La soluzione di Castlevania: Harmony of Despair  0

Nonostante il titolo, non disperate, troverete qui tutto il necessario per completare il gioco!

SOLUZIONE di Fabio Di Gaetani —   13/08/2010

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco. Potrebbero esserci divergenze con la versione italiana.

Consigli generali




- I personaggi vanno a condividere gli equipaggiamenti che recupererete durante tutti i livelli. Ciò significa che non è strettamente necessario recuperare un numero elevato di oggetti dello stesso genere, poiché potrete - all'uopo - scambiare i vari vestiti in caso di peculiari necessità. Conviene quasi sempre vendere un accessorio doppio / triplo.
- Le casse vengono separate a seconda del colore: se rosse, contengono denaro; se verdi, contengono equipaggiamento; se marroni, possono contenere qualsiasi cosa (ogni tanto anche avversari); se blu, punti vita extra.
- Nonostante gli oggetti recuperati dalle casse siano condivisi tra i vari membri del vostro party, dovrete comunque operare una discriminazione al momento della scelta riguardante chi aprirà la cassa. Questo perché il valore di "fortuna" (LCK) del soggetto determinerà la probabilità di ottenere un oggetto di elevato prestigio.
- Gli oggetti ottenuti dalle casse di tipo blu si comportano in maniera leggermente diversa rispetto al resto: essendo infatti dei miglioratori del livello di HP (cosiddetti "Water of Life"), vengono portati unicamente dal soggetto che ha aperto la cassa - ma può essere da lui utilizzata verso altri soggetti. Dunque, nel caso in cui i vostri HP siano molto bassi, lasciate che qualcun altro si occupi dell'apertura, poi eventualmente lui vi curerà - prenderla voi stessi risulterebbe inutilmente rischioso.
- Nel caso in cui sappiate dell'incombenza di un boss, cercate di "risparmiare" alcune unità di Water of Life, sicché possiate riportare in vita i giocatori morti durante il combattimenti. Se non saranno vivi non potranno infatti partecipare alla spartizione del tesoro di fine livello.
- Cercate di massimizzare l'efficacia degli strumenti di cura, posizionando la massima quantità possibile di giocatori all'interno dell' "area" d'effetto degli strumenti stessi (la noterete dal colore verde. Funziona sia con le pozioni di cura "standard", sia con quelle atte a rettificare un'alterazione di status.

Personaggi

Di seguito, una descrizione dei personaggi del gioco: punti forti, deboli, come ottimizzare le loro statistiche.

Video - Trailer E3

Soma Cruz

I poteri principali di Soma derivano dalla sua capacità di "catturare" le anime dei mostri, trasformandole in abilità del personaggio e/o armi. Spesso, le armi di Soma sono in condivisione con quelle di Alucard, dunque comprando un'arma per uno dei due, vi troverete spesso a potervene servire anche per il suo compagno. Il suo punto debole principale è l'impossibilità di utilizzare uno scudo - ciò lo rende particolarmente vulnerabile durante i combattimenti contro alcuni boss, dotati di abilità offensive fuori dal comune.
E' immune inoltre immune ad alcune alterazioni di status; possiede anche degli attacchi "iniziali" piuttosto potenti, dunque è uno dei personaggi maggiormente utili durante le prime fasi di gioco. La sua debolezza riguardante le armi è principalmente collegata alla lentezza nell'utilizzo di qualsiasi cosa sia "a due mani", contrariamente ad Alucard, che riesce a servirsi di questo genere di oggetti senza troppi problemi. Consigliamo di allocare quasi tutti i punti-abilità (durante la parte iniziale) verso la resistenza al veleno, che in seguito si rivelerà un bonus davvero importante.

