Luigi's Mansion 3, provato all'E3 2019 53

All'E3 2019 abbiamo provato Luigi's Mansion 3, scoprendo uno dei giochi più buffi e divertenti in arrivo su Nintendo Switch.

PROVATO di Vincenzo Lettera   —   11/06/2019

Quando Luigi's Mansion 3 è stato rivelato per la prima volta al pubblico, nessuno se n'è accorto. L'esistenza del gioco venne infatti suggerita settimane prima dell'annuncio ufficiale, all'interno del trailer dedicato a Simon Belmont in Super Smash Bros. Ultimate. Tutti erano talmente presi dall'eroe di Castlevania da non dare troppo peso al fatto che Luigi fosse armato di una nuova Poltergust capace di sparare dei grossi sturalavandini, una delle nuove abilità che il baffuto smilzo di casa Nintendo può sfruttare in Luigi's Mansion 3. È risaputo che l'idraulico di verde vestito sia sempre vissuto all'ombra del più popolare fratello Mario, ma all'E3 2019 Nintendo ha messo la nuova avventura di Luigi su un piedistallo, sia per evitare che passi in sordina rispetto a nomi ben più altisonanti, come Pokémon e Zelda, sia perché è consapevole di avere tra le mani una perla, un buffo concentrato di divertimento e comicità in grado di eguagliare e superare quelle 6 milioni di copie vendute da Luigi's Mansion 2 su Nintendo 3DS.

"Mariooooo"

Se nel primo Luigi's Mansion si veniva accolti in una magione spettrale in una notte "buia e tempestosa", Luigi's Mansion 3 comincia con una sequenza dalle tonalità completamente diverse. Assieme a Mario, Peach e a una manciata di Toad, Luigi e Poltercucciolo attraversano paesaggi bucolici, tra verdi colline sotto un cielo azzurro, per passare una piacevole vacanza all'interno di un lussuoso albergo. Inutile dire che la scampagnata della combriccola prende una deriva inaspettata, e subito dopo aver fatto il check-in Luigi si ritrova da solo scoprendo che l'hotel è infestato dai fantasmi. Dal professor Strambic riceverà così la nuova Poltergust G-0M - l'aspirapolvere multi-funzione in grado di renderlo un acchiappafantasmi provetto - e comincerà a esplorare tutti i piani dell'altissimo edificio nel tentativo di ritrovare i suoi amici scomparsi.

La prima differenza di questo nuovo episodio rispetto ai precedenti sta proprio nella struttura dei livelli: l'albergo di Luigi's Mansion 3 si estende in verticale, col giocatore che, uno dopo l'altro, deve esplorare ogni singolo piano, sconfiggere il boss di turno e ottenere il pulsante dell'ascensore che gli permette di salire al piano successivo. Come se fosse un mondo di Super Mario, ogni piano è contraddistinto da un tema particolare, e all'E3 di Los Angeles abbiamo potuto esplorare in lungo e in largo un piano tutto in tono medievale, tra armature sinistre e sale del trono in cui affrontare cavalieri fantasma. Per quanto riguarda le meccaniche, tornano tutte le azioni principali della vecchia Poltergust: dalla possibilità di illuminare zone della stanza utilizzando lo Strobobulbo, passando per la capacità di aspirare o sparare un getto d'aria, ma il repertorio viene arricchito con nuove opzioni e possibilità inedite. Premendo i due dorsali, Luigi può rilasciare un'onda d'urto capace di sbaragliare nemici e oggetti vicini, mentre la Poltergust G-0M può sparare grossi sturalavandini utili sia nei combattimenti che nell'esplorazione dello scenario. Abbiamo visto come, scagliando uno sturalavandini a una parete sospetta e provando ad aspirarlo, Luigi apra un passaggio per una stanza segreta. Infine, agganciando gli spettri con la Poltergust, sarà possibile sbatterli da un lato e dall'altro, magari riuscendo nel frattempo a colpire e danneggiare gli altri fantasmi nei dintorni.

A tutto questo si aggiunge poi Gommiluigi (Gooigi in inglese), la melmosa copia verde introdotta in Luigi's Mansion 2 ma che nel terzo capitolo avrà un ruolo più importante per risolvere i puzzle ambientali. In qualsiasi momento si potrà evocare Gommiluigi e utilizzarlo per superare trappole e spuntoni, o attivare interruttori mentre il vero Luigi è da tutt'altra parte. Esattamente come in Luigi's Mansion 2, poi, un secondo giocatore può prendere il controllo di Gommiluigi per affrontare l'avventura in cooperativa. Per espandere ancora di più l'esperienza multigiocatore, Nintendo ha tuttavia introdotto una nuova modalità chiamata Torre del Caos: fino a quattro giocatori, online o in locale (ognuno col suo Switch) devono collaborare per scalare i piani di un piccolo hotel generato in maniera procedurale ad ogni partita. Ciascun piano chiede al gruppo di portare a termine un obiettivo entro un tempo limite, costringendo a dividersi per andare a caccia di fantasmi da catturare o Toad da salvare. In alcuni casi sarà però necessario raggrupparsi e spostarsi in coppia, magari per risolvere enigmi o sconfiggere nemici che necessitano più giocatori. Così come nella modalità Storia, la Torre del Caos è piena zeppa di trappole, e capiterà spesso di dover liberare un compagno bloccato dietro una porta o intrappolato in un tappeto, rendendo quindi fondamentale comunicare e attirare l'attenzione del team utilizzando i tasti del d-pad per inviare semplici messaggi. Visto poi che ciascun giocatore può evocare a sua volta un Gommiluigi, e poiché ogni Gommiluigi può essere giocato da un'altra persona semplicemente passandole il Joy-Con, tecnicamente è possibile affrontare la Torre del Caos con uno squadrone di otto persone.

Ancora una volta sotto la guida di Kensuke Tanabe e di Nintendo, il team canadese Next Level Games sembra aver fatto suo il personaggio di Luigi, prendendo quanto di più riuscito c'era in Luigi's Mansion 2 ed espandendolo da ogni punto di vista. Nelle scene d'intermezzo o nel modo in cui si muove quatto quatto tra i corridoi dell'albergo, Luigi è più adorabile che mai, e si fa fatica a non ridere ed empatizzare a ogni spavento, a ogni gag e ogni sospiro di sollievo. Le nuove abilità saranno anche piccole aggiunte, ma se da un lato mantengono il feeling di gioco estremamente familiare, dall'altro lo rinfrescano e lo rendono ancora più divertente, senza contare che la struttura dell'albergo e la divisione tematica dei piani promettono di rendere Luigi's Mansion 3 l'episodio più vario e interessante di tutta la serie.

CERTEZZE

  • Luigi sarà ancora protagonista di mille gag tenerissime
  • Le nuove abilità aggiungono pepe agli scontri e alla risoluzione di enigmi
  • Una modalità multigiocatore interessante e potenzialmente infinita

DUBBI

  • Muoversi da una parte e puntare liberamente il Poltergust richiede un po' di pratica
  • Da valutare la varietà dei diversi piani e dei boss