Alcuni dettagli su Alice: Madness Returns dall'ESRB  19

Violenza e turpiloquio

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   04/04/2011

Dall'Entertainment Software Rating Board americana arrivano alcuni dettagli su Alice: Madness Returns, testato dall'ente americana in occasione della catalogazione obbligatoria per l'immissione sul mercato.

Secondo quanto riportato da Siliconera, il gioco si presenta come prevedibile decisamente violento e destinato ad un pubblico maturo. Sebbene non sia ancora chiara la catalogazione da parte dell'ESRB, il gioco si è già preso un "MA15+" dall'ente di classificazione australiano e un "15" dalla BBFC britannica.
Nella descrizione vengono menzionate le varie armi a disposizione di Alice per "tagliare" e colpire in svariati modi i nemici, con combattimenti accompagnati da grida di dolore e schizzi di sangue che sporcano l'ambientazione e la stessa protagonista.

Per quanto riguarda i nemici vengono descritte bambole che, una volta colpite, mostrano parte del cervello scoperta, troll, pupazzi e ovviamente "teiere viventi", alcuni di questi possono essere decapitati o ridotti a pezzi. Molto duri anche i dialoghi, che sembrano contenere diversi riferimenti alla prostituzione nonché parole decisamente poco appropriate all'Alice originale, ma molto in linea con la visione oscura di American McGee. Alice: Madness Returns è atteso per metà giugno su PC, Mac, PlayStation 3 e Xbox 360.

Fonte: Siliconera