DualShock 5: dettagli, informazioni e tutti i rumor

Abbiamo deciso di tornare a parlare del nuovo DualShock 5, il joypad ufficiale di PlayStation 5, facendo una sorta di sintesi di tutte le decine di rumor usciti sulla grande rete durante le festività natalizie e in questi ultimi giorni.

VIDEO di Pierpaolo Greco   —   10/01/2020
90

Inizio subito col dire che il generatore principale di tutte le voci di corridoio che riguardano il nuovo joypad è il noto insider Tidux che, proprio con PS5, ha sempre avuto un importante rapporto di amore e odio. Tendenzialmente sono 4 gli elementi che distinguono in modo importante il DualShock 5 dall'attuale DualShock 4 di PS4 anche se, in fondo, il design rimane estremamente similare.

Innanzitutto abbiamo il touchpad che dovrebbe essere il destinatario di gran parte delle migliorie fisiche e costruttive realizzate da Sony. La superficie superiore del pad, che al lancio di PlayStation 4 aveva raccolto opinioni contrastanti, sarà molto più reattiva e più precisa nella sensibilità e non includerà più la piccola superficie trasparente utile a far intravedere la luce della lightbar. Questo perché, a quanto pare, il DS5 non avrà proprio alcun tipo di superficie luminosa. Un'informazione che ci lascia abbastanza interdetti perché se è anche vero che, in concreto, il led è stato utilizzato in modo trascurabile nei videogiochi, risulta essenziale per il funzionamento con PlayStation VR. Probabilmente Sony avrà trovato altri modi per far riconoscere il movimento del joypad nello spazio dal successore di PSVR ma siamo molto convinti che la primissima iterazione del caschetto sarà comunque supportata anche su PS5 e, a questo punto, ci chiediamo come possa funzionare con il DualShock 5.

Non E Dualshock 5

Definitivamente perso per strada anche il connettore micro-USB per la carica, sostituito finalmente da un più moderno USB di tipo-C. Questo collegamento dovrebbe garantire una ricarica più rapida della batteria che sarà ancora una volta integrata nel pad e dovrebbe permettere un'autonomia maggiorata rispetto al DualShock 4 nonostante il nuovo DS5 offra molta più tecnologia e soprattutto molte più parti in movimento.

Vibrazione e schermo OLED

E qui arriviamo al terzo elemento di distinzione, giù adeguatamente descritto e raccontato in almeno un paio di altri nostri video: la vibrazione aptica unita ai grilletti adattivi. Il DualShock 5, infatti, non si limiterà ad offrire una nuova forma di vibrazione, molto più precisa, realistica e soprattutto in grado di offrire movimenti più vari, un po' sulla falsariga del Rumble HD di Nintendo Switch, ma implementerà dei grilletti nuovi di zecca che modificheranno la loro tensione restituendo anche una forza contraria in tempo reale a seconda del loro utilizzo nei giochi. Sparare con tipologie di armi differenti o frenare su terreni con diverso grip dovrebbe restituire sensazioni molto diverse agli indici delle nostre mani.

Dualshock 4 Back Button

Numerose smentite sono invece arrivate sul fronte del presunto schermo OLED presente sul pad e dei pulsanti aggiuntivi sulla parte posteriore del controller. Molti giocatori si erano infatti incuriositi per l'annuncio del DualShock Back Button ma sembra che questo accessorio rimanga una prerogativa del vecchio controller. O magari sarà riproposto sottoforma di extra acquistabile a parte anche per il DS5.

La nostra speranza ovviamente è che Sony, esattamente come Microsoft, realizzi prima o poi un DualShock premium ufficiale che possa rispondere allo splendido pad Elite di Xbox e magari questo joypad potrebbe implementare l'eccellente add-on con schermo OLED ma, per ora, sembra che il DualShock 5 non comprenda questi extra probabilmente anche per una questione di costi e di prezzo al consumatore. Confermata invece da più fonti la totale compatibilità incrociata dei controller tra le due generazioni di console. Questo significa che sarà possibile utilizzare il DualShock 4 su PlayStation 5 e il DS5 su PS4 senza soluzione di continuità.

Design del DualShock 5

Ma il rumor più interessante saltato fuori durante le vacanze natalizie è senza ombra di dubbio quello più recente emerso attraverso un audace e, probabilmente ingenuo, messaggio di un addetto alle pulizie di Ubisoft sul suo account Facebook Messenger personale. L'aitante impiegato si è infatti vantato pubblicamente di aver eseguito la sua prima pulizia di un kit di sviluppo di PS5 con tanto di foto a mostrare la sua manina con annessa pezzetta mentre strofinava l'ormai nota scalanatura a V del prototipo. L'elemento più interessante delle foto riguarda ancora una volta non tanto il devkit della console, fin troppo sfocato e comunque ormai ben conosciuto, ma proprio il DualShock 5 che si intravede in un paio di immagini.

Ps5 Devkit Messenger

Innanzitutto la disposizione dei tasti frontali, degli analogici, della croce digitale e dei tasti Option e Share sembrano praticamente identici all'attuale DualShock 4. C'è giusto un dettagli inedito che rigaurda i tasti frontali che sembrano essere interamente neri o comunque con gli iconici croce, triangolo, quadrato e cerchio praticamente invisibili. Ma è assai probabile che sia una peculiarità dei nuovi prototipi.

Molto più interessante è invece la griglia centrale, posizionata subito sopra il pulsante PlayStation che sembra confermare ancora una volta la presenza dell'altoparlante integrato nel pad ma che dovrebbe alloggiare anche l'inedito microfono utile sia per la chat vocale senza l'utilizzo di cuffie e auricolari, quando magari si gioca ascoltando l'audio dalla TV o con un home theatre, sia per il riconoscimento vocale con tanto di assistente che dovrebbe rappresentare un'altra delle novità software della prossima PlayStation 5.

Ps5 Dev Kit Scaled

Dalle foto dell'aitante omino delle pulizie, è possibile anche notare come la forma del pad sia leggermente più contenuta ma, allo stesso tempo, più bombata. Gli analogici sembrano ravvicinati e il pad dà l'impressione di essere più tozzo e consistente, probabilmente più comodo da tenere in mano, mentre la parte centrale inferiore appare allungata di qualche millimetro e più squadrata. Ovviamente è molto complesso fare dei paragoni o delle comparazioni tra le due generazioni di joypad partendo da foto mosse, sfocate e non centrate sui soggetti però a colpo d'occhio, se si è abituati a passare decine di ore al mese su PlayStation 4, è facile notare le piccole differenze.

Speriamo comunque che Sony si sbrighi a mostrare ufficialmente non solo la nuova PlayStation 5 ma anche il suo pad ufficiale e, anzi, se dovessi lanciarmi in una delle mie solite previsioni, credo proprio che la compagnia giapponese farà il suo primo reveal della nuova generazione partendo proprio dal DualShock 5, esattamente come fece 7 anni fa all'annuncio di PS4. E voi cosa ne dite? Vi piace questo DS5 all'insegna della familiarità, senza grandi rivoluzioni di design ma con numerose tecnologie inedite e interessanti?