Ubisoft ha presentato Operazione White Noise, stagione finale del secondo anno di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege  11

Tom Clancy's Rainbow Six Siege riceverà uno scenario ambientato in Corea del Sud e tre nuovi operatori

NOTIZIA di Davide Spotti —  2 settimane fa

Nella giornata di oggi Ubisoft ha svelato "Operazione White Noise", la stagione conclusiva del secondo anno di Tom Clancy's Rainbow Six Siege.

Ambientato in Corea del Sud, in questo nuovo scenario i giocatori dovranno intervenire in una torre d'osservazione che svetta sulla skyline di Seoul. Inoltre, tre nuovi operatori si uniranno al Team Rainbow:

• Un aggressore e un difensore dal 707th Special Mission Battalion, che sfrutteranno le loro abilità uniche e le nuove armi per gestire situazioni ad alto rischio.
• Un nuovo operatore polacco dell'Unità GROM.

Ispirato alle migliori unità antiterroristiche al mondo, Tom Clancy's Rainbow Six Siege immerge i giocatori in alcuni combattimenti letali a distanza ravvicinata. Per la prima volta in un titolo di Tom Clancy's Rainbow Six, i giocatori saranno impegnati negli assedi, un nuovo stile di assalto, dove i nemici trasformeranno la propria ambientazione in una moderna roccaforte, mentre i team di Rainbow Six cercheranno di fare irruzione, superando le difese nemiche.

Ma Tom Clancy's Rainbow Six Siege consentirà anche di poter difendere la propria posizione, rinforzando pareti e pavimenti, installando filo spinato, scudi posizionabili, mine e molto altro ancora, o di sorprendere i nemici, usando droni da ricognizione, cariche esplosive, discese in corda doppia e molte altre tattiche. Il ritmo veloce, la letalità e l'unicità di ogni assedio stabiliranno nuovi punti di riferimento per l'intero genere, offrendo una combinazione perfetta di intensi scontri a fuoco, gameplay strategico e gioco competitivo.


Ulteriori informazioni sui prossimi operatori e sull'aggiornamento White Noise verranno rese note in diretta streaming durante la finale della Pro League, in programma il 18 e 19 novembre.