Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

L'ultimo capitolo della serie è ricco, variegato e spettacolare

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   03/10/2017
159

Dopo il resoconto delle prime ore, eccoci finalmente alle prese con la recensione di Forza Motorsport 7. Si è fatto un gran parlare del perché Microsoft abbia deciso di lanciare un'esclusiva di tale portata a un mese dal debutto di Xbox One X anziché effettuare una pubblicazione in contemporanea, e in effetti si tratta di un argomento appassionante: il titolo di Turn 10 è perfetto per dimostrare le capacità tecniche della nuova console, ma in questo modo arriverà già ampiamente "sviscerato" all'appuntamento del 7 novembre. Probabilmente è stata la fretta di competere con line-up ben più corpose sul fronte first party, oppure la voglia di non escludere in alcun modo i possessori di Xbox One standard, che di fatto potranno godersi un prodotto visivamente maestoso, mai così evocativo e spettacolare. Quali che siano le motivazioni dietro tale scelta, i numeri di questo nuovo episodio parlano molto chiaro: oltre settecento vetture, trentadue scenari, una modalità carriera particolarmente duratura, un multiplayer dal grande potenziale e un ampio set di sfide, che verrà ulteriormente arricchito nelle settimane successive al day one. Si tratta del miglior Forza Motorsport di sempre?

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Forza e coraggio

Bastano davvero pochi minuti per comprendere il valore dell'esperienza offerta da Forza Motorsport 7. È un episodio che per molti versi consolida l'ottimo lavoro svolto da Turn 10 nel corso degli anni, in particolare con il sesto capitolo, ma al contempo vanta una grande personalità, che si manifesta soprattutto nella resa del peso delle vetture in pista, nei feedback prodotti dalla trazione e dall'eventuale scivolamento sull'asfalto, nella generale sensazione di solidità di un modello di guida di assoluto riferimento per quanto concerne il genere simcade. L'equilibrio trovato dagli sviluppatori in tal senso è pressoché perfetto, le auto risultano divertenti da guidare ma sono pronte a punirci qualora ne si prenda sotto gamba le reazioni, puntualmente enfatizzate da condizioni avverse.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Nei circuiti in cui è presente il meteo variabile, in particolare, l'incidenza della pioggia viene rappresentata alla perfezione, andando a creare gradualmente delle pozze d'acqua che influiscono in maniera sostanziale sulla tenuta di strada, allungando inevitabilmente le frenate e impedendoci di dare completo sfogo al propulsore, specie se ci troviamo alla guida di un'auto potente e tendenzialmente nervosa. Ci sono differenze effettive fra un modello di vettura e l'altro, non solo fra una categoria e l'altra, ma al di là di un paio di eccezioni fra i mezzi più pesanti rimane costante un senso di piacevolezza del gameplay, dato anche dalla puntualità delle reazioni.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

L'approccio alla guida è peraltro ampiamente regolabile, con aiuti opzionali che coprono l'intero spettro delle possibilità: dal volante alle traiettorie, dai freni al cambio, dall'assistenza elettronica all'usura, quest'ultima disponibile in tre differenti preset (solo danni estetici, consumo di pneumatici e carburante oppure simulazione completa, con rotture meccaniche che vanno a influenzare drammaticamente la nostra capacità di portare a termine la gara). In tutti i casi può tornare utile l'immancabile funzione "riavvolgi", che tramite la pressione del pulsante Y permette appunto di portare indietro il tempo ed evitare magari un errore madornale al termine di una gara lunga e impegnativa, disinnescando eventuali episodi di frustrazione.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Il miglioramento delle performance passa attraverso l'esperienza sui tracciati, che porta a immaginare messe a punto specifiche, da impostare, salvare e condividere andando a modificare i valori relativi alla pressione delle gomme, alla lunghezza dei rapporti, all'allineamento delle ruote, alle barre antirollio e alla durezza delle sospensioni. Non ci ha convinto il concetto dell'omologazione per quanto concerne i potenziamenti nella modalità carriera: ideato per rendere più equilibrati gli upgrade nell'ottica delle gare in multiplayer, il sistema costruisce una gabbia poco intuitiva e piuttosto limitante per chi ad esempio era abituato ad acquistare un'utilitaria e a montare una componentistica tale da trasformarla in un piccolo mostro, competendo nelle categorie superiori. Proprio queste ultime sono ora più rigide e impediscono di spaziare agevolmente, costringendo a macchinose procedure di rimozione e verifica che portano a ottenere vantaggi poco apprezzabili. Il risultato è che tutto il substrato del tuning viene accantonato in favore delle soluzioni automatiche proposte di default, il che è un peccato.

