XRelease Next: Settembre  0

Il caldo svanisce e si torna a stretto contatto con le console Microsoft, ecco la nostra rubrica sulle uscite del mese di settembre.

RUBRICA di Pietro Quattrone   —   05/09/2006

Ninety Nine Nights

Ninety Nine Nights è il primo vero gioco pensato e costruito per accrescere l’appeal di Xbox 360 in terra nipponica. Come riuscirci? Un mix di componenti vincenti, un geniale game designer e un genere molto amato dai videogiocatori con gli occhi a mandorla. N3 è il primo titolo sviluppato da Mizuguchi, amato e geniale programmatore che ha creato alcuni dei più riusciti puzzle game di sempre quali Rez e Lumines, per Xbox 360, e per l’occasione si è voluto cimentare in un genere che non aveva mai toccato prima, creando un action picchiaduro a scorrimento con un pizzico di strategia. Per riuscire al meglio nel suo intento Mizuguchi si è fatto affiancare dal team dei coreani Phantagram autori della bellissima saga di Kingdom Under Fire. Il prodotto finale sembra davvero un Kingdom Under Fire semplificato ed incentrato sulla sua bella protagonista, l’elfa Inhphy e sulle sue micidiali combinazioni di attacco. Ci troveremo a combattere contro centinaia di nemici su schermo guidando le nostre truppe negli scontri più difficili.

un geniale game designer e un genere molto amato dai videogiocatori con gli occhi a mandorla

Ninety Nine Nights

La strategia è stata un po’ accantonata dal team di sviluppatori che ha preferito incentrate il gioco maggiormente sull’azione vera e propria. Dal punto di vista “tattico” è infatti solamente possibile scegliere le truppe che scenderanno sul campo di battaglia prima del combattimento e durante le missioni potremo impartire dei semplici ordini ai nostri soldati, ma nulla di più. Tutta l’attenzione è per il nostro personaggio, all’inzio la bella guerriera Inphyy, e sulle sue velocissime raffiche di colpi. Tecnicamente il gioco era nato con enormi pretese ed uguali aspettative da parte di noi utenti, da quanto visto ultimamente (la demo scaricabile su Xbox Live parla chiaro) invece sembra essersi un po’ ridimensionato, mantenendo sempre una enorme cura nei modelli dei personaggi e nella stabilità del motore di gioco, peccando invece nella realizzazione degli scenari di guerra. Ovviamente la trama avrà la sua importanza, motivandoci a continuare la nostra battaglia contro ogni avversario. Se volete provare in prima persona N3 non vi resta che fare un salto nel vostro negozio di fiducia, il gioco di Mizuguchi è infatti uscito da alcuni giorni.

Saint’s Row

Un altro gioco appena arrivato nei negozi italiani è Saint’s Row, il tanto atteso GTA per la console Microsoft. In maniera evidente gli sviluppatori di Volition si sono ispirati al capolavoro di Rockstar per creare Saint’s Row, desiderando dare ai possessori di Xbox 360 ancora più contenuti di quelli già presenti in GTA. Il punto cardine sul quale ruota tutto il gioco è il free roaming, la più completa libertà di azione e di movimento nell’intera area di gioco. Prenderemo parte alla guerra in corso fra le quattro gang che infestano la città di Stilwater, prima come dei semplici esecutori rivestendo poi un ruolo sempre più importante. La storia sembra essere assolutamente intrigante e coinvolgente, molto cinematografica in ogni suo aspetto.

ancora più contenuti di quelli già presenti in GTA

Saint’s Row

Le missioni sono molto varie ed è davvero difficile qualificarle in breve, di certo l’uso delle armi da fuoco, la violenza e i combattimenti corpo a corpo sono all’ordine del giorno. Dovremo guadagnarci il “rispetto” degli altri membri dei Saints e delle altre gang risolvendo con successo le missioni e cercando al contempo di catturare i territori dei nostri rivali. Il gioco è molto curato nei dettagli, per iniziare da un editor fisico molto preciso che ci permetterà di ricreare il nostro alter ego virtuale, passando alla personalizzazione della musica da inserire nel nostro ipod virtuale, fino ad arrivare alla possibilità di modificare i nostri tratti somatici, rivolgendoci ai chirughi della banda, per sfuggire alla polizia. E’ quasi inutile dire che la campagna in single player è assolutamente longeva garantendo una quarantina almeno di ore di gioco, ma non è finita qui. La grossa novità per un gioco del genere è la presenza di molteplici modalità online da sfruttare attraverso Xbox Live, sia in cooperative che come rivali. Vi rimandiamo alla nostra imminente recensione per saperne di più.

