Need For Speed Underground  0

All'ECTS abbiamo messo le mani sull'ultimo episodio della celebre serie...

ANTEPRIMA di Antonio Jodice   —   01/09/2003

Sterzo, contro sterzo, controllo di derapata, questi sono alcuni dei termini più cari agli amanti delle simulazioni di guida, da sempre e su qualsiasi piattaforma. La demo di Need for Speed Underground, presente allo stand Electronic Arts in versione PS2, li lascia da una parte e ci mette in un abitacolo di una fiammante Mitsubishi Eclipse* , chiedendoci solo di premere l’acceleratore, di frenare prima di sterzare e di cercare di non andare a sbattere in curva. L’impresa non è facile, tutt’altro. NFS Underground è uno dei giochi di guida, tra quelli che mi son capitati fra le mani, dove l’impressione di velocità è resa in maniera più convincente ed in più momenti mi son scoperto a trattenere il fiato su una pista notturna coperta di pioggia. La resa di questi elementi atmosferici è ottima, NFS Underground è condito da ogni sorta di effetto grafico e il risultato è davvero spettacolare, tanto da potersi considerare superiore per certi aspetti anche al mostro sacro GranTurismo 4. Anche il blur effect, solitamente usato in modo improprio, è qui utilizzato in modo per niente invadente per accentuare ulteriormente l’effetto di velocità ed in maniera efficace e, sommato alla distorsione delle luci, alla pioggia che si infrange sulla carrozzeria della vettura, contribuisce a dar vita a quella che è una tech demo delle capacità di PlayStation 2. Tutto questo chiaramente ha un costo e il frame rate, che si attesta intorno ai 30 fps, a volte ha delle incertezze, che si spera verranno eliminate nella versione definitiva. Anche perché dalle parole dei programmatori quest’ultimo capitolo della serie di NFS ha le carte in regola per farsi apprezzare da molti giocatori. Invece che aver modellato le piste, ricreando in modo realistico le strade di alcune città sparse in tutto il mondo, i designer di Black Box, software house canadese che già aveva lavorato su NFS Hot Pursuit 2, le hanno reinterpretate piegandole alla necessità di consentire ai giocatori di spingere al massimo l’acceleratore senza troppe preoccupazioni, lasciandoli liberi di cercare scorciatoie e di godere dei fondali ricchissimi di dettagli.

Il risultato non tarderà a farsi attendere, NFS Underground uscirà a Novembre negli States ed anche la versione europea non dovrebbe farsi attendere molto. Nell’attesa, oltre alle immagini qui sotto potete anche godervi i filmati della nostra prova su strada.

Need for Speed Underground #1

Need for Speed Underground #2