un'incredibile line-up di nuovi prodotti. In questo articolo ci concentreremo sulle Strix Go 2.4: cuffie wireless molto interessanti, compatibili anche con Nintendo Switch e numerosi smartphone

PROVATO di Pierpaolo Greco   —   25/08/2019

Indice

La Gamescom 2019 non è stata soltanto teatro dei consueti annunci videoludici e della solita miriade di presentazioni a porte chiuse e stazioni demo dove poter vedere e provare le novità dell'anno in corso e quelle che presumibilmente vedremo sul mercato in futuro. Ma più di qualche produttore hardware ha approfittato dell'inevitabile concentrazione di giornalisti per organizzare eventi e incontri dove mostrare le nuove line-up in via di produzione. Qui su Multiplayer.it avrete sicuramente già letto diversi articoli e notizie dedicati alle periferiche e alla componentistica che siamo riusciti a vedere e provare nel corso di questi eventi "monomarca" e anche questo hands-on è legato proprio a questa deriva della fiera tedesca. Durante l'intenso evento messo in piedi da ASUS abbiamo infatti avuto modo di provare, tra le altre cose, le ROG Strix Go 2.4, delle cuffie wireless estremamente interessanti che ci hanno colpito per la qualità costruttiva, la cura nel packaging e soprattutto per una lista di compatibilità davvero generosa. Queste nuove cuffie del produttore taiwanese possono infatti essere utilizzate con Nintendo Switch, con PS4 e con qualsiasi smartphone disponibile sul mercato, a patto che abbia un collegamento di tipo USB-C.

Le specifiche

Le ASUS ROG Strix Go 2.4 sono infatti delle cuffie senza fili (in realtà è disponibile un attacco mini-jack da 3,5mm per il collegamento cablato con qualsiasi fonte audio che presenti questa uscita) che si appoggiano alla connessione 2,4 GHz attraverso un adattatore wireless USB-C di dimensioni ridotte. Una sorta di dongle, del tipo che è possibile trovare in alcuni mouse senza fili, che permette una connessione estremamente stabile, con un range maggiore e con molta meno latenza rispetto al protocollo Bluetooth, il che rende queste cuffie compatibili praticamente con qualsiasi device presente sul mercato, compresi numerosi smartphone e tablet e soprattutto Nintendo Switch che, a tutt'oggi, ad eccezione di una manciata di aggeggi di dubbia qualità, non permette di essere utilizzato con degli headphone wireless sensati. Le Go 2.4 presentano due driver da 40mm in neodimio certificati Hi-Res audio con una frequenza in risposta di 20Hz - 20KHz quando collegati in 2.4 GHz e 10Hz - 40KHz quando collegati con il jack da 3,5mm; una impedenza di 32ohm e un design certificato ASUS che sfrutta una camera stagna che garantisce un buon range di vibrazione all'altoparlante che è così in grado di restituire dei bassi più corposi e profondi accanto ai consueti alti cristallini tipici delle cuffie di qualità.

Inoltre il design dell'archetto e dei padiglioni rende queste cuffie pieghevoli e ASUS le distribuisce all'interno di un comodo astuccio completo di tutta la cavistica utile da portarsi dietro, un po' come avviene, ad esempio, con gli headphone Bose più costosi. Il peso è di 290 grammi senza il microfono che può essere tranquillamente sganciato e implementa la nuovissima tecnologia di cancellazione del rumore ambientale sviluppata da ASUS e che si appoggia all'elaborazione di uno specifico chip di intelligenza artificiale che analizza costantemente l'ambiente circostante eliminando tutti i rumori non direttamente connessi alla nostra voce. Non lavorando sulle frequenze ma su un'analisi ambientale, il risultato è davvero strabiliante e abbiamo sperimentato sulle nostre orecchie come le Go 2.4 siano in grado di eliminare persino il rumore dei tasti premuti sulla tastiera. Il microfono è ovviamente bi-direzionale, ha una frequenza in risposta di 100Hz - 10KHz e una sensibilità di -54dB.

La nostra prova

Ovviamente il contesto di un evento di settore, con decine di giornalisti che ti passano accanto urlando, registrando video e scattando fotografie, non è il luogo ideale per la prova di una periferica, in particolare di cuffie che richiederebbero invece un ambiente di prova silenzioso o comunque controllato. Quello che possiamo dire, al di fuori dell'incredibile cancellazione del rumore del microfono, è che le Strix Go 2.4 sono effettivamente molto leggere e comode da indossare, e la possibilità di rimuovere al volo l'asta del mic le trasforma in un attimo in delle eccellenti cuffie da passeggio: discrete, con un'ottima copertura dei padiglioni auricolari e assolutamente ideali per l'uso, ad esempio, con uno smartphone che possiamo tenere in tasca o ad una generosa distanza, senza preoccuparci troppo della perdita di qualità e segnale tipici del Bluetooth.

ASUS aveva poi messo a disposizione una Switch per testare al volo le cuffie con la console Nintendo e anche in questo caso dobbiamo ammettere di essere rimasti molto soddisfatti della rapidità di collegamento (basta agganciare il dongle alla presa USB-C sulla cornice inferiore della console e in meno di un secondo l'audio inizia a suonare negli altoparlanti) e della resa audio. Ovviamente c'è da tenere conto che il piccolo adattatore rende impossibile l'uso delle cuffie mentre Switch è incassata nel dock, ma ci sembra naturale immaginare che un giocatore possa essere interessato a utilizzare delle cuffie senza fili con la console, esclusivamente mentre si trova in movimento. Neanche a dirlo, queste cuffie sono perfettamente compatibili anche con PC e Mac. Ultimo elemento da segnalare, ma che per ovvi motivi non abbiamo potuto testare, è l'autonomia delle Strix Go 2.4: stando ai dati dichiarati da ASUS, una carica completa consente di avere 25 ore di utilizzo, mentre con una carica rapida di 15 minuti si arriva a circa 3 ore di autonomia. Le cuffie saranno disponibili sul mercato italiano entro la fine di quest'anno con una forbice di prezzo che dovrebbe aggirarsi tra i 179€ e i 199€.

Le ASUS ROG Strix Go 2.4 ci sono sembrate delle ottime cuffie: una buona resa audio con bassi consistenti si accompagna a una qualità costruttiva di discreta fattura e ad alcune scelte di design davvero azzeccate come la possibilità di piegarle e portarsele dietro in una piccola custodia. Ma è stata soprattutto l'idea di ASUS di rendere questi headphone compatibili con la connessione 2.4 GHz attraverso un piccolo dongle USB-C ad averci convinto: così facendo queste cuffie diventano compatibili con un mare di device presenti sul mercato, senza doversi impelagare in strane configurazioni o pairing e permettendoci di avere delle cuffie wireless di qualità da utilizzare anche con Nintendo Switch.

CERTEZZE

  • Connessione wireless tramite un semplice adattatore USB-C
  • Sono pieghevoli e possono essere portate in giro dentro un astuccio
  • Molto confortevoli e leggere

DUBBI

  • Il prezzo non è dei più convenienti
  • Bisognerà testare l'autonomia durante l'uso reale, specie col microfono agganciato

#Cuffie e Auricolari

Cuffie e Auricolari