PS5 e Xbox Series X: cosa sono i TeraFLOPS e quanto sono importanti? 323

In questi giorni TeraFLOPS è la parola sulla bocca di chiunque causa PS5 e Xbox Series X: ma cosa diavolo sono i TeraFLOPS e perché sono importanti? In questo video, ve lo spieghiamo con precisione!

VIDEO di Pierpaolo Greco   —   25/03/2020

Indice

Se c'è un termine che si è letteralmente accaparrato la scena videoludica in queste settimane causa PS5 e Xbox Series X è chiaramente TeraFLOPS. Teoricamente andrebbe utilizzato per descrivere con un numero sintetico la potenza di calcolo di un processore, ma oggi è decisamente più utilizzato per fare console war secondo lo strano assunto che: più una console ce l'ha grande, il numero, e più i suoi giochi saranno belli.

Ora, lungi da me cercare di farvi capire come il TeraFLOPS sia solo un indicatore generale di capacità di calcolo e non il valido e univoco rappresentante della potenza miracolosa di una macchina. Un po' ci ho anche provato con un paio di altri video che trovate in giro per il sito e nel nostro canale YouTube. Qui invece voglio andare alla base della questione e spiegarvi chiaramente cosa sono i TeraFLOPS. In questo modo, nelle chiacchiere da bar, anche voi potete dimostrare di essere più competenti.

Per iniziare mi riallaccio a un video che ho realizzato qualche mese fa in cui ho cercato di spiegarvi il significato dei termini tecnici più utilizzati nella next-gen e, più in generale, ogni qualvolta ci si ritrova a parlare di componenti hardware. Innanzitutto l'acronimo FLOPS sta per floating point operations per second, ovvero operazioni in virgola mobile eseguite al secondo. Queste operazioni rappresentano i calcoli che un processore deve svolgere per completare un determinato compito. E con compito intendo qualsiasi cosa: dalla fisica all'audio, ai calcoli relativi alla routine dell'intelligenza artificiale fino, ovviamente, al rendering grafico. Il riferimento è alle operazioni in virgola mobile perché queste sono tra le più elementari e basilari svolgibili da un calcolatore e naturalmente maggiori sono i FLOPS, maggiore è la potenza di calcolo di quel processore.

Il prefisso Tera serve ad indicare l'unità di grandezza di queste operazioni come i vari Kilo, Mega, Giga. 1 TeraFLOPS identifica 1000 miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo.

Un TeraFLOPS per tutto

E direi che fino a qui ci siamo. Ma giusto per essere sicuri, i TeraFLOPS, pur essendo legati alle frequenze di lavoro di un processore secondo un'equazione che più avanti vi spiegherò, non indicano assolutamente i GHz raggiunti da una CPU o una GPU, il numero di core al loro interno, oppure l'architettura alla base di questi core. È un valore semplice e puro che indica, come già detto, il numero di calcoli al secondo che un processore riesce a svolgere. Ma nulla ci dice in merito a questi calcoli e alla loro qualità.

Ps5 Xbox

E ora cercherò di arrivare al nocciolo della questione sollevata da moltissimi sviluppatori in questi giorni e dallo stesso Mark Cerny durante la presentazione della sua PlayStation 5: perché ragionare solo in funzione dei TeraFLOPS è fuorviante rispetto alla reale capacità di una console o una scheda video? Per rispondere mi limiterò a farvi un paio di esempi molto concreti, per quanto poco scientifici e matematici.

Prendiamo come riferimento Xbox One. La prima, quella liscia, produce poco più di un TeraFLOPS: 1,3 per essere precisi. Xbox One X, la revisione di metà generazione della console Microsoft, ne produce invece 6, tondi tondi. Infilo nel mezzo anche un paio di schede video PC entrambe prodotte da NVIDIA: GeForce GTX 1080 raggiunge poco meno di 9 TeraFLOPS, 8,8 per la precisione mentre l'attuale punta di diamante, la GeForce RTX 2080 Ti, arriva all'incredibile valore di 13,4 TeraFLOPS.

