PS5, l'interno della console finalmente visibile in un video teardown ufficiale

PS5 si mostra finalmente fin nelle sue componenti interne grazie al video teardown ufficiale pubblicato da Sony in questi minuti, che svela tutte le caratteristiche dell'hardware.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   e Giorgio Melani   —   07/10/2020
612

PS5 mostra finalmente il suo interno in un video teardown ufficiale pubblicato da Sony in questi minuti, che illustra sia l'esterno che le componenti interne dell'hardware della console.

Nel video riportato qui sopra, in poco più di 7 minuti, PS5 viene disassemblata a partire dal piedistallo e aperta per svelare la disposizione dei suoi componenti interni, in un'operazione che ovviamente non è consigliata agli utenti, almeno per quanto riguarda le parti più interne.

Viene mostrato inizialmente il sistema di blocco del piedistallo, poi la possibilità di rimuovere le ali laterali della console, che possono essere rimosse dagli utenti in maniera non troppo complicata, anche perché la procedura è prevista anche per la normale manutenzione da parte degli utenti.

Il video illustra anche la ventola di dissipazione del calore e i punti nei quali è probabile che si accumuli la polvere, dunque da pulire con attenzione e in maniera piuttosto frequente. Risulta visibile anche l'alloggiamento dell'SSD Nvme per l'espansione della memoria d'archivio interna, con uno slot che sembra facilmente raggiungibile, essendo questo gestibile direttamente dagli utenti che vogliono espandere la memoria interna.

Poi passa ad esaminare le parti interne: dalla fase di rimozione dell'adesivo di sicurezza comincia la parte "proibita" per l'utenza standard, con il tecnico che mostra la disposizione di CPU e GPU sulla motherboard della console e la posizione dell'SSD e del suo particolare controller sulla scheda, oltre alla disposizione della RAM.

Particolarmente rivoluzionario risulta essere il sistema di raffreddamento del SoC, basato su "metallo liquido", visibile verso la parte finale del video, nel quale emerge chiaramente anche il grosso dissipatore del calore che copre buona parte della scheda.

Le enormi dimensioni della console sono dunque spiegate anche dalla costruzione interna, visto che la scheda madre risulta di dimensioni davvero generose e su un unico pezzo, laddove quella di Xbox Series X si presenta invece divisa in due parti, cosa che richiede molto spazio all'interno. Anche la dissipazione del calore ha richiesto un allontanamento di alcune componenti e il piazzamento di un heatsink veramente molto ampio su buona parte della superficie interna.

"Abbiamo iniziato a ideare PS5 nel 2015 e abbiamo trascorso gli ultimi cinque anni a progettare e sviluppare la console", ha scritto Masayasu Ito, executive vice-president della divisione Hardware Engineering and Operation presso Sony, sul PlayStation Blog. "Per il nostro team, 'un'architettura dal design impeccabile' e ben progettata è fondamentale."

Eefa2Nj


"Quando smonti il sistema e trovi una struttura interna ordinata e pulita, significa che non vi sono componenti superflui e che il design è efficiente. Il risultato è un prodotto con un elevato grado di perfezione e qualità, che era il nostro obiettivo."

"In questo viaggio all'interno della console PS5, potrai vedere come abbiamo integrato con cura la nostra tecnologia nella console. Compiere un enorme passo avanti generazionale in termini di prestazioni ci è sembrato inevitabile per poter offrire un'esperienza di gioco innovativa di nuova generazione."

"Tuttavia, per fare ciò abbiamo dovuto bilanciare come mai prima d'ora ogni aspetto del sistema, dalla riduzione del livello di rumorosità all'ottimizzazione della capacità di raffreddamento. In questo video presentiamo il sistema di raffreddamento a metallo liquido di PS5, uno dei componenti che ha richiesto maggiore creatività durante la progettazione."

"Inoltre, abbiamo messo in evidenza il meccanismo integrato nella console PS5 per rende il funzionamento ancora più silenzioso. Siamo soddisfatti del risultato finale e di tutte le funzionalità rese possibili da un lungo e complesso processo euristico, e non vedo l'ora che i nostri fan mettano le mani su PS5 e "sentano" in prima persona di cosa sto parlando."

"Anche se quest'anno abbiamo dovuto affrontare problematiche senza precedenti, con molti componenti del team in tutto il mondo che hanno dovuto lavorare da casa, siamo felici di avvicinarci al traguardo e di poter offrire una nuova esperienza rivoluzionaria con PS5 a partire da novembre. Spero che anche tu non veda l'ora di giocare con PS5."

Sono state numerose le reazioni di giornalisti, addetti ai lavori e insider sui social in seguito al teardown di PlayStation 5. Nibel, ad esempio, ha fatto notare che la facilità con cui è possibile rimuovere i pannelli laterali porterà di certo alla produzione di componenti personalizzati per la console.

TweakDown ha invece enfatizzato l'adozione di una grossa ventola da 120 millimetri di diametro, che occupa tutta la larghezza di PS5 e soffia l'aria attraverso le feritoie poste su ambo i lati: una soluzione che dovrebbe garantire efficienza termica e silenziosità operativa, quest'ultima grazie al fatto che le dimensioni delle pale consentiranno una velocità di rotazione inferiore.

Il giornalista Takashi Mochizuki si è complimentato con Sony per l'ingegnerizzazione di PS5, a suo avviso davvero bella sotto la scocca: una tradizione, ha detto, che va avanti da sempre in casa PlayStation grazie a uno dei team migliori del mondo.

Naturalmente non sono mancati quelli che hanno fatto ancora una volta ironia sulle generose dimensioni della console, in questo caso molto evidenti in confronto al responsabile Masayasu Ito. Parole che tuttavia, alla luce delle ottime notizie provenienti dal teardown, lasciano il tempo che trovano.