Halo, la serie TV: la recensione dell’episodio 1x08 Allegiance

La recensione dell'episodio 1x08 della serie TV di Halo, Allegiance, parla del penultimo episodio della prima stagione di Paramount+.

RECENSIONE di Luca Forte   —   12/05/2022
15

La serie TV di Halo non riesce a mettere d'accordo tutti. Ci sono coloro che sono scontenti della poca azione portata su schermo e chi, al contrario, vorrebbe più macchinazioni e un focus maggiore su quello che succede dietro la quinte della UNSC. C'è chi vorrebbe un maggior numero di citazioni della serie originale e chi una maggiore separazione soprattutto per quanto riguarda il design di alcuni Covenant o di alcune tematiche, invecchiate un po' male.

A nostro avviso tutte queste "critiche" sono vere, anche se un po' ingenerose, e potrebbero dimostrare come la serie di Paramount+, nel tentativo di accontentare un po' tutti, abbia fatto fatica a trovare una propria anima.

La recensione dell'episodio 1x08 della serie TV di Halo, Allegiance, proverà a dire senza spoiler come gli sceneggiatori si stanno preparando per il più proverbiale finale di stagione.

Fazioni

Lasciata in stallo, almeno momentaneamente, la situazione su Madrigal, Allegiance si concentra su Reach, pianeta nel quale tutti i nodi vengono al pettine. Sul pianeta, infatti, la UNSC mette in mostra i peggio di sé: sotterfugi, violenza, invidie, fazioni e giochi di potere.

Nel mezzo di tutto c'è Master Chief, un personaggio che comincia a emergere non tanto come guerriero invincibile (sì, c'è anche quello), ma come leader carismatico, come una persona che ha sempre avuto quel qualcosa in più degli altri che lo ha elevato sopra tutti.

I vari protagonisti si muovono intrappolati nella rete tirata dalla Halsey, vero e proprio burattinaio di tutto quello che succede tra gli umani. Solo che anche lei deve fare i conti con la capacità persuasiva di John-117 e con poteri e leggende che trascendono persino le sua capacità analitiche.

Antipasto

Gli Spartan scendono in pista
Gli Spartan scendono in pista

Dopo un inizio piuttosto spiazzante e persino un po' scioccante, ma coerente con quello che ha fatto Chief all'inizio della stagione, l'episodio sale di giri con i primi violenti scontri e qualche colpo di scena che continua a sparigliare le carte. Le fazioni si sfaldano e si riuniscono, guidate dalla logica, dalla situazione e dai sentimenti. D'altra parte siamo esseri umani e se per qualcuno questa poca coerenza potrebbe essere un segnale di debolezza, per altri è il motivo per cui siamo sempre in grado di redimerci e, potenzialmente, evolvere e migliorare.

Su questi temi di base, come sull'amicizia, l'amore e la fedeltà si gioca l'episodio 1x08 della serie TV di Halo. Nell'ombra, però, c'è sempre lo spauracchio dei Covenant, l'unico vero nemico della serie di Halo. Una minaccia quasi mai invadente (perlomeno nell'economia della puntata), ma bel presente, come emerge da alcuni dialoghi.

In questo modo gli sceneggiatori hanno apparecchiato le vicende per lo scontro finale che, inevitabilmente vedrà Chief, gli Spartan e la UNSC arrivare alla resa dei conti e capire finalmente cosa sia questo Halo. Sia come luogo fisico al centro della storia di John-117, sia come serie TV: la prima stagione sembra essere stata costruita come un lungo antipasto per quello che avverrà in futuro. Gli sceneggiatori hanno tratteggiato personaggi, luoghi e storie che adesso devono essere sfruttati pienamente per raggiungere il loro pieno potenziale. E finalmente soddisfare un po' tutti.

Commento

L'episodio 1x08, Allegiance, è il classico antipasto al finale di stagione della serie TV di Halo. Gli schieramenti si definiscono, le trame sono un po' più chiare e comincia a esserci qualche scontro. La battaglia finale, perlomeno per questa stagione, sarà combattuta nei prossimi 50 minuti. Da questa capiremo - si spera - la direzione che intraprenderà Paramount+ nei prossimi anni.

PRO

  • Un po' d'azione
  • Colpi di scena
  • Il finale di stagione è promettente
CONTRO
  • Master Chief non fa cosa da Master Chief