PS5, Sony: la retrocompatibilità è un elemento fondamentale per il successo della console 126

La retrocompatibilità di PS5 è considerata un elemento fondamentale anche per una transizione veloce e indolore da PS4 alla next gen.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   21/05/2019

È ormai praticamente certo che PS5 sfrutterà un sistema di retrocompatibilità in modo da poter utilizzare la libreria di giochi PS4, ma il CEO della divisione PlayStation, Jim Ryan, è voluto tornare sulla questione specificando l'importanza di questa caratteristica per il successo della nuova console.

D'altra parte, la retrocompatibilità è stata una caratteristica richiesta a lungo dall'utenza anche su PS4 per i giochi PS3 e precedenti, parzialmente risolta da Sony con l'utilizzo di PlayStation Now, anche se si tratta di una soluzione alquanto differente da quanto richiesto dagli utenti. La compatibilità con un sistema dotato di architettura hardware profondamente diversa come PS4 è infatti cosa complessa da attuare, come dimostra il grosso lavoro fatto da Microsoft ampliando progressivamente la compatibilità di Xbox One al catalogo di Xbox 360 ma dopo un processo di lungo studio e affinamento dell'emulazione software. Con l'arrivo di PS5, invece, la continuità con PS4 dovrebbe essere assicurata anche dalla condivisione dell'architettura di base, rendendo più semplice l'utilizzo dello stesso software sulle due piattaforme.

Ryan ha parlato della questione all'Investor Relations Day 2019 che si è svolto nelle ore scorse, considerando la retrocompatibilità un elemento fondamentale di PS5 anche per garantire una "transizione della nostra community su next gen più veloce e senza problemi come mai era successo in precedenza". Anche per questo la retrocompatibilità è per Ryan "incredibilmente importante" nel sistema PS5, oltre a garantire un supporto prolungato per PS4 attraverso un periodo di uscita di giochi funzionanti su entrambi i sistemi.