Test Drive Unlimited

Sta per sbarcare su Xbox 360 il primo MOOR (Massively Open Online Racing) di sempre, un mondo virtuale, persistente, fatto di piloti con i loro bolidi da mille e una notte. Atari punta molto su questo nuovo gioco che ci consentirà di scorazzare tra le vie di una stupenda isola tropicale incontrando avversari dalle più svariate abilità. Una volta scelto il nostro personaggio ci vedremo catapultati su questa isola delle Hawai, dovremo scegliere una base virtuale dotata di garage nella quale custodire le auto e le moto che di volta in volta acquisteremo. Non ci sono differenze tra il giocare offline e online, questo a favore dei match su Xbox live che offriranno una interazione molto più profonda con l’intero gioco. Una volta scelta la nostra automobile inizieremo a girare per le strade incontrando, oltre al normale traffico gestito dalla I.A., anche le altre auto gestite da piloti in carne ed ossa. Il sistema di sfide funziona con semplicità riprendendo un vecchio concetto già visto nella serie di Tokyo Highway Battle, ci si accoda allo sfidante, una veloce sfanalata, e si parte con la gara liberamente scelta dai contendenti.

Un mondo persistente ed un modello di guida prettamente arcade, questi gli ingredienti di TDU

Test Drive Unlimited

Per girare nell’isola saremo aiutati da un navigatore satellitare che ci fornirà sempre la posizione degli altri giocatori presenti online. Il modello di guida è prettamente arcade, per rendere più spettacolari e meno complesse le sfide tra giocatori. Oltre alle classiche competizioni contro il cronometro, a percorso prefissato e contro gli altri utenti sarà possibile imbattersi in modalità alternative, come ad esempio accompagnare un autostoppista da una parte all’altra della immensa isola. Queste sotto-missioni serviranno ad incrementare il nostro budget che ovviamente andrà a sua volta impiegato nel comprare nuovi bolidi sempre più perforanti. Una trovata decisamente intrigante è quella del Drive-in, una sorta di una auction house, concetto ripreso dai MMORPG, nel quale gli utenti possono lanciarsi delle sfide che restano in sospeso per alcuni giorni, stabilendo veicolo e percorso, alla scadenza chi avrà completato al meglio la competizione potrà accaparrarsi l’intero montepremi. Tecnicamente pur non facendo gridare al miracolo sembra basarsi su un motore di gioco comunque valido, che mantiene i 30 frame costanti e capace di ricreare in ogni piccolo dettaglio una vera isola tropicale. Dall’8 settembre i motori torneranno a ruggire, diventando bollenti su Xbox live.

Dead Rising

In uscita sempre l’8 settembre anche questo attesissimo survival horror made in Capcom. Definirlo survival horror è leggermente fuorviante; è vero che si tratterà di sopravvivere in un grande centro commerciale infestato dagli zombie, ma è anche vero che l’ironia la farà da padrona. Prenderemo il controllo di un fotografo, Frank che, suo malgrado, si troverà catapultato in una situazione al quanto spiacevole, essere circondato da centinaia, migliaia di zombie. Lo scopo del gioco sarà quello di resistere per 72 ore, fino all’arrivo dei soccorsi. Per farlo Frank avrà la possibilità di usare ogni tipologia di oggetto, dalle comuni armi bianche come mazze e spade, alle armi da fuoco, agli accessori più strani come pistole ad acqua, televisori, panchine e tutto quello che il nostro fotografo riuscirà a raccogliere. Nel centro commerciale oltre a noi e agli zombie sono rimasti rinchiusi anche molti altri personaggi con i quali potremo interagire, e che di volta in volta ci daranno alcuni compiti da svolgere. Spesso e volentieri ci troveremo ad agire per salvarli da qualche spiacevole situazione.

