Nintendo Switch, siti pirata dovranno essere bloccati dagli internet provider UK 90

Il tribunale inglese ha decretato che gli internet provider dovranno bloccare l'accesso ai siti pirata di Nintendo Switch.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   10/09/2019

Nintendo ha vinto: il tribunale inglese ha stabilito che i grandi internet provider dovranno bloccare l'accesso ai siti pirata di Nintendo Switch.

Gli ISP coinvolti sono Sky, BT, EE, Talktalk e Virgin Media, che sostanzialmente dovranno 'bloccare o impedire l'accesso' a quattro siti segnalati che aiutano nella distribuzione di giochi piratati per Nintendo Switch e nella modifica dell'hardware, sia a livello pratico, sia a livello di consigli.

Nintendo di suo sta già provvedendo a sistemare il loophole usato per installare firmware custom, ma i tentativi di hacking del software di sistema di Nintendo Switch proseguono.

La corte inglese ha stabilito che i siti incriminati hanno violato i diritti d'autore di Nintendo rispetto ai consumatori inglesi. Nintendo si è dichiarata soddisfatta della decisione di mettere fuorilegge hardware e software che permettono la pirateria su Nintendo Switch.

Nintendo: "Questa decisione aiuterà l'industria dei videogiochi inglese e più di 1800 sviluppatori di tutto il mondo che stanno creando giochi per Nintendo Switch e che contano sulle vendite legittime per vivere e continuare a produrre contenuti di qualità per i videogiocatori."

#Periferiche Switch

Periferiche Switch