RPG Maker MV, la recensione: torna il software che ci permette di creare i nostri JRPG

Tutti sviluppatori di JRPG con RPG Maker MV, il software che permette di creare il proprio gioco di ruolo "vecchio stile".

RECENSIONE di Massimo Reina   —   24/09/2020
24

La recensione di RPG Maker MV non parla di un gioco ma di un software contenente un set di strumenti utile per tutti per coloro che hanno voglia di cimentarsi nella creazione di un gioco di ruolo e di dare quindi sfogo alla propria fantasia. La forza di prodotti come RPG Maker è infatti quella di permettere a chiunque di realizzare un videogioco praticamente dal nulla, senza avere la minima conoscenza di programmazione e partendo da una manciata di idee di base. Per questi motivi l'approdo di questa edizione su PlayStation 4 (e Switch) curata per l'occidente da NIS America, era atteso con grandi aspettative da parte di molti appassionati che lo avevano già ammirato su PC nel 2015. Tali aspettative, però, come vedremo nelle prossime righe, rischiano di rimanere in parte deluse già dopo pochi minuti di gioco.

Controlli poco amichevoli

Il programma non necessita di chissà quante e quali spiegazioni: una volta caricato, l'utente si ritrova davanti a un semplice quanto divertente tutorial che attraverso anche alcune fasi giocate spiega dettagliatamente il da farsi, compreso l'uso di un'interfaccia stracolma di icone e comandi, da dove iniziare i progetti. Si può quindi partire prendendo una mappa "vergine" e usarla come base per inserire ciò che si ritiene adatto alle proprie esigenze, oppure riadattare una modificandone l'aspetto togliendo o aggiungendo alberi, fiumi, boschi e villaggi. In un secondo momento l'utente può poi preoccuparsi di compiere gli ulteriori passaggi per dare vita a una parvenza di prodotto completo e giocabile. In mezzo, almeno per chi è neofita di questo tipo di software, tante prove, diversi tentativi per incastrare al meglio i vari asset proposti e già pronti, così come per far funzionare i diversi parametri che regolano i molti aspetti di un gioco.

Eih008Swkaazumq

Solo quando tutti i tasselli saranno al loro posto si potrà dire di avere creato qualcosa che inizia a prendere una forma un po' più concreta. Perché per arrivare a completare anche una semplice e poco longeva avventura, bisognerà mettere assieme tanti di questi micro lavori e dedicare loro parecchio tempo. Impresa tutt'altro che semplice non solo per la complessità che richiede programmare un titolo, anche se come in questo caso si viene aiutati al massimo da un software, ma perché per selezionare, modificare, utilizzare qualsiasi elemento per il proprio progetto occorre navigare tra numerosi menu con l'ausilio dei pad, molto più scomodo e poco "friendly" rispetto a un più adatto mouse.

Eih058Dxyaez9Tl

L'assenza (e l'utilità) di questa periferica si fa sentire al pari di quella di una tastiera, specie quando si comincia a lavorare sui membri del party, a sceglierne le classi che impersoneranno e, soprattutto, creare le prime linee di dialogo. In qualsiasi gioco di ruolo che si rispetti, i discorsi tra personaggi sono un elemento chiave del prodotto, e ovviamente di testi da scrivere ce ne sono sempre a bizzeffe. Di conseguenza, un conto è poterlo fare utilizzando, appunto, una comoda tastiera, un altro doverlo fare con la levetta analogica e la scelta di ogni singola lettera attraverso una schermata. Certo, il programma prevede l'uso di scorciatoie testuali, ma di fronte all'enormità di certe scritture c'è poco da fare.

Eih0Uhgwsaioav5

Risorse in quantità

L'interfaccia di RPG Maker MV è comunque ricca di contenuti (questa edizione include quasi tutti i plugin e le risorse rilasciate negli anni tramite DLC su computer), ben organizzati tra loro, e difficilmente ci si perde nel cercare qualcosa. E se si supera il fastidio di dover "manovrare" il tutto, come scritto prima, attraverso una periferica abbastanza scomoda per questo tipo di prodotti, è possibile calarsi ancora di più nel processo di creazione di un gioco, rifinendo quella base strutturale di cui accennavamo all'inizio. Così l'utente può dedicarsi a bilanciare le statistiche dei propri personaggi, a quelle dei mostri che ha deciso di sistemare sul cammino del party, dentro un intricato dungeon piuttosto che tra gli alberi di una foresta innevata.

71Xrzm6Qjwl Ac Sl1500

E ancora, ripensare alla disposizione di alcune aree e sistemare nei momenti chiave dell'avventura gli eventi che serviranno magari a cambiare una fase di gioco, a introdurre un nuovo eroe o nemico o a dar vita al classico colpo di scena, a seconda delle ramificazioni della storia. All'interno di RPG Maker MV si può perfino gestire il modo in cui i personaggi non giocanti si muovono o reagiscono, così come i nemici, ai quali attribuire delle routine comportamentali ben definite affinché possano comparire o meno in certi momenti o ambienti, quante volte farlo, i vari livelli di crescita e potenza, e così via. Tante anche le musiche selezionabili per accompagnare le fasi esplorative, i dialoghi o le sessioni di combattimento.

2 11

Insomma, avrete senz'altro capito che questo programma, al netto dei suoi "difetti", è davvero ricco di potenzialità e non è rivolto a un pubblico generico, ma a veri e propri appassionati disposti a trascorrere ore e ore davanti a delle schermate prima di operare una scelta, e a sorvolare nello specifico alle limitazioni imposte dal'assenza di mouse e tastiera. Uno scoglio difficilmente superabile per i casual gamer. Per la cronaca, tra le altre limitazioni della versione console rispetto alla controparte per PC segnaliamo l'impossibilità di importare nuove risorse originali, e quella di realizzare dei giochi vendibili poi sul mercato. In tal senso le creazioni possono solo essere condivise, gratis, attraverso il Maker Forum.

Commento

Digital Delivery
Steam, PlayStation Store, Nintendo eShop
Prezzo
49,99 € / 67,99 €
Multiplayer.it

6.5

Lettori (4)

7.2

Il tuo voto

RPG Maker MV è sicuramente un ottimo software, uno strumento utile e divertente per dare sfogo alla propria immaginazione, che viene però limitato suo malgrado su console dalla sua stessa natura, che lo vede più adatto a essere utilizzato su computer con mouse e tastiera piuttosto che su PlayStation 4. Nonostante infatti lo sforzo compiuto dagli sviluppatori per cercare di rendere fruibile il programma anche su piattaforme domestiche, pad e limitazioni strutturali di queste ultime finiscono per rendere pesanti alcuni passaggi, soprattutto per quanto riguarda i testi dei dialoghi. Per questi motivi ci sentiamo di consigliarlo a quegli appassionati dotati di tanta pazienza, e che non si spaventano davanti ai lunghi tempi di lavorazione dovuti anche ai motivi sopra elencati.

PRO

  • Tanti asset e idee per creare il proprio RPG dei sogni stile 16-bit
  • La localizzazione in italiano, anche se un po' zoppicante
  • Interfaccia chiara e dettagliata...
CONTRO
  • ... ma estremamente pesante e lenta da usare col joypad
  • Alcune fasi dello sviluppo richiederebbero mouse e tastiera
  • La versione console non consente di commercializzare i propri lavori