La carriera

Il menu principale di Forza Motorsport 7 consente di accedere alla Forza Driver's Cup, al comparto multiplayer online o con schermo condiviso, al Gioco Libero o alla modalità Rivali, con la possibilità di consultare tutta una serie di sbloccabili: le Casse Premio, le relative Modifiche, l'Attrezzatura da Pilota e il Garage dove sono conservate le vetture in nostro possesso. Alcune voci, come anticipato, sono ancora disabilitate e verranno attivate a breve: si tratta delle sfide Forzathon, delle interessanti Leghe online, della Casa d'Aste e del Marketplace, con i loro inevitabili risvolti nell'ottica della monetizzazione. La carriera rappresenta in ogni caso il fulcro della produzione targata Turn 10, con sei differenti campionati (Seeker, Breakout, Evolution, Domination, Masters e Forza) da sbloccare man mano che saliamo di livello, ognuno dotato di un numero crescente di coppe all'insegna della più assoluta varietà.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Si passa infatti con grande disinvoltura dalle coupe sportive alle muscle car, dalle auto da rally alle hatchback, dai truck alle Porsche, attingendo di volta in volta alla propria collezione di vetture o acquistandone di nuove per poter partecipare agli eventi. Solitamente i tornei sono composti da cinque o sei gare in sequenza, ma ogni lega include anche sfide singole, talvolta folli (vedi le gare di bowling su strada sul circuito di Top Gear). Non è necessario completare con successo tutte le coppe di ogni campionato per poter accedere a quello successivo - come detto la questione dipende dai punti racimolati - ma orientativamente bisogna portare a termine quantomeno la metà delle prove. La difficoltà sale man mano che si accede alle leghe più avanzate, ma in tal senso il nostro consiglio è di mettere fin da subito mano alle regolazioni di default per ottenere una sfida più consistente. Giocando con l'abilità dei Drivatar su "media" è infatti fin troppo facile superare tutti entro le prime due curve e passare il resto della gara a distanziare gli inseguitori, dunque è il caso di alzare l'indicatore di un paio di tacche, ottenendo avversari molto più veloci e godendo di ricompense più alte al termine degli eventi. Curiosamente la disattivazione degli aiuti alla guida non produce differenze nei crediti ottenuti.

Il contorno

La Forza Driver's Cup vi terrà occupati per decine e decine di ore, su questo non c'è dubbio, e riceverà ulteriori contenuti in stile endgame attraverso un corposo aggiornamento da ben 50 GB che verrà rilasciato al day one. Non manca tuttavia il contorno, al netto delle opzioni ancora non attive. La già nota modalità Rivali, ad esempio, propone una sequenza di sfide di velocità basate sulla leaderboard, in cui dunque affronteremo su determinate piste il ghost dell'utente che ha realizzato il tempo immediatamente inferiore al nostro. Basterà un giro ben fatto per portare a casa il risultato e dedicarsi quindi al rivale successivo, scalando le classifiche mondiali man mano che migliorano le nostre performance sul tracciato.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Il multiplayer online, attualmente disponibile nella sola forma di playlist, risulta già piuttosto popolato e competitivo: durante i nostri test è stato semplice trovare sessioni piene di utenti anche discretamente esperti, sebbene il fenomeno degli speronamenti porti generalmente a preferire partite con le collisioni disattivate, in cui ognuno sia libero di fare il tempo senza preoccuparsi di eventuali manovre scorrette. Abbiamo riscontrato qualche strano problema di latenza in alcuni casi, ma non c'è dubbio che il comparto online di Forza Motorsport 7 abbia un grande potenziale, che immaginiamo verrà espresso soprattutto attraverso le Leghe. Bisognerà attendere il lancio ufficiale e il popolamento dei server per sondare la robustezza dell'infrastruttura, ma per il momento il multiplayer del gioco offre esattamente ciò che ci aspettavamo.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Casse Premio e Modifiche

Ottenere nuove vetture è l'obiettivo principale in Forza Motorsport 7, non a caso oltre ai punti esperienza e ai crediti è presente un indicatore relativo al livello di collezionismo, che sale man mano che sblocchiamo nuove auto, specie se rare. Il raggiungimento di ogni nuovo livello d'esperienza viene premiato con una quantità di crediti, un forte sconto sull'acquisto di vettura o nuove tute per l'avatar, ma sono chiaramente i primi a interessarci di più, in quanto indispensabili per ottenere determinati modelli e muoversi fra potenziamenti e personalizzazioni con una certa disinvoltura. I crediti vengono elargiti a ogni vittoria, ma le Modifiche consentono di moltiplicarli in modo consistente e accelerare, in questo modo, la progressione nel gioco.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Si tratta di card contenute nelle Casse Premio, equipaggiabili tre alla volta e limitate nel numero di utilizzi, che applicano specifici modificatori alle gare o implicano delle sfide da portare a termine durante l'evento: l'esecuzione di un tot di sorpassi di qualità, l'uso di un'unica visuale fra le cinque disponibili, la disattivazione di determinati aiuti e così via. Soddisfatte queste condizioni, i premi finali possono finanche raddoppiare o triplicare, sebbene vada specificato come tutto il sistema rimanga opzionale: è possibile ottenere lo stesso denaro virtuale senza le Modifiche, solo in maniera più lenta. Le Casse Premio, acquistabili a partire da 20.000 crediti, fino a un massimo di 300.000 per quelle con contenuti rari garantiti, risultano tuttavia indispensabili per chi decide di affrontare l'esperienza in questo modo, e bisognerà capire come Turn 10 e Microsoft punteranno a monetizzare tale aspetto.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Obiettivi Xbox One

I sessantadue Obiettivi di Forza Motorsport 7 seguono la progressione del giocatore, sbloccando achievement man mano che si fa strada attraverso la ricca modalità carriera del gioco. Allo stesso modo, vengono premiate l'abbondanza del garage e degli oggetti per la personalizzazione, nonché il completamento parziale o totale dei vari campionati. Non mancano infine gli Obiettivi legati al comparto online, basati su traguardi numerici o su azioni specifiche.

