Destiny 2: giocatore bannato per razzismo, aveva ottenuto un record nella Volta di Vetro

Un giocatore di Destiny 2 è stato bannato per razzismo, per colpa del nome utilizzato. Aveva ottenuto un record, con il proprio team, nella Volta di Vetro.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   23/05/2021
94

La Volta di Vetro, ben nota ai fan del primo Destiny, è tornata all'interno di Destiny 2 nella giornata di ieri, 22 maggio 2021. Nel giro di poche ore i team di tutto il mondo si sono messi all'opera per completarla. Il record mondiale è spettato a Clan Elysium che ha avuto bisogno di 1 ora, 43 minuti e 55 secondi. Il secondo posto è andato a un altro team, che ha avuto bisogno di 2 ore, 24 minuti e 16 secondi. I giocatori vengono quindi celebrati su una classifica ufficiale. Il secondo team, però, è composto da cinque giocatori, non sei: perché? Perché uno di loro è stato bannato per razzismo.

Dopo il completamente dell'opera e la comparsa sulla classifica, infatti, i giocatori di tutto il mondo hanno potuto vedere che uno dei membri del secondo team di chiamava "#BlackLivesDon'tMatter". Ovviamente non è un nome accettabile e il Senior Community Manager di Bungie - Dylan Gagner - ha affermato che "questo va contro le nostro norme di condotta. Il giocatore in questione sarà bannato. Per favore, riportate ogni nome di questo tipo anche tramite la piattaforma".

La risposta di Bungie è stata rapida ed efficace per fortuna. I team di sviluppo stanno lottando sempre più strenuamente contro il razzismo: un esempio è Rainbow Six Siege che banna automaticamente chiunque scriva un insulto razziale nella chat.

Passando a notizie più allegre, ecco le date della beta crossplay ufficiale annunciate da Bungie.