Spazio rivisto  7

Lassù nessuno può sentirti sbadigliare...

RECENSIONE di Dario Rossi   —   27/05/2011

Il Gioco è disponibile per il download tramite Xbox Live

Atari continua con la sua operazione di aggiornamento dei vecchi classici, è arrivato il turno di un titolo decisamente ambizioso, storico e controverso, Star Raiders, annata 1979! La scelta di realizzare un remake di un prodotto simile è alquanto singolare, non solo per i tanti anni passati, ma soprattutto per il valore seminale dell'opera di Doug Neubauer. Francamente il precedente tentativo con Yar's Revenge, di cui potete leggere la nostra recensione a questo indirizzo, è stato tutt'altro che entusiasmante, vediamo come si è comportata la software house Incenerator Studios nella reinterpretazione di questo mostro sacro.

Per i neofiti stiamo parlando di un simulatore spaziale dalla natura semplice, in quanto totalmente incentrato su frenetici combattimenti tra mezzi in grado di calcare i più reconditi angoli della galassia. Ancora una volta ci troviamo ad affrontare i pericolosissimi alieni Zylons, ma per far questo dobbiamo salire a bordo dell'ultimo ritrovato bellico dell'accademia militare di Atar. Siete pronti per sterminarli definitivamente?

Tornerai qui

La nostra navicella è in grado di assumere tre diversi assetti da battaglia, che cambiano considerevolmente anche nella forma, da adattare alle situazioni di gioco. Quello classico presenta un ragguardevole armamentario ma espone il fianco ai danni, l'assetto tank invece è ideale per attaccare a distanza ravvicinata. La campagna infatti propone missioni che alternano i classici combattimenti contro le navicelle nemiche ad altre che richiedono la distruzione di determinati obiettivi, il giocatore ha la facoltà di sceglierle attraverso una mappa galattica, che offre anche la possibilità di ripeterle per migliorare i punteggi. A questo si aggiungono i canonici upgrade acquistabili nel negozio disponibile tra una missione e l'altra, oltre ai log del nostro capitano, funzionali da collante della narrazione. Una volta lanciati nello spazio abbiamo libertà di movimento a 360 gradi, gli scudi si consumano in fretta, ma è presente nella mappa una stazione speciale in grado di ricaricarli, a patto di raggiungerla.

Il tutorial per introdurre alle meccaniche di gioco è tutt'altro che esemplare, dal momento che sorvola sulle diverse mappature dei tasti assegnati agli assetti del mezzo, col risultato che il giocatore è costretto a scoprirle da solo. Gli obiettivi sono segnalati piuttosto correttamente, ma anche qui non mancano momenti di confusione e disorientamento, anche a causa di tesi scarsamente leggibili e penuria di informazioni basilari.

Obiettivi Xbox 360

Star Raiders propone i canonici 12 obiettivi dei prodotti Live Arcade, per un totale di 200 punti giocatore. Essendo quasi tutti basati sulla campagna principale, non sarà difficile conseguirne la maggior parte. Il completamento del gioco premia con 50 corposissimi punti. Buona fortuna...

Soffrirò di nostalgia

La realizzazione tecnica è sorprendentemente buona per un prodotto destinato al digital delivery, con un ottimo carico poligonale, vari effetti, una gradevole palette cromatica e 30 frame sempre garantiti a schermo. Meno apprezzabile però è la mediocrità imperante del design, che definire poco ispirato è un eufemismo, tutto è caratterizzato da uno stile approssimativo, a partire dai testi quasi illeggibili, menu sgradevoli e scadenti illustrazioni negli intermezzi narrativi. Difetti che sarebbero anche tollerabili alla luce di una giocabilità rocciosa, ma purtroppo questo non è il caso di Star Raiders. Gli scontri aerei non riescono mai ad appassionare, e rappresentano larga misura del pacchetto, i comandi sono macchinosi, e la malsana idea di garantire vite infinite (le missioni sono a tempo) rende del tutto inutile raggiungere la stazione di ricarica per gli scudi. Il culmine è rappresentato dalle astronavi madri nemiche, le fregate, che devono essere abbattute colpendo determinati punti chiave. Anche questa purtroppo si rivela una pratica assai tediosa. Le missioni in compenso sono numerose e compongono una campagna decisamente lunga, a patto di sopravvivere al nemico più temibile di questo gioco, la noia.

Multiplayer.it

4.0

Lettori (5)

4.6

Il tuo voto

Star Raiders fallisce miseramente nel tentativo di proporre all'utenza odierna un vecchio classico del passato. La delusione non solo è cocente, ma duplice, considerando la penuria di prodotti analoghi in giro, questo remake rappresenta un'occasione decisamente sprecata. E' difficile affezionarsi all'opera di Incinerator Studios, dal momento che sono gli stessi sviluppatori a mostrare scarso interesse per ciò che è allestito a schermo. L'approssimazione generale, i preoccupanti problemi nel sistema di controllo e la sfida inesistente finiscono per schiacciare il titolo, al quale rimane solo una realizzazione tecnica discreta, qualche buona idea e il magnetismo che può provocare sugli appassionati più viscerali degli sparatutto ad ambientazione spaziale. Di pelo sullo stomaco però ce ne vuole parecchio.

PRO

  • Tecnicamente apprezzabile
  • Il genere è poco inflazionato
  • Gradevole l'idea dei tre assetti

CONTRO

  • Monotono e deprimente
  • Comandi macchinosi
  • Nessuna sfida