Impatto visivo

Forza Motorsport 7 avrà il compito di mettere in mostra le capacità tecniche di Xbox One X, ma come detto anche su Xbox One S il gioco si comporta in modo eccellente, riuscendo a offrire un maggior livello di dettaglio rispetto ai precedenti episodi della serie pur mantenendo un frame rate di sessanta fotogrammi al secondo assolutamente stabile, che non mostra il fianco a incertezze neppure quando ci sono ventiquattro vetture sullo schermo e piove a dirotto. L'illuminazione dinamica riesce a conferire una grande personalità ai tracciati, rendendoli protagonisti dell'azione al pari delle auto e generando paesaggi davvero evocativi, specie quando si utilizza un televisore con supporto per l'HDR. Il circuito di Dubai, l'unico davvero inedito per la serie, fa da strepitoso apripista a una selezione di location ricca e sfaccettata, che grazie proprio alla dinamicità delle condizioni meteo e delle luci garantisce sensazioni sempre diverse. Dalle splendide architetture di Praga all'atmosfera di Silverstone, dall'imprevedibilità di Laguna Seca agli spazi aperti di Yas Marina, dai percorsi ristretti di Rio alle assolate Alpi, non c'è un solo tracciato avaro di emozioni.

Danza di velocità: la recensione di Forza Motorsport 7

Allo stesso modo, le tantissime vetture disponibili vantano un livello di dettaglio sorprendente, con modelli poligonali avanzati per la modalità Forzavista ma una resa che rimane sempre ottima anche in pista. Visualizzato su di uno schermo a 4K, il gioco mostra qualche scalettatura nelle zone a contrasto: nulla di tragico, ma si tratta di uno degli aspetti che su Xbox One X risulterà migliorato, insieme probabilmente ai caricamenti. L'accompagnamento sonoro, efficace e azzeccato, avrebbe a nostro avviso tratto sostanziale vantaggio da una narrazione in italiano, più che altro per una questione di prestigio, ma è anche vero che in tal modo si sarebbe persa l'autenticità delle testimonianze vocali di alcuni celebri piloti.

L'edizione giusta di Forza Motorsport 7

La versione fisica di Forza Motorsport 7 può essere acquistata sia in edizione standard (62,99 euro) che Ultimate (96,92 euro). La seconda può contare su alcuni bonus come il Day One Car Pack, il Car Pass e la VIP Membership. È chiaramente possibile comprare il gioco anche in versione digitale, con la soluzione Play Anywhere, sullo store di Microsoft nelle tre edizioni standard, Deluxe e Ultimate.

Per chi fosse in cerca di un volante per giocare a Forza Motorsport 7 ci sono ovviamente un gran numero di opzioni. Il Logitech G920 Driving Force, utilizzabile sia su Xbox One che su PC, è attualmente disponibile a 223 euro anziché 409. Altre opzioni sono il Thrustmaster TMX (176 euro), il Thrustmaster TX Racing Wheel Ferrari 458 (265 euro invece che 399) e il costoso Fanatec CSL Elite (619 euro).

Commento

Versione testata
Xbox One
Multiplayer.it

9.0

Lettori (75)

8.9

Il tuo voto

Forza Motorsport 7 è un titolo che si pone come assoluto riferimento nell'ambito dei simcade e che vanta un modello di guida solido, convincente, sfaccettato e godibile. I numeri dell'esperienza non lasciano dubbi sulla straordinaria quantità di contenuti inclusi nel pacchetto, a cui si aggiungeranno svariati extra dopo il lancio, ma è soprattutto la varietà della carriera a sorprendere, grazie alla disinvoltura con cui ci si muove da una categoria all'altra. Il lavoro svolto dagli sviluppatori per quanto concerne le condizioni dinamiche conferisce a tutti i tracciati una grande personalità, rendendoli protagonisti delle gare al pari delle tantissime vetture disponibili. Forza Motorsport 7 è insomma un gioco di guida imperdibile, nonché una delle migliori produzioni nel catalogo di Xbox One.

PRO

  • Visivamente straordinario
  • Modello di guida solido e convincente
  • Struttura particolarmente ricca...
CONTRO
  • ...ma alcune modalità non sono ancora disponibili
  • Qualche perplessità sulle omologazioni
  • Incidenza delle microtransazioni da verificare