Resistere per 72 ore circondati dagli zombie

Dead Rising

Potremo girovagare liberamente per tutto lo shopping center anche senza una meta precisa, con il solo gusto di falciare tutti gli zombie sul nostro cammino. In questi frangenti ciò che balza all’occhio, oltre all’incredibile numero di personaggi su schermo, è l’accento posto sul “gore” da parte degli sviluppatori, il sangue uscirà a fiotti, litri e litri di globuli rossi verranno versati, gli zombie rimarranno mutilati, senza braccia, senza gambe e comunque proveranno ad attaccarci, incapaci di resistere all’impulso di divorarci. Tecnicamente il gioco Capcom è decisamente pregevole, le centinaia di nemici presenti su schermo contemporaneamente sono un ottimo biglietto da visita, ma il motore grafico non si ferma qui garantendo una buona fluidità e delle ottime animazioni dei personaggi. I modelli poligonali sono decisamente ben fatti, ciò che invece ci ha convinto di meno è la mancanza di alcuni effetti di luce e alcune texture non particolarmente definite. Attendiamo con ansia la strage di zombie, ormai manca pochissimo.

Enchanted Arms

Finalmente anche gli utenti Xbox 360 potranno gustarsi un buon jrpg, un gioco di ruolo di matrice orientale sviluppato da From Software e portato in Europa da Ubisoft. Chiunque abbia giocato un jrpg sa bene cosa aspettarsi da Enchanted Arms, esplorazione, incontri casuali col nemico, combattimenti a turni con i personaggi disposti sopra una sorta di “scacchiera”. Ovviamente c’è molto altro, la storia innanzitutto che come ogni rpg che si rispetti ha una importanza fondamentale, in questo caso giocheremo nei panni di Atsuma, un apprendista incantatore che inizierà a controllare i golem, magiche creature dotate di fortissimi poteri, e che nel corso della storia avrà un ruolo sempre più importante, andando ad influire su una guerra in corso da migliaia di anni. Potremo prendere il controllo di più di 75 tipi diversi di creature incantate, spesso ottenute al superamento di determinati dungeon.

Finalmente un jrpg su Xbox 360

Enchanted Arms

Il sistema di controllo, il famoso Speed Tactics Battle System, permette di gestire senza problemi, lasciando molto spazio alla spettacolarità degli attacchi, il movimento ed il combattimento a distanza del nostro party. La longevità è garantita ad almeno 50 ore di gioco ininterrotto, che saranno sicuramente di più fermandosi ad esplorare ogni piccola parte del mondo fantastico immaginato dai From Software. Tecnicamente il gioco risulta pregevole, con ottimi modelli poligonali creati con una particolare attenzione ai dettagli ed evocative, anche se a volte non curatissime, ambientazioni. E’ inoltre presente una modalità online che permetterà sfide molteplici tra i vari incantatori, incrementando, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la longevità di questo atteso gioco di ruolo giapponese. Ormai manca poco all’uscita nei negozi e finalmente tutti i videogiocatori dotati di Xbox 360, amanti di questa tipologia di giochi, potranno gioire.

Xbox

Anche per la console a 128 bit di Microsoft la fine del grande caldo porta qualche piacevole sorpresa. Il ritardo subito da Jaws Unleashed ha permesso a tutti i videogiocatori di andare al mare senza troppe paure, meno male. Ma altre scadenze si avvicinano e ormai manca pochissimo all’inizio del campionato di calcio di serie A, e quale modo migliore per festeggiarlo se non con l’ultimo episodio della serie FIFA di EA? Ma prima di partire vi suggeriamo di non sottovalutare il prossimo gioco di cui parleremo, Lego Star Wars II: La Trilogia Classica, una piccola chicca che per l’occasione vede la luce su Xbox e su Xbox 360.

