Editoriale di benvenuto  0

RECENSIONE di Lello Sarti —   17/12/2001

Editoriale di benvenuto

Voglio essere sincero. E' da quando siamo partiti per questa avventura che penso a quante cose avrei potuto dire nel mio primo editoriale e in questi mesi di argomenti per la testa me ne sono passati davvero tanti. Ma adesso che li devo buttare giu' concretamente, il vuoto. O meglio, sento l'emozione che proviene dalla consapevolezza di scrivere la prima pagina di un libro importante e, con un pochino di presunzione, oserei dire anche atteso. Ma andiamo con ordine: circa 1 anno fa mi venne l'ispirazione di aprire un sito che parlasse non di videogiochi in generale, ma di un genere un po' particolare, gli rpg. Questa ispirazione non era il frutto del caso ma il mio modo di rispondere a una domanda, che era questa: come mai in Italia i giochi di ruolo su computer sono ancora un genere di nicchia? Facile, perche' nessuno ne parla. Intendiamoci, non e' che non si parli di rpg in assoluto, diciamo che ci sono quei 3-4 titoli di copertina e il resto e' ignoto. Passare da questa considerazione alla tentazione di mettere online un sito web che parlasse solo di rpg e' stato un attimo...ma si sa, in queste cose spesso si vorrebbe che i desideri venissero esauditi cosi', in un attimo, con uno schiocchio di dita. Passo' qualche mese e quando mi accorsi che per realizzare una cosa del genere ci voleva tempo e fatica, sinceramente lasciai perdere. Successivamente ho avuto modo di conoscere un gruppo di ragazzi che, come me, avevano la passione per i crpg e decidemmo di riprendere a parlare di questo vecchio progetto. Insomma non ve la sto ad allungare ancora, sta di fatto che oggi, a distanza di qualche mese, siamo qui a veder realizzato quel sogno. Si lo so che ci metto molta enfasi a parlare di questi argomenti, in fondo si tratta solo di videogiochi, ma noi e voi che leggete queste righe sappiamo benissimo che non e' cosi'... Oggi l'rpg e' uno dei generi piu' seguito e apprezzato da chi ha come hobby quello di giocare davanti a un computer e infatti in USA i siti che trattano solo di rpg sono moltissimi e alcuni fatti davvero molto bene, ma anche la vecchia Europa puo' dire la sua...In questi ultimi anni gli rpg sono entrati nel cuore di molti europei, soprattutto tedeschi, francesi, inglesi ma anche russi, romeni e polacchi. Ne e' la prova il fatto che si trovano diverse software-house provenienti dall'est europeo, con progetti interessanti, alcuni dei quali gia' usciti. Ogni giorno molti di noi si trovano a navigare per la rete e leggere le ultime news sui nostri giochi preferiti, giochi che aspettiamo da tempo, alcuni da anni e anni (sigh), ma volete mettere poter leggere tutto questo in italiano? Dai ammettiamolo, noi italiani abbiamo una sensibilita' diversa (non voglio dire maggiore, dico diversa...) dai nostri "colleghi" videogiocatori tedeschi o russi, per non dire americani, per questo potrebbe essere interessante leggere dei pareri e delle recensioni non solo da Desslock di Gamespot, ma anche da un appassionato italiano, anche se sconosciuto ai piu'. Ma uno dei motivi che piu' ci hanno spinto a creare RPGPlayer e' quello di fornire informazioni a chi, per diversi motivi, non va a spulciarsi tutti i giorni i vari rpgdot, rpgvault, rpgplanet, ecc.ecc. Sono convinto che sono ancora tantissime le persone che si farebbero coinvolgere volentieri dalla magia di un rpg e che non riescono a trovare dei riferimenti soltanto nei vari forum o newsgroup che parlano di rpg...Ecco, scusate la presunzione, la nostra scommessa e' quella di diventare per costoro un punto di riferimento per scegliere, tra i vari titoli che offre il mercato, quello giusto per loro. Ovviamente partiamo da zero, siamo gli ultimi arrivati e dobbiamo conquistarci la vostra fiducia, speriamo di riuscirci, noi ce la metteremo tutta. A questo punto, il primo editoriale di RPGPlayer, poteva anche finire qui, ma non voglio sottrarmi a fare ancora alcune considerazioni, per spiegare meglio a chi legge queste righe chi siamo e cosa vogliamo fare. Il gruppo base, diciamo la colonna portante di RPGPlayer, e' composto da 6 persone: Fatto, Ricky, Marv, Aarnak, Falcocadarn e il sottoscritto. Da circa 3 mesi lavoriamo quasi giornalmente a questo progetto e abbiamo avuto modo di conoscerci, apprezzare le nostre differenze e le nostre qualita', ognuno di noi svolge un compito fondamentale ai fini della buona riuscita del progetto...Dico queste cose perche' vorrei che fosse chiaro che il nostro non sara', o almeno cerchera' di non essere, uno dei tanti siti amatoriali che ci sono in giro per la rete. Il nostro obbiettivo e' quello di informare sui giochi di ruolo per computer, il nostro strumento principale e' la professionalita con la quale vogliamo compiere questo obbiettivo. Se non ci riusciremo, sara' solo colpa nostra. Un altro "paletto" che vogliamo piantare e' quello dell'onesta' nei confronti nostri e di chi ci seguira', anche se fosse solo una persona...Non accetteremo compromessi, mai, e diremo sempre quello che pensiamo, fino in fondo. Bazzicando un po' l'ambiente, sono venuto a sapere di personaggi che dirigono aziende importanti del settore che telefonano a casa dei redattori non per sapere come va la vita, ma per lamentarsi di quel voto o di quella parolina detta nella recensione...Li aspetto al varco, questi ometti! Siccome nella dinamica del nostro gruppo ci siamo affidati dei compiti precisi e a me sono toccate anche le pubbliche relazioni (sento gia' ridere parecchia gente...), ho contattato parecchie persone in questi mesi, sia sviluppatori che publisher e distributori, sia italiani che stranieri e ho spiegato loro il senso della nostra iniziativa e alcune idee che abbiamo in mente…Beh, vi dico chiaramente che se dagli addetti ai lavori americani ed europei abbiamo avuto risposte entusiaste e immediate, gli italiani ci hanno completamente ignorati...Questo per dire con che persone abbiamo a che fare e non ho paura a esprimermi in maniera cosi' brutale. Ho decine di mail trasmesse e che non hanno quasi mai, eccetto un paio di casi, ricevuto una risposta, mentre la maggior parte dei publisher e sviluppatori non italiani hanno mostrato di gradire molto la nostra idea e si sono messi a disposizione per eventuali collaborazioni. In ultimo voglio ringraziare, a nome di tutto il gruppo di RPGPlayer, il Multiplayer Network, che ha avuto il coraggio di avere fiducia in noi e ha messo a nostra disposizione uomini, mezzi, tempo e tutto quello che serve per permetterci di andare online...Un ringraziamento particolare ai grafici, non so a voi ma a me il look del sito piace molto. A quelli che ci seguono chiediamo di starci addosso, senza pieta', di farci notare eventuali errori e, perche' no, di coinvolgersi con noi in questa avventura. Non ve ne pentirete!

Buon divertimento

SNIKT!

Lello "wolverine" Sarti

Inviate i vostri commenti, critiche e suggerimenti a:

rpgplayer@multiplayer.it