Vietato ai minori

Nuovo incontro con l'irriverente lavoro di Obsidian!

ANTEPRIMA di Fabio Palmisano   e Matteo Santicchia   —   23/08/2013
56

Alla Gamescom siamo tornati a vedere South Park: il Bastone della Verità: ahinoi, purtroppo la presentazione non ci ha detto molte cose in più rispetto a quanto visto lo scorso giugno all'E3, ma ci ha confermato come tutta la carica dissacrante dello show è stata trasportata da Obsidian in questo gioco di ruolo senza nessun timore, senza scendere a nessun tipo di compromesso per raggiungere il più vasto pubblico possibile. È bello constatare come la "trasformazione fantasy" della città di South Park funzioni alla grande, come di fatto il titolo sia una grande ed efficace presa in giro degli stilemi classici di questo genere.

Vietato ai minori

D'altronde come non ridere di gusto quando Cartman entra in un bar, il "Somaro Ridacchiante" alla ricerca del Bardo capace con la sua voce di incantare le armi (un martello, un dildo viola, una mazza da baseball, tutte con relativo nome epico) e si trova a combattere contro gli sgherri del suddetto cantante armati di frecce con la punta a ventosa? Ma soprattutto è impossibile non trattenersi quando i nostri alleati tramite un menù radiale attivano un buff alla difesa e si ricoprono di carta stagnola o usano un cartone della pizza come scudo. Fan service allo stato puro, il tutto incastonato dai dialoghi brillanti, situazioni paradossali (il Bardo incanta le armi con il suo canto, ma quando parla balbetta tragicamente) e da quelle che sembrano meccaniche ruolistiche davvero solide, con tutte le statistiche, magie (si legga peti e lanci scatologici vari), combattimenti a turni e vasta personalizzazione del party al loro posto. Insomma un solido gioco di ruolo che ironizza su sé stesso, e la cosa è doppiamente interessante visto che Obsidian è famosa proprio per i suoi lavori in questo ambito. Ovviamente la profondità del gameplay è tutto da verificare con una prova pad alla mano, ma ad ogni incontro South Park: il Bastone della Verità ci piace sempre di più.

Vietato ai minori

Bambini cattivi

In sviluppo già da diverso tempo presso gli studios di Obsidian, South Park: il Bastone della Verità è stato ovviamente coinvolto dal ciclone che ha portato al fallimento di THQ, ritrovandosi momentaneamente senza un publisher: fortunatamente, il progetto è stato acquistato da Ubisoft anche con una bella dose di convinzione, dato che al gioco è stato dedicato un corposo spazio all'interno dello stand del colosso francese. Ed è proprio qui che abbiamo potuto assistere ad una breve ma esilarante presentazione di un prodotto che si prospetta come un'autentica perla per gli amanti della serie TV. La demo allestita da Obsidian era relativa ad una fase leggermente avanzata dell'avventura, nella quale il protagonista si ritrovava assieme a Butters fra i corridoi della scuola elementare della città, incaricato da Cartman di raggiungere la base dei "nemici" Stan e Kyle.

Vietato ai minori

Come saprà chi si è già interessato al titolo, la storia ruota tutta attorno ad un gioco di ruolo organizzato dai quattro protagonisti dello show che coinvolge l'intera cittadina, suddivisasi in fazioni intenzionate a mettere le mani sul Bastone della Verità, di fatto un semplice pezzettino di legno. Proprio questo elemento narrativo costituisce la chiave di volta dell'intero impianto umoristico che sorregge il titolo, con gag e battute che spesso e volentieri girano attorno a questa immaginaria epica battaglia. Trattandosi di South Park, non c'è dunque da stupirsi se la magia è rappresentata dalle flatulenze, se l'evocazione di una bestia mitologica si risolve nell'entrata in scena di un normalissimo cane o se un attacco speciale chiamato Soffio di Drago non è altro che una miccetta accesa. Le risate sono letteralmente dietro ad ogni angolo, e se la densità di comicità che abbiamo apprezzato nella dimostrazione dovesse essere la stessa del prodotto finale, allora ci troveremmo di fronte ad un piccolo capolavoro in tal senso. Persino la schermata di status e di equipaggiamento non è sfuggita al trattamento di Stone e Parker, rappresentata alla stregua della pagina Facebook del personaggio principale, con il completamento delle quest secondarie che porta in premio delle richieste di amicizia che di fatto aumentano il proprio potere nel gioco. Spostandoci in un ambito più strettamente ludico, la dimostrazione è stata utile a mettere in mostra anche qualche elemento legato all'esplorazione dello scenario, che sembra particolarmente dinamica: abbiamo visto il protagonista usare la cerbottana per bucare un tubo dell'acqua, un peto per causare un esplosione e persino la mai dimenticata sonda anale per raggiungere un passaggio altrimenti inaccessibile.

L'operato di un team esperto come Obsidian viene prepotentemente fuori quando si entra in modalità combattimento, sezione nella quale South Park: il Bastone della Verità si presenta come un rpg formalmente ineccepibile: è possibile effettuare attacchi fisici, magici o utilizzare oggetti, rispettando insomma tutte le regole di base di un autentico gioco di ruolo a turni.

Vietato ai minori

Non manca qualche strizzata d'occhio ai rappresentanti più scanzonati del genere, che si intravede ad esempio nel fatto che si può massimizzare l'efficacia di taluni colpi premendo un tasto al momento giusto o martellando a ripetizione sul pulsante indicato per avere la meglio sull'avversario: il tutto ovviamente filtrato attraverso l'umorismo tipico della serie TV, dunque vedere uno scontro con un boss concludersi con una gara di peti od osservare come le feci vengano sfruttate in qualità di armi da lancio diventa ben presto ordinaria amministrazione. Al di là dell'esilarante qualità dei contenuti, South Park: il Bastone della Verità stupisce poi per la sua estrema fedeltà grafica allo stile del cartoon, tanto che se non ci fossero gli indicatori su schermo sarebbe indistinguibile da una puntata di una delle serie più recenti. Dulcis in fundo, Stone e Parker hanno preteso carta bianca per quanto concerne il design degli elementi di equipaggiamento con i quali è possibile vestire il protagonista, raggiungendo inarrivabili vette di cattivo gusto come la mise da sadomaso con tanto di dildo gigante usato come arma che abbiamo visto in chiusura di presentazione. Certo, restano da valutare tantissimi elementi fondamentali per un rpg moderno quali la durata dell'avventura, la profondità dell'esperienza e così via, ma se South Park: il Bastone della Verità sarà competente sotto il profilo ludico anche solo la metà di quanto è divertente, allora i fan della serie potrebbero trovarsi per le mani una vera e propria perla.

Un RPG ironico, dissacrante e profondo, questo è South Park: il Bastone della Verità

CERTEZZE
  • Comicità ai massimi livelli
  • Gameplay interessante
  • Combattimenti da "vero" rpg
DUBBI
  • Durata e profondità tutte da valutare
  • Non deve ridursi ad un mero fan service