Alucard

E' particolarmente versatile nell'utilizzo delle armi & scudi, se si escludono i generi di armi più "pesanti" come le asce da battaglia e le lance - per il resto, può praticamente utilizzare qualsiasi genere di lama, di mazza e/o di scudo. E' in grado anche di eseguire diverse magie, tramite la sua abilità secondaria - esse sono Summon Spirit, Dark Metamorphosis, Tetra Spirit e Hellfire (che può ulteriormente trasformarsi in Dark Inferno, tenendo premuto il tasto associato per qualche secondo). E' praticamente l'unico personaggio in grado di equipaggiare lo scudo; la sua forma "fantasma" può schivare la maggior parte degli attacchi, abilità particolarmente preziosa nell'affrontare alcuni boss, altrimenti molto complicati da sconfiggere.
Altre sue debolezze risiedono nel corto raggio associato alla maggior parte delle sue armi; probabilmente è il personaggio con il raggio d'attacco più basso di tutti, atto anche a compensare la capacità di utilizzare lo scudo, che altrimenti lo renderebbe praticamente invincibile. Quando noterete che i vostri HP cominceranno a scarseggiare, è meglio battere in ritirata, rifugiandosi in qualche luogo sicuro, per poi usare Hellfire a ripetizione, colpendo il nemico senza esporvi eccessivamente al suo fuoco. Associate sempre ad Alucard uno scudo di buon livello e una spada capace di infliggere parecchi danni: senza oggetti di questo tipo, diventa indubbiamente il personaggio meno potente del gioco.

Jonathan Morris

Morris è praticamente l'equivalente di Belmont: la sua arma standard è la frusta, le sue secondarie sono delle magie che vengono recuperate eliminando nemici importanti durante il procedere del gioco. Può inoltre imparare delle mosse "extra" aprendo le casse disseminate lungo il territorio. Solitamente, il secondo tasto d'attacco sarà associato a questo genere di mosse. Si tratta comunque di un personaggio votato principalmente al supporto / copertura di altri soggetti, dotati di potenza d'attacco maggiore. Lo sconsigliamo nel caso in cui vogliate intraprendere il single-player, dato che molto probabilmente vi blocchereste al sesto livello, impossibile superarlo con Belmont dato il Timer di 30 minuti. Tra i suoi principali punti di forza, si può annoverare come la frusta sia l'arma con il raggio d'attacco più elevato, tra quelle disponibili all'interno del gioco (eccettuate le magie, che comunque non possono propriamente essere definite come armi). Tenendo premuto il tasto associato alla frusta, potrete anche andare a creare uno "scudo" nei confronti dei colpi nemici, analogo allo scudo di Alucard (ma molto meno potente - evitate di utilizzarlo contro i boss, a quel punto sarà sempre meglio cercare di schivare l'attacco). Le armi secondarie di Morris (solitamente magie) possono aumentare di livello (esso si eleverà all'aumentare del numero di nemici uccisi utilizzando una data arma), andando così a causare più danni al momento dell'impatto. Per questo motivo, consigliamo di acquisirle il prima possibile, sicché il tempo a vostra disposizione per far loro raggiungere il massimo livello non vi manchi.

Shanoa

Si tratta di uno dei due personaggi completamente "specializzati" nell'utilizzo di attacchi di tipo magico. Dovrete raggiungere il secondo livello per cominciare realmente a capire come poterli sfruttare - potrete infatti iniziare a "rubare" i glifi associati alle magie, dalle Streghe di Salem e i Nova Skeleton (gli scheletri di colore verde, dotati di laser). Per "catturare" una magia, dovrete tenere premuto il tasto Alto sul vostro joystick (o d-pad). In tal modo, qualsiasi magia presente nei paraggi (il raggio d'azione è pari a circa metà schermata) verrà "risucchiata" da Shanoa. Il nemico perderà la capacità di utilizzo della magia, dunque, da un certo punto di vista, può essere anche inteso come un attacco oltre che un metodo per aumentare la quantità di magie a vostra disposizione.
Dalle Streghe di Salem potrete risucchiare tre diverse magie: Ignis (un attacco a mo' di palla di fuoco), Grando (missile di ghiaccio), Fulgur (magia a base di lampo, molto potente). Dai Nova Skeleton potrete prelevare solo Nitresco (è la mossa che i Nova Skeleton utilizzando, dunque una specie di raggio laser). Una volta che Fulgur o Nitresco verranno recuperate, la potenza del personaggio aumenterà in maniera notevole, poiché esse sono spesso in grado di uccidere un avversario al primo impatto. Grando è particolarmente utile contro gli avversari capaci di rotolare a terra; vengono ricompresi anche Frankestein e Death, data la loro lentezza; è anche una delle magie con il raggio d'attacco maggiore tra tutti i proiettili a disposizione. Tra le sue debolezze, si può (e deve) senza dubbio annoverare l'alto costo in termini di punti-magia dei suoi colpi: per ognuno esso è pari a 15, dunque solo 6-7 magie consecutive prima di esaurirli completamente. Un suo buon utilizzo prevede l'equipaggiamento di una grande quantità di oggetti atti ad incrementare il suo livello di INT e MND, sicché 1) ogni magia tenda a causare un dispendio minimo di MP; 2) il totale di MP a vostra disposizione si ricarichi il più in fretta possibile. Così facendo, Shanoa diventa il personaggio d'attacco più potente assieme ad Alucard, e potranno andare a formare un duo davvero letale. Shanoa può seccare in un sol colpo la maggior parte dei nemici "minori", e può comunque danneggiare significativamente anche quelli più potenti, se si limita all'utilizzo di Fulgur e Nitresco (le altre magie sprecano MP ma non riescono ad infliggere quantità significative di danni, evitatele).

