I 10 migliori titoli per Android 46

I must have del Play Store!

SPECIALE di Lorenzo Fantoni   —   25/09/2015

Indice

Dopo iOS è il turno di parlare dell'altra parte della barricata, ovvero i giochi più interessanti per i sistemi Android. Ovviamente quasi nessuno degli sviluppatori vuole farsi sfuggire la possibilità di vendere il proprio gioco a entrambe le fazioni, quindi molti dei titoli che avete letto per i sistemi Apple li ritroverete qua. Tuttavia ne abbiamo aggiunti altri, tanto per mescolare un po' le cose. Dunque, si dia inizio alla lista e, ovviamente, siamo curiosissimi di sapere quali sono le vostre scelte, che potete scriverci nei commenti.

Dieci titoli da avere assolutamente per Android. Quali sono già nella vostra collezione?

Badland

Limbo ha fatto senza dubbio scuola e Badland è uno dei giochi che più di tutti ha imparato la lezione. Ambientato in una foresta magica, che fa da sfondo a una silhouette fatta di trappole, massi, marchingegni e rocce, questo titolo ci mette nei panni di una strana bestia svolazzante che può ingrandirsi e rimpicciolirsi come Alice nel Paese delle Meraviglie per superare i passaggi più difficili. Tutto il gioco si basa sul tocco di un dito, basta infatti sfiorare lo schermo per far battere le ali alla nostra misteriosa creaturina e farla svolazzare in giro per lo schermo. Il gioco è fondamentalmente un endless run evoluto in cui bisognerà andare sempre avanti e non farsi raggiungere mai dallo schermo, adattandosi al livello usando o evitando determinati power-up che renderanno la situazione sempre più intricata. Un titolo mobile di ottima fattura in grado di regalare divertimento per un bel po' di tempo, senza contare il multiplayer in locale!

Lara Croft Go

Le conversioni in stile "gioco da tavolo" dei titoli action sono sempre molto interessanti e questa nuova avventura della britannica più avventurosa del mondo non fa eccezione. Tutta la classica ambientazione in cui si muove Lara, fatta di trappole, bestie feroci, catacombe, giungle e tesori è riprodotta con uno stile grafico unico che ricorda sia Monument Valley, sia il gioco citato nel titolo e che invita a un approccio ben diverso e molto più ragionato alla situazione. Ogni turno potremo fare una sola mossa e un solo attacco, quindi dovremo muoverci con attenzione per evitare di rimanere intrappolati sotto un masso, morsi da un serpente o infilzati in un pozzo di spuntoni, cercando nel frattempo di collezionare quante più reliquie possibili. Un ottimo gioco mobile con cui ingannare l'attesa fino all'uscita della prossima avventura della giovane Lara.

Monument Valley

Il gioco preferito dal Presidente degli Stati Uniti (quello di House of Cards), dobbiamo veramente aggiungere altro? Monument Valley è una di quelle piccole gemme di games design per le quali dobbiamo ringraziare il vasto popolo degli sviluppatori indipendenti e le possibilità offerte dal mobile gaming. Il fulcro di tutto è una storia estremamente toccante, raccontata con la stessa delicatezza e attenzione riposta nella creazione dei puzzle del gioco. Lo scopo è arrivare dall'inizio alla fine del livello cercando di trovare una strada attraverso prospettive degne di un quadro di Escher, rotazioni e punti di vista differenti che testeranno le nostre capacità spaziali e il pensiero laterale. A rendere il tutto ancora più meritevole dei nostri soldi, una colonna sonora che altro non è che la cornice perfetta per un titolo imprescindibile.

Ridiculous Fishing

Un gioco dalla gestazione travagliata, ma anche uno dei titoli più originali e divertenti presenti su Apple Store. Ridiculous Fishing non è propriamente un gioco di pesca, ma più un gioco in cui i pesci vanno fatti esplodere una volta scaraventati fuori dall'acqua. La meccanica del gioco è infatti divisa in tre fasi. Nella prima dobbiamo calare la lenza il più a fondo possibile, evitando pesci e ostacoli. La seconda fase inizia non appena la lenza colpisce qualcosa e inizia a risalire. In questo caso dobbiamo invece catturare il maggior numero di pesci possibile, sperando in qualcosa di veramente grosso. L'ultima fase ha luogo non appena l'amo torna in superficie, tutti i pesci vengono scaraventati per aria e dovremo farli esplodere, toccandoli sullo schermo. Ci sono pesci che danno bonus, altri che danno malus, prede rare e così via, quindi non è che basta semplicemente tirar su tutto ciò che il mare ha da offrire. Il culmine del gioco sta nell'ultima modalità, che prevede un oceano senza fondo in cui l'unico limite è il record di pesca di chi è più bravo di noi.

Threes!

