Mercury Steam continua a chiedere se il mondo ha bisogno di un altro sparatutto nel quarto videodiario di sviluppo di Raiders of the Broken Planet 4

Raiders of the Broken Planet dal team di Castlevania: Lords of Shadow

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   27/07/2017

Vediamo il quarto diario di sviluppo di Raiders of the Broken Planet appena pubblicato da MercurySteam, il team di sviluppo. La domanda che si pone, seguendo quanto discusso nel terzo episodio, è: il mondo ha bisogno di un altro sparatutto?

Nella prima parte il Game Designer Joan Amat e il Programmatore di Videogiochi Hernan Ojuel ci hanno guidato attraverso i sistemi sui quali si basa Raiders Of The Broken Planet. In questo nuovo video invece si occupano della trama, cercando di riportare al centro del gioco l'Aleph, la mitica fonte di energia. Il video fornisce dettagli sulla natura mutevole e dinamica dei livelli e degli obiettivi e sull'unico modo in cui accumulare l'Aleph mediante combattimento in rissa.

Ma non è tutto: Joan e Hernan discutono anche sul sistema di copertura organico del gioco e l'impatto che ha sulle azioni furtive e sulle manovre di accerchiamento. Alla fine del video, si vede l'effetto che l'Antagonista può avere su una missione e quanto può costare abbassare la guardia.

Ora, nella closed beta, Raiders of the Broken Planet è uno sparatutto brawler 4 quattro 1 ambientato in un universo fantascientifico. Il videogioco combina i fumetti con un'intensa narrativa che riguarda varie fazioni in combattimento per una mitica fonte di energia, Aleph.


Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che Raiders of the Broken Planet è in sviluppo per PC, Xbox One e PlayStation 4.