Sfida finale tra supereroi 27

Ospitati da Warner a Milano, abbiamo visto e provato una nuova versione del picchiaduro NetherRealm

PROVATO di Valerio De Vittorio —   19/03/2013

Dopo l'ultimo Mortal Kombat, è giunto il momento per NetherRealm di mettere da parte sangue, interiora, mosse spacca ossa e fatality per concentrarsi su un'importante licenza Warner Bros., l'universo DC Comics. Inustice: Gods Among Us è il nuovo picchiaduro sviluppato dai ragazzi di Chicago, popolato da protagonisti del calibro di Superman, Batman, Wonder Woman e molti altri. Grazie al gentile invito di Warner, ci siamo recati presso i loro studi milanesi per vedere da vicino e provare con mano l'ultima versione del titolo, occasione perfetta per scoprire alcuni nuovi dettagli e due personaggi finora non annunciati.

DC Kombat!

Hector Sanchez di NetherRealm ha introdotto il progetto descrivendolo come un'importante passo avanti per lo sviluppatore, che si è ritrovato a dover maneggiare materiale molto diverso da quanto fatto in passato, per realizzare un prodotto indirizzato ad un pubblico altrettanto differente. L'esperienza maturata con Mortal Kombat vs DC Universe ha infatti insegnato come i due mondi, per quanto conciliabili in un videogioco, non si addicano ai medesimi fan. Da un lato ci sono schiere di appassionati amanti dello splatter e della violenza più brutale, dall'altra avidi consumatori di fumetti che desiderano ritrovare i propri super eroi preferiti fedelmente riprodotti.

Se con l'ultimo Mortal Kombat si è tornati alle origini con un prodotto ottimamente realizzato, denso di contenuti e soprattutto di violenza over the top, con Injustice: Gods Among Us si desidera tributare gli eroi DC Comics, mettendo in scena scontri epici tra figure dai poteri incredibili. E quando getti in un'arena Batman contro Superman, Wonder Woman contro Catwoman oppure Joker contro Lanterna Verde, lo spettacolo è assicurato. Sanchez ci introduce al sistema di combattimento, che appare pensato per non creare troppi grattacapi, almeno al primo approccio, promettendo al contempo una buona profondità. I tasti d'attacco saranno tre, leggero, medio e forte, mentre il quarto pulsante frontale servirà per attivare il potere speciale del proprio personaggio. Per la dimostrazione, giunti nella schermata di selezione dei personaggi, ci vengono introdotti i due nuovi lottatori: Raven e Black Adam. Il passaggio successivo è la scelta dell'arena, fase ugualmente fondamentale visto il ruolo che i livelli ospitanti gli scontri avranno in Inustice: Gods Among Us. Avviato il round ci viene mostrato in azione il sistema di combattimento, decisamente user friendly.

Le mosse propongono un repertorio piuttosto consueto per il genere, con combinazioni di input familiari, comunque differenti per ogni personaggio. Entra poi in gioco il potere speciale, che ad esempio per Raven significa la trasformazione in demone e quindi l'esecuzione di colpi particolari. Black Adam, invece, può evocare delle sfere energetiche che gli orbiteranno attorno, ferendo l'avversario. In basso allo schermo, l'interfaccia mostra poi una barra che si ricaricherà durante il combattimento e che, similmente a quanto visto in Mortal Kombat, potrà essere consumata in parte per potenziare le mosse speciali o, una volta caricata, si potrà decidere di svuotarla del tutto per impiegare una spettacolare super mossa. Questa ripropone l'idea delle X-Rays, attivabili con la pressione dei due trigger, che mettono in scena spettacolari animazioni che interrompono l'azione per mostrare tutta la potenza del lottatore.

Scontri epici

La spettacolarità degli scontri è un punto chiave per un titolo che mette in campo duelli tra super eroi. Un dettaglio tipico dei fumetti è lo scenario devastato dalla potenza sprigionata dai nostri beniamini e dai loro avversari, caratteristica che NetherRealm ha pensato bene di portare nell'esperienza di gioco di Inustice: Gods Among Us. Le arene, come accennato, giocano un ruolo fondamentale e non solo perché mostreranno i segni dello scontro. I livelli, infatti, hanno diverse zone interattive che permettono di portare a segno attacchi a sorpresa imparabili. Ogni personaggio, poi, sfrutterà questo elemento in modo diverso. Ad esempio la fuori serie parcheggiata all'esterno della magione di Bruce Wayne, può divenire per SuperMan un oggetto da lanciare. Mentre Joker la adopererà come punto di slancio per uscire dall'angolo. Gli sviluppatori sono andati ancora oltre, garantendo ad ogni arena diversi livelli, che similmente a quanto visto nei vari Dead or Alive si potranno "visitare" eseguendo un uppercut ben assestato, godendosi lo spettacolo del nostro avversario che subisce ogni genere di contraccolpo nel viaggio tra un piano e l'altro.

