Il costo di Modern Warfare 2 fa pensare ad un generale aumento dei prezzi per i videogiochi  104

Sterlina debole ma anche costi di produzione sono le cause

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   17/07/2009

Almeno per quanto riguarda il mercato britannico, la decisione di piazzare Modern Warfare 2 a 54,99 sterline (circa 63,67 euro) sembra voler presagire un generale innalzamento dei prezzi per i videogiochi.

Sebbene in Italia la situazione sia forse più dinamica, nel Regno Unito il normale prezzo di un gioco tripla A per Xbox 360 e PlayStation 3 si aggira sulle 49,99 sterline (circa 58 euro), dunque il prezzo del nuovo FPS Infinity Ward/Activision è caratterizzato da un piccolo ma significativo aumento rispetto alla norma.

La variazione, secondo MCV, è dovuto sia all'attuale debolezza della sterlina ma anche all'aumento dei costi di produzione dei videogiochi, caratterizzandosi dunque come un aumento strutturale, più che congiunturale. Questo significa, secondo l'articolo in questione, che la medesima sorte toccherà anche a diversi altri titoli da ora a Natale fino all'anno prossimo.

Si tratta, tuttavia, di un fenomeno che sembra confinato al Regno Unito, in questa particolare dinamica, dove già Nintendo aveva dato un preavviso del genere con l'aumento del prezzo di Wii a 199,99 sterline.