Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Jr., la recensione 12

Di nuovo nel Regno dei Funghi con il secondo remake per 3DS del franchise di Mario & Luigi. La nostra recensione di Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser + Le avventure di Bowser Jr.

RECENSIONE di Marco Perri —   12/02/2019

AlphaDream è il prossimo second-party Nintendo che dovrebbe entrare nel mondo delle produzioni casalinghe. La buttiamo lì, così, anche se forse questo non è il luogo migliore per dirlo visto che sì, Le avventure di Bowser Jr. è un'eccezionale primizia, perfetta per l'esperienza portatile e figlio della stessa operazione di Scagnozzi di Bowser, ma altro non è che una bellissima aggiunta a quello che a conti fatti è un remake a tutti gli effetti, seguito spirituale del remake di Superstar Saga. I giapponesi con sede a Tokyo hanno sviluppato sempre per portatili e quasi sempre titoli sopra la media; non è un caso che il team incorpori dipendenti della vecchia Squaresoft - usciti prima della fusione del 2003 con Enix - né tantomeno che la saga che li ha resi famosi sia chiamata in Giappone Mario & Luigi RPG. Quello di Mario & Luigi è un franchise quasi ventennale, il classico prodotto estremamente godibile che riesce a mettere dentro idee, inventiva, quella leggerezza positiva che rende la fruizione una gioia per tutti coloro in cerca di avventure spensierate ma capaci di strappare un sorriso, il tutto in movimento. Viaggio al centro di Bowser era effettivamente un titolo sensazionale per il tempo, ci era piaciuto tantissimo. Quello che oggi, quasi dieci anni dopo, possiamo assicurarvi è la forza della sua proposta ludica: il titolo ha mantenuto inalterate le sue qualità sempreverdi, arricchite da un remake di classe e da una nuova, già conosciuta aggiunta strategica di cui c'è sempre bisogno.

Tris di alleati

Per trama e dettagli vi rimandiamo alla recensione del tempo di Viaggio al Centro di Bowser. Quell'aspetto della storia è rimasto inalterato; oggi ci interessa avvalorare il lavoro di restauro concretizzato da AlphaDream su 3DS, analogo a quello realizzato per il remake precedente. Non solo l'adozione del motore dei Mario&Luigi esclusivi per 3DS rende questi remake enormemente più piacevoli e ricchi rispetto alle controparti originali (in questo caso la versione DS), ma la caparbietà del team ha reso l'estetica un elemento universalmente apprezzabile.

Sprite, animazioni, fondali, giochi di luce e fisica dell'acqua si avvalgono della maggior potenza del 3DS per offrire un quadro esponenzialmente più ricco della release su DS, eccezion fatta per le sezioni poligonali in cui invece i limiti della console vengono fuori con grande facilità. Al netto di quest'ultimo aspetto, Viaggio al centro di Bowser sembra in tutto e per tutto un titolo esclusivo 3DS con integrate meccaniche di utilizzo stilo molto comuni all'era DS. Da questo punto di vista, AlphaDream aveva costruito al tempo un motore in grado di reggere il peso degli anni e, dopo Superstar Saga questo remake ne è la seconda prova reale. La dilagante simpatia della narrazione proietta tutto il cast del Regno dei Funghi in quella dimensione fiabesca che ci si aspetta da un episodio del franchise, condita stavolta dalla possibilità di giocare e controllare Bowser, nonché il resto dei suoi scagnozzi in quella che è un'avventura memorabile. Stavolta l'idea cardine è lo stravolgimento delle meccaniche standard: per buona parte del viaggio sarà Bowser il protagonista immerso in un gameplay a tre dimensioni, mentre a Mario e Luigi sarà lasciato lo scettro di comprimari a due dimensioni, per l'appunto dentro il corpo di Bowser. Come spesso accade basta una meccanica semplice per donare nuova linfa a un qualcosa di assodato e l'inventiva di AlphaDream rimane ancora oggi fresca, divertente, appagante e stimolante.

Cosa non si fa per Papo

Dicevamo, l'elemento stilo: è indubbiamente questa l'eredità DS che più ci ha fatto sorridere. Passi il dover mettere la console in verticale durante alcuni scontri, è il pennino che ci ha fatto ripensare per pochi istanti a quanto tempo sia passato da quegli anni in cui quello stilo era l'emblema del gioco casual.

Oggi ritrovarsi a grattare il touch sembra un'azione di ere fa ed è semplice percepirne tutti i limiti ludici; per fortuna le situazioni sono rarefatte nel flusso, sono momenti di una manciata di secondi di un gameplay piuttosto telefonato. Superato questo, il resto è una meraviglia: una storia corposa, variazioni ludiche delle parti coinvolte, profondità della componente ruolistica, colonna sonora sopra le righe. Ah, per chi se lo stesse chiedendo sì, ancora una volta abbiamo la possibilità di accelerare le scene di intermezzo, un'aggiunta sicuramente gradita vista la tendenza al racconto da sempre marchio di fabbrica del franchise. Viaggio al centro di Bowser incarna la quintessenza della saga Mario & Luigi, ovvero la capacità di raccontare storie adatte a tutti, in qualsiasi momento, che non sfioriscono mai e che aggiungendo ogni ora un pizzico di tanti elementi diversi si rinfrescano di continuo.

Naturalmente Nintendo sapeva di non potersi limitare a questo e nuovamente torna l'aggiunta strategica parallela, stavolta incentrata sulle avventure di Bowser Jr. e dei Bowserotti, in grado di gettare nuova luce sul carattere peperino del figlio di Bowser e sulle personalità dei suoi alleati. Al netto di una certa semplicità di concetto, l'aggiunta di questi spin-off (accadeva lo stesso con il remake di Superstar Saga) continua a sembrarci un'ottima integrazione che permette di spezzare il ritmo della campagna principale per cimentarsi con un gameplay sostanzialmente differente. AlphaDream perfeziona il modello strategico e lo arricchisce con tante nuove unità e incastri, rendendolo di fatto un gioco a sé stante dove l'utente, ultimato l'assembramento cangiante del team, è uno spettatore con un po' di ingaggio ludico in qualche frangente decisionale. Una sorta di battaglia a scacchi molto più rissaiola che colora di diversità il remake, completandolo anche a livello di storia e di longevità, arrivando a raggiungere anche una decina di ore se concluso bene.

Digital Delivery
Nintendo eShop
Prezzo
44.90 €
Multiplayer.it

8.5

Lettori (4)

9.3

Il tuo voto

Mario & Luigi è una saga che speriamo non finisca mai. Ogni volta AlphaDream trova un modo per reinventarsi e buttare nel calderone idee di una struttura che riesce a mantenersi solida e appagante, nonché divertente e ideale per giocare in mobilità. Nintendo ci consegna un altro ottimo remake, arricchito dello spin-off strategico di Bowser Jr., che permette alla serie di ripresentarsi alle nuove leve, nella speranza di vedere il talentuoso team cimentarsi con una console domestica. Quanto manca all'annuncio per Switch?

PRO

  • Fresco, godibile, lungo
  • Il motore grafico regge ancora benissimo
  • L'avventura di Bowser Jr. è un'ottima aggiunta

CONTRO

  • Uso dello stilo ormai superato