Microsoft, Phil Spencer, Xbox LIVE non è una piattaforma dove si può dire qualsiasi cosa 18

Il leader di Xbox chiarisce che i nuovi criteri di moderazione previsti sul LIVE permetteranno di migliorare la qualità dell'ambiente virtuale, riducendo gli atteggiamenti tossici di una parte della community.

NOTIZIA di Davide Spotti —   23/06/2019

In una recente intervista Phil Spencer di Microsoft ha parlato di Xbox LIVE definendolo un luogo inclusivo per i giocatori di tutti il mondo. Ciò nonostante ha rimarcato la necessità di imporre dei paletti affinché la piattaforma non dia adito a comportamenti tossici.

Dopo aver scritto un post nel quale illustra i prossimi sforzi che l'azienda compirà per combattere gli atteggiamenti sgradevoli di una parte della community, il leader di Xbox ha chiarito che le novità introdotte nei sistemi di moderazione hanno lo scopo di migliorare la qualità del servizio Xbox LIVE.

"Xbox LIVE non è una piattaforma in cui si può dire qualsiasi cosa senza vincoli", dice Spencer. "Il team sta lavorando per promuovere un ambiente libero da atteggiamenti tossici. Non voglio essere poco chiaro al riguardo. Voglio fare in modo che capiate le nostre motivazioni".

Il dirigente americano ha poi fatto alcune ulteriori precisazioni sui contenuti del suo post di maggio - in particolare per ciò che riguarda le funzionalità di moderazione dei contenuti - specificando che le imminenti novità permetteranno ai moderatori del Club di regolamentare in modo efficiente i gruppi, limitando il più possibile comportamenti negativi e molestie rivolte verso alcuni utenti.