Casse premio: Sony, Microsoft e Nintendo chiedono chiarezza agli sviluppatori 14

In accordo con la ESA, Sony, Microsoft e Nintendo hanno preso posizione sulle casse premio, chiedendo agli sviluppatori la massima chiarezza al riguardo.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   08/08/2019

Casse premio: un argomento che fa sempre discutere, e su cui Sony, Microsoft e Nintendo hanno deciso di chiedere chiarezza agli sviluppatori, in accordo con la ESA.

Nello specifico, i videogame che includono casse premio dovranno indicare in maniera immediata le probabilità di ottenere determinati oggetti, e tale requisito riguarderà tanto i giochi quanto i relativi DLC.

Numerosi publisher hanno aderito alla richiesta, acconsentendo ad attuare queste linee guida entro la fine del 2020. La lista include nomi come Activision Blizzard, Bandai Namco, Bethesda, Bungie, Electronic Arts, Microsoft, Nintendo, Sony, Take-Two, Ubisoft, Warner Bros. e Wizards of the Coast.

"Siamo lieti che i nostri partner continuino a produrre sforzi per ascoltare i propri utenti e offrire ai consumatori informazioni chiare così che possano compiere scelte consapevoli nei giochi", ha scritto la ESA in una nota.

#Sony

Produttore hardware e software giapponese