In questa lista di titoli mancava un rompicapo numerico, e Threes! è qua per occupare il suo posto. Questo gioco racchiude dentro di sé la formula del successo per i giochi di questo tipo: estrema pulizia del design, meccaniche semplici da padroneggiare ma complesse da dominare, facilità estrema nel ripetere una partita dopo l'altra, finché non ci si accorge che ormai è sera. La regola di base è semplicissima: quelle coi numeri 1 e 2 (blu e rosse) possono essere unite per generarne una col numero 3, mentre tutte le altre devono essere accoppiate rigorosamente a quelle uguali, così da crearne una con sopra la loro somma. Il problema è che tutte le tessere si muovono nella direzione che abbiamo scelto e ogni mossa ne aggiunge una nuova, quindi è sempre più difficile avere nuove mosse a disposizione ed evitare la fine della partita. Lo scopo finale è ovviamente ottenere una somma finale altissima con cui sbeffeggiare gli amici sui social network, chiaro no?

Real Racing 3

La serie di Real Racing è sempre stata una di quelle cose che non avremmo mai pensato di vedere sul nostro smartphone. Grafica bellissima, ottimi controlli e una fisica delle auto realistica rendono questa serie la versione portatile di Gran Turismo. Questo non vuol dire che ci sia piaciuta la svolta freemium del terzo capitolo, tuttavia ignorare il gioco a priori vorrebbe dire perdersi il più bel gioco di corse mai visto per mobile. Una volta provato la scelta sta a voi, volendo potreste comprare solo il pack di auto meno costoso, e spendereste meno che comprare il secondo capitolo, o attendere pazientemente che l'auto si ripari gara dopo gara. Una volta creato un garage zeppo di auto non ci sarà più storia, Real Racing 3 diventerà una presenza fissa sul vostro schermo.

Hearthstone

Dobbiamo realmente darvi un motivo per giocarci? Se non avete vissuto fino a oggi in una caverna, saprete che Blizzard un po' di tempo fa ha dato fiducia a un progetto secondario creato da alcuni sviluppatori, quel progetto si è trasformato in poco tempo in un vero e proprio fenomeno sociale nel mondo del gaming, con ricchi tornei e milioni e milioni di giocatori. Hearthstone è un gioco ricco di sfumature, in cui farsi, letteralmente, il mazzo può non bastare di fronte all'incredibile potenza della fortuna, ma che allo stesso tempo premia chi sa gestire il ritmo del gioco con la dovuta strategia. Il tutto è confezionato con una veste grafica veramente al top, che rende benissimo anche in versione mobile. La cosa più bella è che sicuramente ci stanno giocando un sacco di persone che prima ritenevano Magic un gioco da sfigati.

Geometry Wars 3

Il re dei twin stick shooter, che torna per la terza volta a mostrare agli altri come si fa. Il concetto del gioco è molto semplice: una navicella, un solido su cui spostarsi, che può essere un cilindro, una sfera o chissà cosa, centinaia di navicelle da far saltare e un punteggio a cui far raggiungere cifre assurde. Geometry Wars 3: Dimensions è uno di quei titoli in grado di trasportare il giocatore in un'altra dimensione sensoriale, un mondo fatti di musica, luci e numeri che lampeggiano, è il degno successore di centinaia di giochi arcade su cui l'umanità passa il suo tempo da anni, è il passatempo perfetto per chiunque adori questo genere e voglia averlo sempre a portata di mano. Consigliatissimo anche se avete già comprato la versione per PC o console.

Super Hexagon

Sì belli i giochi pieni di storia, grafica e dialoghi, ma a volte tutto ciò che chiediamo a un videogioco è un'esperienza semplice, minimalista, che ci tenga impegnati per un periodo di tempo indefinito e che ci sfidi in maniera brutale. Super Hexagon è tutto questo e se fosse nato 30 anni fa sarebbe stato un classico delle sale giochi. Il nostro alter-ego è una freccia che si muove in senso orario o anti orario e che deve schivare i muri che gli arrivano addosso da cinque lati, schivando e spostandosi in base alla configurazione degli ostacoli che le arrivano addosso. Il tutto ovviamente è accompagnato da una grafica fluo e una musica elettronica ossessiva, che vi trascinerà all'interno del gioco finché qualcuno non vi richiamerà alla vita reale o sarete arrivati alla vostra fermata. Ovviamente solo le meccaniche del gioco sono semplici, perché riuscire a superare i livelli più alti è una questione di riflessi incredibili e vera e propria trance agonistica.

Modern Combat 5: Blackout

Siamo tutti concordi nel dire che tablet e smartphone non siano l'ambiente ideale per gli FPS, tuttavia bisogna fare un plauso a Gameloft per come ha saputo far evolvere la serie di Modern Combat, fino a farla diventare un punto di riferimento per il gaming mobile. L'ultimo capitolo è visivamente impressionante, considerando la piattaforma di diffusione, grazie a una campagna che ci porterà a visitare un sacco di ambientazioni diverse, ovviamente uccidendo chiunque ci si pari di fronte. Dal punto di vista dei controlli ovviamente non si possono fare miracoli ma le opzioni presenti permettono di calibrare il tutto secondo il proprio gusto, per non parlare della possibilità di usare il fuoco automatico, che rende il gioco decisamente più fruibile per tutti. Chicca finale: non ci sono acquisti in-app, quindi una volta comprato potete godervelo senza problemi, peccato che serva comunque una connessione per registrare i dati. Ah volendo c'è perfino un multiplayer niente male, cosa volete di più da un telefono?