Charlotte Aulin

Secondo personaggio specializzato nell'utilizzo della magia (aderente allo stereotipo, entrambe donne). Purtroppo, contrariamente a quanto avviene per Shanoa, la sua arma secondaria non può aumentare di potenza con l'utilizzo, situazione che la penalizza notevolmente. E' comunque in grado di catturare un bel po' di magie dai nemici. Il suo attacco iniziale & principale è un proiettile d'attacco magico, che riesce a viaggiare per circa metà dello schermo.


Può essere sparato solo verso destra e sinistra, dunque non sarà semplice colpire i nemici collocati in posizioni particolari. Per assorbire le magie, dovrete tenere premuto il tasto associato all' "abilità personale" (che va a creare lo scudo magico).
Qualsiasi magia che impatterà contro lo scudo così creato, verrà assorbita - se possibile - oppure respinta al mittente. Tra quelle assorbite, si possono contare generalmente le seguenti: 1) Fireball - magia di default, che può essere recuperata ulteriormente dai Pilastri di Ossa; 2) Acidic Bubble - recuperabile dai Gargoyle, identificati come Glaysa Labolas; 3) Demon Seed - recuperabile dalla pianta carnivora, dovrete attendere che "spari" uno dei suoi semi in vostra direzione, non è sufficiente "colpire" la pianta con lo scudo, mentre essa apre la sua bocca per "sputare" la magia pietrificante standard; 4) Flame Shot - dal Demone del Fuoco, si tratta del suo colpo principale & più potente, un proiettile di fuoco di grandi dimensioni; 5) Thunderbold - dal Demone del Tuono, anch'esso è un colpo piuttosto potente, solitamente lo standard per quel genere di nemico; 6) Nightmare - il colpo principale di Malachi (il demone volante).

Missioni

Di seguito, la descrizione & soluzione dei livelli di gioco.

Caught in the Cradle of Decay

Trattasi del livello iniziale, dunque il più semplice. Cercate di utilizzarlo per cominciare ad accumulare una ragguardevole quantità di oggetti, sicché sia poi possibile venderli & comprare nuovi oggetti e magie più potenti tramite negozio. Anche in single player, dovreste essere in grado di recuperare tutte le casse presenti, fatta eccezione per quella in basso a destra (dunque, non avrete scuse nel caso in cui non le recuperiate tutte in multiplayer). L'unico vero problema, in termini di possibilità che i vostri personaggi vengano stecchiti, è il raggio della morte utilizzabile da Gergoth, boss finale - il suo raggio d'azione è infatti piuttosto elevato, e potrà colpirvi ancora prima che la battaglia contro di lui sia realmente iniziata. Anche con scudo e/o buona armatura, i danni subiti saranno ragguardevoli, dunque evitarlo rimane la scelta più saggia.
Raggiungere il boss non richiede abilità particolari, tranne la capacità di eseguire doppi salti senza troppi problemi. Riempite la stanza centrale d'acqua servendovi dell'interruttore. Poi eseguite un doppio salto, evitando in tal modo le trappole che vengono create dalla presenza dei grossi aculei. Saltate anche i pendoli (non sarà complicato ottenere il giusto tempismo, si muovono con la periodicità propria di un qualsiasi pendolo), fino ad arrivare in cima.

