Chromebook ARM e NVIDIA, DLSS, Valve Steam Deck e Intel Core i9-12900K - Assembla che ti Passa #308

Nel nuovo Assembla che ti Passa parliamo dei nuovi Chromebook ARM con NVIDIA GeForce RTX 3060, della diffusione del DLSS, di Steam Deck e della futura CPU di punta Intel.

RUBRICA di Mattia Armani   —   24/07/2021
13

Questa settimana le protagoniste di Assembla che ti Passa sono Valve, Intel e NVIDIA, con quest'ultima che sembrerebbe essere già vicina alla produzione delle prime GPU multi-chip mentre, in parallelo, è al lavoro su una piccola ma importante rivoluzione mobile incentrata sulla combinazione tra processori ARM e architettura grafica Ampere.

Nel mentre Valve ha rassicurato sulla potenza di Steam Deck, apportando un'interessante modifica alle specifiche della memoria per non correre rischi di colli di bottiglia. Lato Intel, infine, troviamo nuovi presunti benchmark del Core i9-12900K, il processore di punta della prima serie Intel desktop basata su core ibridi che promette un salto imperioso in termini di potenza single thread.

NVIDIA architettura Hopper

Partiamo da NVIDIA che secondo quanto riportato su Twitter dal leaker Greymon55 sarebbe quasi pronta a dare il via alla produzione dei sample del primo chip basato su architettura Hopper. L'indiscrezione riporta semplicemente la sigla NHWTOS ma questo acronimo, a quanto pare, sta per "NVIDIA's Hopper Will Tape Out Soon" e anticipa il passaggio alla fase finale della produzione della prima GPU NVIDIA basata sul design MCM (multi-chip module).

La stessa filosofia, in futuro, dovrebbe essere utilizzata con le GPU consumer ma per ora, sempre che i rumor si rivelino veritieri, l'architettura Hopper guarda all'ambito professionale. Non a caso si parla della possibilità di due GPU affiancate per un totale di 288 streaming multiprocessor, un numero superiore 2,6 volte a quello della GPU NVIDIA A100. Abbastanza, in combinazione con un nuovo processo produttivo a 5 nanometri, per offrire una potenza di tre volte superiore a quella delle GPU Ampere. Il tutto accompagnato dai vantaggi di un'architettura a più moduli che, in modo simile a quella usata con le CPU AMD Ryzen, garantisce vantaggi in termini di efficienza e costi di produzione, consentendo di produrre un solo chip da affiancare ad altri per avere soluzioni sempre più potenti.

Anche per questo ci aspettiamo che nel prossimo futuro lo stesso approccio venga utilizzato anche per le schede video consumer, ma non è detto che questo accada prima del 2024. Attendiamo infatti l'architettura Lovelace, prevista per inizio 2022 e presumibilmente basata sull'evoluzione della formula utilizzata attualmente, con un aumento dei core dedicati al ray tracing e dei tensor core in funzione di un DLSS ancora in evoluzione e che giocherà senza dubbio un ruolo importante anche nelle strategie future di NVIDIA.

Chromebook ARM con schede video NVIDIA

L'altra notizia della settimana che riguarda NVIDIA si deve a un paio di annunci importanti che hanno animato la Game Developers Conference 2021 conclusasi ieri. Il primo riguarda il supporto per ray tracing e DLSS sulla piattaforma MediaTek Kompanio 1200, basata su architettura ARM. La cosa non ci sorprende più di tanto visto che ARM è stata acquisita da NVIDIA e visto che all'interno del chip c'è una NVIDIA GeForce RTX 3060, di suo in grado di far girare egregiamente le demo di Wolfenstein: Youngblood e The Bistro utili per mostrare le capacità del chipset. Ma si tratta comunque di un passo in avanti importante. Il chipset MediaTek Kompanio 1200 è infatti pensato per una nuova ondata di Chromebook dotati di capacità gaming elevate, combinate con un formato ultra-portatile a prezzi ridotti.