Sanchez ci ha permesso poi di fare qualche partita, saggiando con mano un sistema di combattimento che per stile non può che ricordare Mortal Kombat, ma dotato di una personalità propria e che propone a schermo uno spettacolo davvero notevole, perfetto per solleticare gli appetiti dei fan DC Comics. Le similitudini con l'ultimo lavoro NetherRealm pare non si limitino al gameplay, ma anche alla quantità e speriamo qualità dei contenuti. Injustice: Gods Among Us non punta a divenire un prodotto da torneo, ma a trovare posto nei salotti di ogni fan dei super eroi DC. Per questo l'attenzione si è focalizzata moltissimo sulle modalità singolo giocatore, tra cui la principale sarà lo Story Mode, che ci metterà nei panni dei vari personaggi per seguire l'intero arco narrativo e scoprire cosa abbia sconvolto gli equilibri del mondo DC Comics. La modalità Pratica sarà densa di opzioni, molte delle quali inserite seguendo i suggerimenti dei fan di Mortal Kombat come la possibilità di registrare delle combo, vedere a schermo i danni inferti dai colpi e molte altre informazioni.

Vi è inoltre un vero e proprio Tutorial a parte, che insegnerà all'utente le basi del gioco. In Battle potremo affrontare scontri caratterizzati da alcuni modificatori, mentre è presente l'opzione per affrontare all'infinito lo stesso personaggio, al fine di allenarsi al meglio per scontri particolarmente ostici. La vera novità annunciata all'evento è lo S.T.A.R. Lab, un hub che ospita ben 240 sfide, dieci per ogni lottatore. Una miriade di minigiochi, insomma, per un'esperienza che riprende quanto visto nella Torre di Mortal Kombat. Per quanto siano esercizi semplici, queste attrazioni rappresentano un piacevole diversivo dai classici combattimenti ed allo stesso tempo permettono di prendere ancora più confidenza con le peculiarità di ogni lottatore. Ciascuna missione assegnerà inoltre una valutazione in stelle, così da incentivare a riprenderle in mano più volte. Infine non mancherà la componente online, basata sul netcode proprietario rivisto e corretto. Le modalità comprenderanno King of the Hill, una nuova sezione Practice e altre due ancora da annunciare. Rimanendo in tema contenuti, da segnalare la Hall of Justice Archive, dove si potranno sbloccare costumi, artwork ed extra assortiti spendendo le card acquisite in combattimento.

Panico in casa DC

Ma cosa è successo esattamente? Perché Batman ce l'ha con Superman? Perché quest'ultimo ha ucciso Joker? No, non stiamo pubblicando un mega spoiler, ma a grandi linee descrivendo quanto abbiamo visto nel trailer mostrato a fine presentazione. Quello che sarà il video introduttivo della modalità storia. L'incipit ritrae una Metropolis completamente rasa al suolo, stando ai notiziari pare a causa di una una bomba nucleare. La scena è altamente drammatica, con uno straziante slow motion ad indugiare sulle facce sconvolte di poliziotti e giornalisti. L'attenzione si sposta in una cella penitenziaria dove il Joker è incatenato ad una sedia, interrogato da Batman. I due vengono interrotti da Superman, che sfondando la parete fatica a trattenere la propria rabbia, sbatte a terra l'uomo pipistrello ed afferra per il collo il folle delinquente. La tensione sale fino a che l'introduzione si conclude lasciandoci intuire l'assassinio del Joker, ma ovviamente nulla è certo né tanto meno chiaro. Per capire che cosa sia successo, come ci suggerisce Hector Sanchez, dovremo comprare la nostra copia di Injustice: Gods Among Us quando uscirà il prossimo 19 aprile, in contemporanea su Playstation 3, Xbox 360 e WiiU.

CERTEZZE

  • Licenza di grande impatto ben sfruttata
  • Sistema di combattimento semplice ma profondo
  • Arene al centro dell'esperienza
  • La trama ci ha incuriosito molto

DUBBI

  • Graficamente funziona ma non impressiona
  • Bilanciamento molto delicato