Tutti i futuri giochi di Electronic Arts includeranno microtransazioni 173

Contenti?

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   27/02/2013

Sarete tutti felici di sapere che Electronic Arts ha le idee chiarissime per quel che riguarda il futuro delle microtransazioni nei suoi giochi: le includerà in tutti. Sì, ogni singolo gioco del publisher permetterà di compiere acquisti in-game (quindi dobbiamo ritenere che sarà così anche per titoli come Dragon Age III).

L'annuncio di questa mossa è stato ufficializzato oggi alla Media & Telecom Conference di Morgan Stanley Technology dal CFO di EA Blake Jorgensen.

Insomma, chi vorrà potrà pagare per avere contenuti che altrimenti avrebbe dovuto sbloccare giocando (pensate, c'è ancora chi compra i videogiochi per sudarsi i contenuti... sciocchini): nuovi personaggi, un'arma, un veicolo o qualsiasi altro elemento di gioco. Secondo Jorgensen, i consumatori sono entusiasti di questo nuovo business, vista la risposta data (non ha tutti i torti).

Per rendere più efficace il sistema, EA sta pensando a un account unificato che legherà i singoli giochi a un utenza (eliminando così anche il problema dell'usato), in modo da non dover processare singolarmente ogni transazione.

Nonostante l'eccitazione del buon Jorgensen, è difficile che i videogiocatori core si mostrino eccitati dalla prospettiva di barare pagando (oppure no?), ma il successo delle microtransazioni di Dead Space 3 sembrerebbe smentire questi dubbi (e la coerenza dell'utenza core).

Fonte: Games Industry