Boss: Gergoth
Generalmente, tutti gli attacchi del boss possono essere evitati tramite un semplice "tuffo" verso il basso, seguito da un doppio salto verso il corpo del nemico, con associato colpo. L'unico che vi può mettere in seria difficoltà, come anche precedentemente enunciato, è il raggio della morte. Cercate di recuperare le casse in zona: posizionatevi nell'angolo in basso a sinistra della stanza, attendendo che il nemico vada a distruggere il pavimento. Poi attaccatevi al muro a sinistra, raggiungendo la stanza con il fucile da cecchino Almaric, molto potente. Per quanto concerne l'attaccare il nemico, ci sono due modalità: una veloce, che consiste nell'attaccare direttamente la testa, non protetta da armatura e quindi maggiormente sensibile; ed una più lenta, ma meno rischiosa, che vi vede colpire ripetutamente l'armatura sulle gambe del nemico; una volta che queste saranno esposte, subiranno comparativamente molti più danni della testa, la sua morte sarà certa. Recuperate poi la cassa dorata per completare la missione.

Lord of the Unseen Strings

Livello piuttosto complesso, specialmente a causa di un ostico boss finale. Dovrete fare in modo che una sezione consistente del vostro party si sposti verso la stanza immediatamente sotto a quella del boss, partendo dalla parte alta del livello, aprendo così la porta di sicurezza: in caso contrario, non sarà possibile condurre più di un giocatore verso il nemico, situazione che vi penalizzerebbe in maniera notevole. Dopodiché, dovrete premere in sequenza gli interruttori per fermare le fiamme lungo il corridoio (ogni interruttore dovrà essere premuto da un diverso personaggio; l'unico rimanente dovrà passare, per poi prendere il posto dell'ultimo suo compagno - e così via).
Cercate anche di fare in modo che le casse vadano sempre ad ostruire le varie gabbie di ferro, sicché esse non possano essere utilizzate contro di voi dal boss di fine livello. Nel caso in cui stiate giocando in solitaria, per arrivare al boss dovrete prima spostarvi verso sinistra, poi alto, dunque destra. Il corridoio immediatamente sopra quello caratterizzato dalla presenza di numerose statue emetti-fiamme dovrà essere raggiunto, poiché lì si situa l'interruttore, necessario per accedere alla camera finale. Poi tornate verso le stanze "esterne", dalle quali scendere verso il nemico.

Boss: Puppet Master
Il suo attacco più fastidioso è non bloccabile, vi posizionerà all'interno di una delle gabbie di ferro disseminate lungo il livello; nel caso in cui il vostro livello di HP sia inferiore a 150, verrete purtroppo probabilmente uccisi. Fortunatamente, seguendo questa guida dovreste aver già bloccato a dovere tutte le gabbie di cui sopra, sicché questo pericolo si potrà considerare scongiurato. La sezione di corpo (dell'avversario) più sensibile alle vostre iniziative è senza dubbio la testa, specialmente nel caso in cui gli elementi da voi favoriti siano Fuoco, Sacro o corpo-a-corpo.

Video - Gameplay

The End of Chaos

Anzitutto, per giungere al boss dovrete procedere verso destra lungo lo schermo. Poi cercare di spostarvi verso la cima (necessario un leggero movimento verso sinistra), e dunque lasciarvi cadere giù verso la piattaforma gialla, sulla destra, che dovrà cominciare a muoversi in seguito alla vostra pressione dell'associata leva-interruttore. Entrate poi nella stanza del boss, distruggendo i cubi di colore rosso per arrivare effettivamente nei paraggi del nemico.
A questo punto, dovrete cercare di "preparare" la vostra strategia di combattimento: 1) utilizzare il martello, in cima allo schermo. Colpite anzitutto l'ingranaggio, mettendo in azione il martello. Poi tirate la leva, tramite interruttore in alto a sinistra, sicché essa vada a colpire il martello; attenzione nel frattempo al flusso continuo di piccoli nemici, uno dei giocatori dovrà occuparsi di loro (ciò significa che la situazione si farà particolarmente spinosa in single-player). 2) utilizzare la piattaforma gialla, sulla parte sinistra del livello. Fatela anzitutto scendere verso destra, creando una specie di angolo completamente sicuro & indistruttibile, dal quale poter colpire senza problemi due dei punti deboli del nemico (la testa e il petto).