Anche il secondo annuncio di NVIDIA alla GDC 2021 riguarda il DLSS che ora, grazie ai nuovi driver NVIDIA Studio gode di supporto nativo per i motori Unity e Unreal Engine. Non è chiaro se questa mossa possa portare a un modello di intelligenza artificiale condiviso che garantisca un'implementazione rapida del sofisticato upscaling in tutti i giochi che usano i due diffusissimi motori grafici, ma diamo per scontato che renda più facili le cose agli sviluppatori, ponendo le basi per una diffusione ancora più rapida di una tecnologia che, quando usata al meglio, garantisce un aumento sostanziale delle prestazioni a fronte di una perdita di dettaglio minima o addirittura nulla.

Ed è sempre guardando alle prestazioni, questa volta nell'ottica della realtà virtuale, che NVIDIA ha annunciato l'implementazione dell'Eye-Tracked Foveated Rendering nell'Unreal Engine 4.27, oltre a un miglioramento della tecnologia GPU Light Mass che dovrebbe portare a un miglioramento dell'illuminazione precalcolata. Nello specifico l'Eye-Tracked Foveated Rendering si occupa di ridurre il dettaglio periferico delle immagini, concentrando il lavoro della GPU sui punti di messa a fuoco e garantisce un miglioramento prestazionale in realtà virtuale e aumentata senza perdita percepibile nella qualità della grafica.

Valve Steam Deck

Dell'ibrido tra console e PC targato Valve abbiamo scritto parecchio, ma il quadro si è evoluto tra dichiarazioni, piccoli cambiamenti e una brutta notizia. Per prima cosa, nel rispondere ai dubbi sulle capacità dell'hardware, gli ingegneri hanno garantito prestazioni ottimizzate per la titanica libreria Steam, inclusi i titoli futuri. Inoltre hanno specificato che la macchina può gestire qualsiasi gioco, sia in formato 16:9 sia in quello 16:10 e quindi con risoluzione 800p, garantendo i 30fps per secondo con i titoli di ultima generazione. Detto questo, per i videogiochi meno impegnativi, resta valido il refresh di 60 Hz dello schermo portatile che permette di giocare a 60 fps eventualmente lavorando sulle impostazioni, tranquillamente scalabili come su un normale PC.

Parlando di piccoli, per quanto importanti, cambiamenti, c'è stata una modifica nelle specifiche della macchina. A questo proposito Valve ha modificato la tipologia dei 16 GB di memoria LPDDR5 che troveremo dentro Steam Deck, passando da RAM dual-channel a RAM quad-channel. In questo modo ha aumentato la larghezza di banda, spingendola da 44 a 88 GB/s, in modo da scongiurare qualsivoglia rischio di colli di bottiglia. Senza dubbio una buona notizia, considerando che non comporta aumenti di prezzo. Ma tra modifica e preordini elevati, e qui arriviamo alla notizia meno buona, Valve ha rimandato la disponibilità della sua console che non sarà spedita a partire dal dicembre del 2021, ma durante il primo trimestre del 2022, almeno per quanto riguarda il mercato europeo.

Intel Core i9-12900K: primi benchmark

In rete sono spuntati nuovi presunti benchmark per l'Intel Core i9-12900K, presumibilmente ottenuti dai primi sample che sono finiti, non si sa come, sul mercato nero. I test potrebbero essere fasulli e non si tratta ancora di chip definitivi, cosa che potrebbe portare a valori diversi con le versioni in arrivo sul mercato a fine anno, ma i presunti valori sembrano confermare i precedenti rumor sul vantaggio prestazionale dell'11% nel calcolo multi-threaded, rispetto al 5950X di AMD.

Nel caso del processore Intel, va detto, parliamo di 16 core, ma la metà di questi sono pensati per l'efficienza e sono sprovvisti di Hyperthreading, per un totale di 24 thread contro i 32 del potente processore AMD. Ma non è la potenza bruta a stupire. D'altronde siamo di fronte a un salto generazionale che ridimensiona il peso di quell'11% di vantaggio di una CPU che dovrà fare i conti con la testa di serie dei processori Zen 3+, una revisione che promette un incremento in potenza del 16%. Ma i nuovi processori AMD potrebbero trovarsi in forte svantaggio nel calcolo single threaded. Con 810 punti riportati dal leaker Raichu, tra l'altro con il test Cinebench R20 che di solito premia le CPU AMD, il processore di punta della famiglia Intel Alder Lake sarebbe infatti del 26% più veloce in single-thread del processore di punta della serie AMD Zen 3.