Ps5 Xbox Series X

Ora, prendete un qualsiasi titolo multipiattaforma di questa generazione: vi sentireste di dire che Red Dead Redemption 2 o un Call of Duty: Modern Warfare o anche un Assassin's Creed Odyssey, girino su un PC con una 2080 Ti circa 14 volte meglio di come girano su Xbox One liscia? Trovate credibile pensare che una PS5 con i suoi presunti 10,2 TeraFLOPS a pieno regime sia di pochissimo superiore a una GeForce GTX 1080. Una scheda video che avrà più di 4 anni quando la nuova PlayStation arriverà sul mercato? E credete davvero che uno scarto simile possa esserci tra PlayStation 5 e Xbox Series X? Alla fine sempre di circa 1 TeraFLOPS e mezzo di differenza parliamo.

Calcolare i TeraFLOPS

E nel momento in cui aggiungo a quanto appena detto, come si calcolano i TeraFLOPS vi renderete conto ancora di più, di quanto sia inutile discutere soltanto di questo aspetto per decretare quale delle 2 console sia la migliore nell'uso reale.

Quando si parla di tecnologia grafica AMD, per conoscere il numero di TeraFLOPS prodotti dalla scheda video bisogna moltiplicare la velocità di clock della GPU per il numero di compute unit per 128 e poi dividere il tutto per 1000. Quindi, nel caso di PS5 abbiamo 2,23 GHz X 36 compute Unit X 128 / 1000. Ovvero 10,27. Lo stesso calcolo applicato a Xbox Series X dà proprio i 12 TeraFLOPS dichiarati da Microsoft: 1,825 GHz X 52 X 128 / 1000 uguale 12,14. Ora che conosciamo il calcolo, proviamo ad applicarlo a PS4 Pro sapendo che la GPU ha 36 compute unit e viaggia a 911 MHz: 0,911 X 36 X 128 / 1000 = 4,19 TeraFLOPS, esattamente il valore dichiarato da questa revisione di metà generazione.

E ora facciamo un'ipotesi: ipotizziamo di avere un eccellente raffreddamento a liquido in ambiente controllato e di poter mettere le mani sul firmware di PS4 Pro per overclockare la sua GPU. Ecco ipotizziamo di portarla a 2,5 GHz invece dei 911 MHz originali. Andiamo a ricalcolare i TeraFLOPS e, come per magia, scopriamo che siamo arrivati a 11,52 TeraFLOPS, decisamente meglio di PS5 e a un soffio da Xbox Series X.

Mi rendo conto che quest'ultimo esempio sia un po' stupidotto oltre che poco applicabile nella realtà, però mi serviva solo per dimostrare un fatto fondamentale che Mark Cerny ha cercato di spiegare durante la sua lunga e noiosa presentazione di PS5: le compute unit di PS5 sono ben diverse da quelle di PS4 e questo comporta che il valore in TeraFLOPS non sia neanche confrontabile tra generazioni diverse e, questo lo aggiungo io, spesso neanche all'interno della stessa generazione.

Xbox Series X è più potente di PS5?

Prima che impazziate nei commenti, non voglio assolutamente dire che in realtà PS5 è potente quanto Xbox Series X o che i TeraFLOPS della console di Microsoft siano uno specchietto per le allodole privo di qualsiasi utilità. I TeraFLOPS sono quello che sono: un valore di riferimento della quantità di calcoli che un processore può svolgere ogni secondo. Consideratela una sorta di velocità massima che una vettura può raggiungere. Ma come questa velocità la raggiunge, quanti litri di carburante consuma, quanto è stabile alla massima velocità e quanto tempo ci metta a frenare, sono altre variabili in gioco che non c'entrano assolutamente nulla e che possono modificare di molto l'utilità e l'impatto di questa velocità massima.

E comunque sì, Xbox Series X è più potente di PlayStation 5 sulla carta visto che le 2 architetture sono direttamente confrontabili; ma per vedere se questo avrà effettive conseguenze sul mercato dovremo aspettare l'uscita delle console e poi ovviamente dei giochi multipiattaforma. Mentre aspettiamo che questo avvenga, commentate qui sotto per farmi sapere quale delle 2 console aspettate maggiormente e quante differenze vedremo, secondo voi, non appena avremo avviato i primi giochi.