Paper Mario 2  0

L'idraulico più famoso del mondo torna a popolare un mondo surreale in cui tutto è fatto di carta, le dimensioni si appiattiscono e confondono e l'azione RPG non è mai stata così frenetica! Seguiteci per tutte le ultime informazioni su Paper Mario 2!

ANTEPRIMA di La Redazione  —   21/06/2004

Paper Mario 2 è un RPG sui generis, in cui la struttura a turni si unisce ad ampi e vari elementi di azione e platform. Non solo Mario e il suo partner controllato dal giocatore si muovono in ambienti con switch da attivare, piattaforme da scalare e prove d'azione in tempo reale, ma gli stessi combattimenti prevedono l'esecuzione di azioni in real-time per rendere più effettivi gli attacchi. Come in tutti gli RPG, sarà possibile muoversi in mappe nelle quali portare avanti la trama, comprare oggetti, discutere con personaggi, e così via. I combattimenti avverranno al contatto con i nemici vaganti. Attaccarli direttamente ci darà un vantaggio di turno nella modalità di lotta, mentre entrarci in contatto di spalle metterà il nemico direttamente all'attacco. Una volta in modalità di combattimento, il gioco rispetta formalmente le tradizione dei giochi di ruolo a turni. Selezionato il comando da far eseguire al personaggio, però (come attaccare con un salto in testa o con il martello), bisognerà anche premere il bottone corrispondente al momento giusto per rendere l'attacco più effettivo o a ripetizione. Si tratta di una tecnica non nuova, recentemente vista in Mario e Luigi: Superstar Saga, in Paper Mario per Nintendo64 o nel primissimo episodio RPG dell'idraulico, Super Mario RPG prodotto insieme a Square nell'ormai lontano 1996. Paper Mario 2 lo amplifica, così che bisognerà portare avanti dei veri e propri movimenti oltre a scegliere l'attacco.

Il gioco incorpora il gameplay di tutti i suoi predecessori, incluso il principio di controllo di due personaggi in tandem del recente Superstar Saga per GBA. Il sistema viene però ripulito, perfezionato e portato all'estremo, con l'aggiunta di veri e propri pattern di attacco da eseguire in tempo reale perché la mossa risulti effettiva. Il risultato è un RPG che, come il suo prequel ma ancora meglio, risulta solido, divertente, impegnativo ma mai frustrante, con la giusta richiesta di tecnica e cervello da parte del giocatore ma anche un ritmo e un'azione più elevati e frenetici. Non mancheranno i sottogiochi e le sezioni alternative e bonus. La più interessante è la rilettura dell'originale Super Mario Bros in cui però si controlla Bowser, cercando di fargli mangiare quanta più carne possibile per farlo crescere e fargli distruggere le mura che Mario avrebbe invece scalato; ma anche i quiz e le sezioni superabili solo tramite la collaborazione dei molti personaggi tipici dell'universo Nintendo, quali bob-omb, goombas ed altri, sono ottime variazioni per "spezzare" il gameplay principale. L'aspetto più originale è però l'intervento, in mezzo ai combattimenti, del pubblico. Durante i combattimenti, attorno ai protagonisti si riunirà una folla crescente a fare il tifo, e sarà possibile utilizzarla strategicamente per ottenere bonus, colpi di lattine sui nemici (ma anche su voi stessi!) o gag umoristiche. Ai primi segni di sconfitta dei nemici, per esempio, i posti attorno alle Pirana Plants tra il pubblico rimangono vuoti, ma il pubblico non esiterà a lanciarvi addosso pezzi di scenario se lo deludete!

La trama in Paper Mario 2 è favolistica, semplice, praticamente al grado zero della narrazione. Ma la forza del gioco risiederà come sempre nel divertimento puro del gameplay, nella freschezza e nel coinvolgimento del sistema di combattimenti (tra turni e tempo reale) e nella presentazione fantasticamente stilosa del gioco, con un carico di humour, gag auto-ironiche e soluzioni grafiche senza pari. Si tratta di un traguardo raggiunto dal suo prequel per Nintendo 64, ma la tecnologia dell'epoca ne limitava la portata estetica. In Paper Mario 2 l'hardware del Cube fa muovere senza problemi e con molta più disinvoltura un universo figurativo irresistibile, in cui Mario può piegare ad aeroplanino un fondale per volarci su, il warp ci risucchia come uno scarico tirandosi dietro i fogli che compongono gli ambienti, e così via. Le case si appiattiscono, centinaia di scheletrini affollano lo schermo, Mario scivola sotto le porte chiuse. La palette è colorata, vibrante, espressiva. Le animazioni esilaranti. L'universo figurativo legato ai bei primordi di Mario, del tutto privo di quello stile estetico da Warner Bros di terz'ordine, derivativo e impersonale, impresso su un gioco come Mario Sunshine. Il gameplay è solido e interamente votato al divertimento. Aspettiamo con trepidazione l'uscita di questo annunciato capolavoro, sperando che le impressioni iniziali vengano interamente confermate. L'uscita in Giappone (qui il gioco non si chiamerà Mario Story 2 seguendo il suo prequel, ma Paper Mario RPG) è prevista per il 22 Luglio, negli States per Novembre.

Sicuramente tra i migliori del recente E3, Paper Mario 2, seguito dell'action RPG per Nintendo64, dimostra in modo sconcertante che la vera ricerca di artisticità in un videogioco, nella maggior parte dei casi, non viene affatto recepita, mentre si decantano lodi sperticate di giochi con estetiche forzosamente "realistiche" o a trame "complesse" che poco hanno a che vedere con il vero concetto di gioco. Con il suo universo interamente composto di figure piane, che rivelano la mancanza di terza dimensione quando ruotano su se stesse e si prestano a una gustosa serie di giochi espressivi e paradossi, Paper Mario 2 è di fatto un gioco altamente artistico, e anzi di riflessione sulla stessa storia espressiva del videogioco, proseguendo così una poetica inaugurata dal suo prequel e alla quale Nintendo ha strizzato l'occhio in diversi frangenti (ad esempio, con l'inclusione di Mr Game & Watch in Super Smash Bros Meleè). Paper Mario 2, fatte salve sorprese, si presenta poi come un gioco di fattura eccellente e grande gameplay, tra i migliori action RPG in circolazione, in assoluto.