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware per PC da gioco e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti sono graditi e le correzioni ben accette, a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Per la CPU di questa settimana torniamo all'AMD Ryzen 5 3600 che risulta leggermente inferiore al Core i5-10400F con le frequenze stock e costa qualcosa in più, ma può essere spinto quasi ai livelli del Ryzen 5 3600X con una B550 non troppo costosa e senza bisogno di cambiare il dissipatore stock.

Non abbiamo alternative, invece, per la GPU, bloccati dai rincari dei modelli superiori e dalla mancanza di alternative di nuova generazione. Ci accontentiamo quindi ancora una volta della NVIDIA GeForce GTX 1030, limitata ma sufficiente per il gaming leggero in 1080p.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 3600 3.6-4.2GHz 195,00 €
SCHEDA MADRE MSI B450 Tomahawk MAX II 85,00 €
SCHEDA VIDEO KFA2 GeForce GT 1030 OC 100,00 €
RAM Crucial Ballistix 2x8GB 3200 MHz CL16 80,00 €
ALIMENTATORE EVGA 450 BR 80+ Bronze 40,00 €
HARD DISK Kingston A400 480GB SATA III 45,00 €
CASE Corsair Carbide SPEC-DELTA Mid Tower 55,00 €
TOTALE 600,00 €

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

L'AMD Ryzen 5 5600X, da qualche tempo disponibile a un prezzo inferiore a quello consigliato, è un ottimo processore, ma lascia il posto al più economico Core i7-10600 che su una B560 non può essere overclockato, ma gode di overclock della memoria e di supporto PCIe 4.0

Passando alla GPU ci troviamo di fronte a un panorama sostanzialmente immobile. Il mercato italiano sta finalmente recependo i cali di prezzo delle GPU visti in Europa, ma i prezzi da noi sono ancora più altri rispetto agli altri mercati e il trend in discesa si è fermato, forse a causa della necessità dei rivenditori di coprire i soldi spesi in precedenza su modelli che un certo periodo sono stati venduti anche al triplo del prezzo consigliato.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-11600K 3.9-4.9GHz 250,00 €
SCHEDA MADRE ASUS PRIME B560M-K 105,00 €
SCHEDA VIDEO EVA GeForce RTX 3060 XC Gaming 12 GB 490,00 €
RAM Corsair Vengeance RGB PRO 2x8GB 3200MHz CL16 105,00 €
ALIMENTATORE be quiet! Pure Power 11 600W 80+ Gold 80,00 €
HARD DISK Crucial MX500 1 TB SATA III 90,00 €
CASE Cooler Master MasterBox TD500 Mid Tower 85.00 €
TOTALE 1205.00 €

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Un lieve rincaro dell'AMD Ryzen 9 5900X ci riporta alla corte del AMD Ryzen 7 5800X che, stabile da qualche tempo a quota 415 euro, è un processore perfetto per chi guarda alle prestazioni in gioco e a una GPU di fascia alta o estrema, ma non ha bisogno di una potenza bruta eccessiva dal punto di vista del processore.

Il problema, come al solito, ce lo crea la GPU a causa del prezzo troppo alto, nonostante i ribassi, sia delle NVIDIA GeForce RTX 3070 che delle RTX 3080. Ma i prezzi sono in calo e puntiamo su ulteriori ribassi nelle settimane a venire, pescando nel mentre il prezzo più basso della GeForce RTX 3080 sul mercato europeo.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 7 5800X 3.8-4.7GHz 415,00 €
DISSIPATORE ARCTIC Liquid Freezer II 240 RGB 90,00 €
SCHEDA MADRE ASUS TUF X570-PLUS Wi-Fi 225,00 €
SCHEDA VIDEO EVGA GeForce RTX 3080 XC3 BLACK GAMING 8 GB 900,00 €
RAM G.Skill Trident Z RGB 2x16GB DDR4 3600MHz CL16 230,00 €
ALIMENTATORE ANTEC HCG-850 80+ Gold 115,00 €
HARD DISK Samsung 980 PRO 1TB M.2 PCIe 4.0 195,00 €
CASE Be Quiet Pure Base 500DX Mid Tower 125,00 €
TOTALE 2295.00 €