Le esclusive per PlayStation 4 e Xbox One? Secondo Michael Pachter ormai contano poco  120

Siamo arrivati a un punto in cui questo fattore non incide più di tanto sulle vendite, secondo l'analista di Wedbush Securities

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   25/12/2017

Sebbene gli straordinari risultati ottenuti da PlayStation 4 nel Regno Unito durante il 2017 dimostrino l'importanza delle esclusive, secondo Michael Pachter siamo arrivati a un punto in cui questo aspetto non conta più di tanto.

L'analista di Wedbush Securities, che aveva pronosticato la vittoria di Xbox One durante il Black Friday americano, ha infatti detto: "Penso che a questo punto del ciclo di vita delle console, che sono arrivate nei negozi nel 2003, è normale possederle entrambe. Sony ha piazzato qualcosa come settanta milioni di unità, Microsoft trentacinque milioni, dunque immagino che coprano due terzi del mercato."

"Le sole persone che ancora non hanno acquistato una di queste console sono quelle che lavorano molto o i bambini, che però ne riceveranno presto una dai genitori. Le esclusive magari faranno tornare qualcuno che non gioca con Mario da un po' ad acquistare Nintendo Switch, che è una piattaforma ancora nuova; ma non qualcosa come Halo 6: se vi piace Halo, avete già comprato una Xbox One per Halo 5: Guardians."

"Halo 6 venderà sicuramente molto fra gli appassionati che possiedono Xbox One, ma non porterà a piazzare nuove console, non a questo punto del loro ciclo vitale. Dunque il motivo per cui penso che Nintendo Switch sia così popolare è che hanno lanciato due titoli fantastici come The Legend of Zelda: Breath of the Wild e Super Mario Odyssey, più due giochi molto buoni come Mario Kart 8 Deluxe e Splatoon 2. Abbastanza perché i fan di Nintendo vogliano possedere quella console, nonché il motivo per cui Switch è andata esaurita."

"La presenza di un gioco come Halo migliora senza dubbio la line-up di Microsoft, ma anche con un nuovo episodio della serie in uscita nel 2017 avrei previsto la vittoria di Nintendo. Voglio dire, un Mario e uno Zelda pubblicati nello stesso anno? Non ricordo sia mai accaduto. Quest'anno Nintendo ha vinto su tutta la linea, sebbene non mi aspetto possa ripetersi nel 2018."

"Il prossimo anno ci sarà appunto un nuovo Halo, a mio avviso, ed eserciterà una grande attrattiva; così come la line-up di Sony sarà estremamente solida, come del resto accaduto negli ultimi anni. Non credo però che a questo punto le esclusive incideranno più di tanto sulle vendite: la gente si è già fatta una propria opinione, magari pensando 'se voglio i DLC di Call of Duty in anticipo, devo prendere una PlayStation 4'."