Lego Star Wars II: La Trilogia Classica

Ultimamente nel mondo dei videogames si sta puntando l’accento quasi esclusivamente sul realismo, sulla tensione, sulla gravità delle situazioni, quasi dimenticando che lo scopo di un buon gioco è quello di distrarre, di divertire, magari anche di far sorridere. Fortunatamente ci pensa questo piccolo gioiellino, nato dalla collaborazione tra LucasArts e TT Games, a riportare un po’ di sana allegria. Lego Star Wars II ci i farà rivivere tutti gli episodi fondamentali della trilogia di Guerre Stellari puntando molto l’accento sulla ironia, grazie anche ad una cosmesi che ricalca i famosi mattoncini da costruzione, i Lego.

Star Wars come non l'avete mai vista

Lego Star Wars II: La Trilogia Classica

Il gioco è un action adventure, condito da numerosi puzzle da risolvere nel corso dei livelli. Vedere i personaggi Lego rivivere le scene e i drammi della trilogia non può che far sorridere, ma l’ironia è solo una delle qualità del titolo, che si dimostra un solido action game, semplice ma ben costruito. Offre la possibilità di gestire più di cento protagonisti diversi, con moltissime modalità di personalizzazione, permettendo la creazione di personaggi assurdi che costituiscono un mix tra veri interpreti della saga, che ne pensate di un Yoda Kenobi? Sono inoltre presenti molte differenze tra i vari soggetti della saga, ognuno con le sue caratteristiche e i suoi punti di forza. Tecnicamente il titolo LucasArts si dimostra decisamente valido, senza badare troppo ai fronzoli riesce ad avere un impatto visivo certamente appagante, superbi poi certi effetti riservati alla versione Xbox 360. Che dire, se siete stanchi dei soliti giochi date un’occasione a Lego Star Wars II: La Trilogia Classica.

FIFA 07

Dopo il recente annuncio alla GC di Lipsia dell’esclusiva temporale di FIFA 07 e PES 6 per Xbox 360, la conferma di FIFA 07 per Xbox non fa che rendere le console Microsoft il punto di riferimento per ogni amante del pallone. Se per riappacificarvi con il calcio-scandalo di questa estate non vi è bastato vincere un mondiale, accendete la vostra console e vedrete che il prodotto di Electronic Arts saprà risollevarvi. Il nuovo FIFA si presenta come al solito ricco di ogni possibile statistica ufficiale dei più importanti campionati del mondo, 27 tornei e più di 500 squadre diverse. La modalità di gestione manageriale del vostro team è stata resa ancora più profonda, il controllo della squadra è stato reso più immediato, e l’intelligenza artificiale dei ventidue giocatori presenti sul manto erboso è stata evoluta ancora una volta. I portieri sono stati resi quasi uguali alle loro rispettive controparti reali, con reazioni “umane” e con moltissime animazioni di bloccaggio e deviazione della palla. La fisica del pallone è stata migliorata, dandoci davvero l’impressione di aver quasi raggiunto la profondità e credibilità del prodotto di riferimento del genere, quel Pro Evolution Soccer che Konami migliora costantemente. Sono stati inseriti poi nuovi colpi speciali dedicati ai più grandi campioni, con lo stick sinistro sarà possibile dare numerosi effetti al pallone, come mai prima d’ora. Ogni appassionato di calcio non può non dare almeno un’occhiata al gioco di Electronic Arts, in uscita a fine settembre su Xbox. Prima di lasciarvi vi ricordiamo di cliccare sulla prossima pagina per consultare la lista completa delle uscite. Ci ritroviamo sempre qui su Multiplayer.it ad Ottobre.

Xbox 360

Xbox

Iniziano le prime piogge, il clima non è più così torrido e la voglia di riprendere in mano il pad aumenta con il passare delle ore, è questo l’effetto che fa l’essere entrati nel mese di settembre. Un periodo di certo florido quello dell’autunno-inverno per le console Microsoft, ve ne accorgerete presto dando un’occhiata prima al nuovo numero di XRelease Next e poi agli scaffali del vostro negoziante.