Boss: Menace
Possiede svariati attacchi. Anzitutto, può letteralmente "sputare" un flusso infinito (e certe volte continuo) di piccoli demoni, che invariabilmente vanno a disturbare il vostro attacco (nonostante sia possibile ucciderli con un sol colpo, ben piazzato). Gli altri colpi a sua disposizione sono: 1) Manata - come intuibile dal nome, una semplice "manata" che tenterà di rifilarvi, per evitarla dovrete tuffarvi nei pressi della fine del muro di rocce, sullo sfondo, circa a metà della piattaforma gialla - fortunatamente, mentre schivate la mossa potrete comunque colpire parte del suo braccio, fatelo senza crearvi problemi. 2) Salto - cercherà di spiaccicarvi sotto la sua mole - cercate di rimanere nella sezione sinistra della piattaforma, attendendo l'atterraggio del boss, siete fuori dal suo raggio d'azione in quella posizione. 3) Calcio - spostatevi in velocità verso la sezione destra della piattaforma, sarete completamente esterni al raggio d'azione della mossa, e potrete anche colpire il piede del boss senza problemi. Non appena si fermerà, saltate verso l'alto; a quel punto, potrete servirvi della frusta di Morris o della spada a due mani di Alucard per colpire i suoi punto debole sul petto.
Nel caso in cui ricadiate a terra, potrete riuscire a sfuggire dal vostro cul de sac non appena il nemico salterà e/o si sposterà verso destra. Non cercate neppure di attaccare il suo ginocchio (terzo punto debole possibile), è molto difficile riuscirci, meglio tornare alla piattaforma e continuare a martellare le altre zone.

Esquisse of Violence

Un livello piuttosto complicato; è disseminato di "ritratti", dei quadri, che vi fanno spostare lungo il livello. L'obiettivo consiste nel trovare un gruppo di quadri che vi consenta di raggiungere i corridoio immediatamente sottostanti la sala del boss. Da lì, potrete accedere ad una leva-interruttore, la quale causa l'attivazione di una piattaforma-ascensore, subito sopra il corridoio di cui si parlava in precedenza. Essa potrà poi essere utilizzata per arrivare al boss. Per capire quali ritratti utilizzare, potrete servirvi delle altre leve sparse per livello: solitamente, andranno a creare una "rifrazione" sui vari specchi, che vi farà capire (circa) la direzione verso la quale vi condurranno.
Esplorandoli tutti, potrete anche recuperare una grande quantità di casse, utili per aumentare il livello delle vostre armi / magie / personaggi. Evitate tuttavia troppi "pasticci", vi potreste perdere e, in tal caso, sarà probabilmente necessario ricominciare daccapo il livello. Comunque, una volta giunti alla sala del boss, consigliamo l'esplorazione della zona di gioco più in alto per recuperare alcune casse di "Water of Life", per poi dopo cominciare il combattimento vero e proprio.

Boss: Brauner
Si tratta di un boss particolarmente sensibile alle mosse di tipo Tuono, dunque supponendo abbiate Shanoa nel vostro party, si consiglia il massiccio utilizzo di Fulgur - 5-6 ripetizioni di questo attacco dovrebbero abbassare notevolmente il totale HP di questo avversario. Attenzione anche ai "disegni" che il boss andrà a creare in aria, essi indicano in maniera precisa l'attacco che starà per eseguire (specialmente la direzione). Subito dopo, il nemico sparerà verso l'esterno una "doccia" di sangue: per evitarla, scivolate verso l'esterno (è anche sempre possibile "attaccare" il sangue per causare la sua distruzione). Il boss è anche in grado di effettuare delle diverse evocazioni; la loro principale differenza è data dalla tipologia di alterazione di status che esse vanno a causare; le due giganti pietre tombali andranno a causare una maledizioni; le due piante di colore verde invece andranno ad avvelenarvi. Ultimo consiglio: bloccate solo con lo scudo di Alucard, tutti gli altri blocchi sono assolutamente inadatti alle tipiche mosse di questo nemico, troppo potenti per essere da voi fermate con la dovuta facilità.

