Nascar 07 - Recensione  0

Siete pronti per uno dei passatempi più noiosi della storia?

RECENSIONE di David Falzarano —   26/03/2007

Giro giro tondo

...che definire “nuovo” è in realtà un azzardo, visto che come tutti i brand sportivi EA, anche questo risente dell’effetto di stagnazione dovuto al passaggio alle nextgen, a causa del quale quasi tutti i giochi targati 07 sono praticamente la copia-carbone delle corrispettive versioni dell’anno precedente. In Nascar però, tradizionalmente caratterizzato da cambiamenti piuttosto marcati da un’edizione all’altra, il fenomeno si nota anche di più. Le modalità di gioco disponibili sono la classica corsa singola, le sfide Dodge (scenari predefiniti della stagione 2005), la modalità stagione e “chase for the cup” (dove si corre una sola parte della stagione comprendente 10 gare). Nella modalità carriera si comincia con un pilota sconosciuto, con l’intento di arrivare ad essere il miglior pilota di Nascar. Si parte dalle leghe minori, ma piazzando dei tempi record si può riuscire a far carriera molto velocemente. C’è da dire che alcuni aspetti della modalità carriera sono un po’ oscuri e macchinosi, e il manuale a corredo non aiuta granché. Il sistema di abilità variabile è una gradita novità: eseguendo particolari manovre come sorpassi puliti, rimanere in testa a lungo e via dicendo, si ottengono particolari punti abilità che possono essere usati per aumentare la bravura del proprio pilota virtuale (un po’ come visto anche in Squadra Corse Alfa Romeo).

Giro giro tondo

Ma c’è di più: causando incidenti, danneggiando la macchina o facendo qualsiasi altra cosa controproducente, i punti abilità verranno sottratti. Abbastanza ben fatto il sistema di settaggi dei vari componenti dell’auto, leggermente più potente e preciso dell’anno scorso. I maniaci delle modifiche potranno sbizzarrirsi con pressione delle gomme, campanatura, rapporti delle marce e via dicendo. Dal punto di vista della giocabilità è cambiato pochissimo, e la guida delle auto sembra proprio la stessa vista l’anno scorso con l’unica differenza di una maggiore sensazione di agilità dei veicoli, che sembrano essere più leggeri. Il multiplayer è rimasto anch’esso invariato, ed è un vero peccato perché è proprio uno degli aspetti che avrebbe avuto più bisogno di una bella rinnovata. Si nota inoltre una netta differenza con la versione Xbox, che può giovare di Xbox Live!.

Grafica e sonoro

La grafica non è certo il punto forte del gioco, poiché riprende in toto quella vista in Nascar 06, che già a suo tempo appariva datata e poco convincente. I modelli delle auto si mantengono su livelli accettabili, e il senso della velocità è reso sufficientemente bene anche grazie all’ormai onnipresente blur. Va molto meno bene per i tracciati, che appaiono scialbi e poco dettagliati, esattamente come nella scorsa edizione. Anche il sonoro è praticamente copia-incollato dal predecessore, con le solite canzoncine in sitle EA nei menu e degli effetti sonori più che discrete per riprodurre i motori. Presenti come al solito i meccanici dei box che ci segnalano tutte le cose da sapere attraverso la radio. Buoni gli effetti ambientali e gli altri rumori legati all’auto, come vento o rollio degli pneumatici.

Commento finale

Un gioco di guida poco più che sufficiente, caratterizzato da un comparto tecnico ormai datato e da una somiglianza con il capitolo precedente che non lascia spazio ad equivoci: se possedete già Nascar 06 sarebbe assolutamente insensato compare questa versione 07. Consigliato sono ai veri appassionati della disciplina o ai fan storici della serie, anche perché di bei giochi di guida più meritevoli dei vostri soldi, siano essi arcade o simulativi, su PS2 non c’è affato carenza.

Pro

  • Interessante per gli appassionati smanettoni
  • Ehm...
Contro
  • Praticamente identico alla versione precedente
  • Noioso sulla media distanza

Guardare macchine tamarre che corrono per ore in monotoni circuiti ovali non è la cosa più divertente per noi italiani, ma evidentemente a qualcuno, nella fattispecie gli americani, la cosa piace così tanto da dedicare al fenomeno una lunga serie di simulazioni, lanciata addirittura nel lontano 1994 da Sierra On-Line e poi continuata nel tempo da Electronic Arts. A dire il vero, negli anni EA ce l'ha fatto piacere un po' di più anche a noi. I pochi appassionati di questa discilplina mi seguano, quindi, e sapranno cosa riserva loro questo nuovo Nascar 07.