Song of the Unslakable Blade

Eseguite un veloce doppio salto, per superare i pendoli, evitando in tal modo anche gli aculei immediatamente sottostanti. Spostatevi dunque verso il gruppo di ingranaggi al centro della zona di gioco. Sinistra, usate Shanoa per superare facilmente il corridoio pieno di Nova Skeleton (ucciderli non sarà comunque complicato, nel caso in cui Shanoa non sia all'interno del vostro party). Altra serie di doppi salti per superare gli aculei roteanti, poi avanti aldilà della stanza con l'equipaggiamento. Distruggete i vari mostriciattoli, ricordandovi anche della testa della medusa. Il secondo guerriero non-morto sarà posizionato a guardia del corridoio che conduce alla stanza del boss. Attenzione al boss, egli cercherà periodicamente - durante tutto il livello - di colpirvi con delle alterazioni di status. Schivate i suoi colpi, ma non perdete tempo a contrattaccare: è completamente invincibile, non otterreste alcun risultato.

Boss: Death
Non appena si sarà solidificato, potrete facilmente colpire Death. Il suo attacco peggiore è il semplice tocco, cercate di avvicinarvi a lui il meno possibile. Purtroppo, dispone di una pletora di alternative: 1) Downward Chop: un colpo "di taglio" verso il basso, scivolate verso uno dei lati per schivarlo, poi - se possedete un arma sufficientemente lunga - potrete anche andare a colpire il nemico, con una certa facilità. 2) Red Flash Dash Slice: una specie di "carica" da uno dei lati (destra o sinistra) - il metodo migliore per evitare di essere infortunati consiste nel semplice doppio salto, anche se comunque dovrete azzeccare il giusto tempismo per non fare una brutta fine. 3) Cocentric Shield: noterete Death completamente fermo, che emetterà tre palle di colore rosso, le quali cominceranno ad espandersi in maniera progressiva. Voi potrete scivolare tra le palle, e colpire il boss prima che inizi a muoversi per schivare i vostri colpi; è anche possibile sfruttare la mossa per "ricaricare" i vostri personaggi specializzati nella magia. 4) Sextuple Sickles: noterete l'arrivo di tre lame ai vostri lati. Potrete cercare di scivolare sotto quella collocata più in basso per evitare di essere colpiti, ma attenzione che sarà comunque possibile (se non probabile) che l'ultima del trio vada ad impattare contro almeno uno dei personaggi, dunque tenete sempre un po' di HP come riserva, poiché è una mossa che probabilmente andrà sempre a togliervene un po'. 5) Sickle Shower: mossa in due versioni; la prima, è la "doccia" a cui verrete anche sottoposti durante il normale procedere del livello, neutralizzabile tramite lo scudo di Alucard; la seconda è evitabile posizionandovi dietro la schiena di Death, poiché la mossa può essere da lui eseguita in una sola direzione.

Come, Sweet Hour of Death

Il livello risulta tecnicamente semplice, data la presenza di un unico sentiero lungo il quale procedere. Ciò è bilanciato dalla presenza di nemici piuttosto potenti. Se Shanoa è presente all'interno del vostro party, dovreste comunque farcela senza problemi, dato che la sua dotazione di mosse in gradi di eliminare nemici in un sol colpo dovrebbe favorirvi notevolmente. Di seguito, una lista dei nemici che dovrete affrontare, con associate le strategie per massimizzare la velocità di distruzione:
Malachi: consigliamo di tuffarvi non appena la "palla" verrà lanciata in vostra direzione; dalla posizione in cui vi troverete in seguito al tuffo (chinati) dovreste dunque essere in grado di colpire con forza le sue ginocchia, punto particolarmente sensibile. Evitate l'utilizzo di Morris o Charlotte, non sono adeguati a questo genere di nemico.
Dullahan: il metodo migliore consiste nell'utilizzare il fulmine di Shanoa, mossa a cui l'avversario è particolarmente sensibile. Vale la stessa considerazione fatta per i Malachi: evitate Morris o Charlotte, non in grado di sconfiggerli abbastanza velocemente.
Demoni: le uniche tipologie presenti saranno demoni d'acqua e di tuono; dunque, servitevi di magie di tipo fuoco per eliminarli velocemente e senza alcun problema.
mirate inizialmente a schivare i loro colpi e/o a fare in modo che non riescano ad associarsi ad altri soggetti, poiché potreste facilmente perdere il controllo della situazione se ad un Lerajie si associasse la tipica "palla rotolante" di un Malachi. Servitevi delle magie di Shanoa (preferibilmente il fulmine) per friggerli in velocità.
Disc Armor: le abilità "fulminee" di Shanoa li distruggono molto velocemente - evitate altri personaggi, dovrebbero avvicinarsi eccessivamente per colpire, mettendo così a repentaglio la loro stessa vita.
Final Guard: si consiglia l'utilizzo di armi di tipo corpo-a-corpo; per questo motivo, uno personaggio qualsiasi tra Alucard, Soma, Morris e Shanoa si può occupare di loro senza troppi problemi. Purtroppo, dovrete colpirli ben 50 volte prima che vengano considerati morti. Ogni colpo infliggerà infatti solo un danno. Fortunatamente, sono lenti e i loro attacchi non infliggono molti danni.
Per poter accedere al boss, dovrete combattere almeno contro due Final Guard.

Boss: Dracula
Il boss finale si presenterà in tre diverse forme: Umana - specializzata nell'utilizzo di Hellfire, Dark Inferno, e Pilastro di Fiamme (nonché veloci combinazioni a raffica di queste mosse); Bestia - specializzata nell'utilizzo del raggio mortale di Gergoth, magie che causano un'alterazione di status di tipo veleno, palle di fuoco, e spiriti maledetti; Demone - forma finale, identica a quella di Symphony of the Night, può eseguire tutte le mosse sopra elencate, le quali andranno tuttavia a causare ancor più danni. La forma umana può essere sconfitta focalizzando gli attacchi sulla sua testa. Saltate ripetutamente per schivare i suoi colpi, che per la quasi totalità saranno diretti al suolo; il salto vi servirà anche per colpire con facilità il suo capo. Quando si teletrasporterà verso uno degli angoli dell'area di gioco, eseguite un doppio salto in sua direzione (dovreste così riuscire a "sorpassarlo", rimanendo all'esterno del suo raggio d'azione) e poi colpitelo alla testa, da dietro.
La forma "Bestia" richiede una tattica leggermente diversa: per la quasi totalità dei colpi che tende a sferrare, potrete rimanere molto vicini ad una delle sue gambe (quella posizionata anteriormente) e colpire ripetutamente le sue ginocchia. Eccezione a questa regola sono la maledizione e il raggio della morte, che richiedono una schivata più "attiva" - per il primo, rimanete a bordo dello schermo, allontanandovi considerevolmente dal boss; per la maledizione, cercate di usare oggetti e/o magie curanti. La forma finale è quella delle "Mani Demoniache". Le mani agiscono come uno scudo; la mossa sicuramente più efficace per "perforare" questa protezione è il lampo di Shanoa. Il corpo centrale danneggerà qualsiasi personaggio che vada a toccarlo, dunque cercate di mantenere una certa distanza tra voi e il busto. Se Alucard possiede uno scudo anti-danni (scudo Medusa o Oscuro), potrete cercare di sfruttare una tattica leggermente diversa, cioè servirvi dello scudo stesso per danneggiare la sezione centrale del corpo dell'avversario. Non appena noterete i numeri associati ai danni apparire, non avvicinatevi ulteriormente. Scivolate sotto le mani, colpite qualche volta il corpo, poi tornatevene al sicuro. Gli attacchi di questa terza forma possono essere evitati essenzialmente eseguendo veloci doppi salti, posizionandovi ai lati dello schermo. Ciò significa che, per sferrare i vostri colpi, dovrete sempre e comunque rischiare di essere danneggiati, ma essendo la sezione finale del boss finale, non dovrete preoccuparvi eccessivamente di eventuali gravi perdite di HP.

Soluzione Video - Playlist

Clicca qui per la playlist!

Soluzione Video - Capitolo 1 / Parte 1

Soluzione Video - Capitolo 6 / Parte 2