La Città Fatiscente

Gli esploratori si spostano a Rovotorto con la terza ala dell'avventura

SPECIALE di Marco Salemi   —   08/12/2015
8
La Città Fatiscente

Dopo la settimana di pausa torna la Lega degli Esploratori e questa volta abbandona templi e scavi in favore della antiche rovine della Città Fatiscente, immersa nel verde della Valle di Rovotorto: un'ambientazione decisamente più calda delle precedenti, che i giocatori di World of Warcraft ricordano per la mitica incursione Zul'Gurub e per le tante ore spese a livellare il proprio personaggio tra la Baia del Bottino e L'Arena dei Gurubashi in quella che era considerata zona non ufficiale del PvP tra Orda e Allenza, ben prima di tutto il sistema di arene e degli scenari "istanziati" che abbiamo oggi. Il clima tropicale e la massiccia presenza di Naga e Murloc ben si adattano al nostro nuovo accompagnatore Ser Pinnus Mrrgglton, un simpaticissimo studioso ed esploratore Murloc di fama mondiale (chi l'avrebbe mai detto) che, insieme a voi, cercherà di recuperare la Perla delle Maree, l'ultimo pezzo da incastonare per poter completare il Bastone della Creazione. Quest'ala della Lega degli Esploratori torna all'impostazione classica delle avventure di Hearthstone: niente evento, si affrontano tre boss e, proprio nell'accingervi ad affrontare il primo, Sire Lanciaviscida, farete la conoscenza di Ser Pinnus cercando di impedire che diventi la cena del boss e dei suoi affamati Naga. Il completamento di questa nuova ala aggiunge alla nostra collezione undici carte nuove, una delle quali è l'immancabile Leggendaria dell'accompagnatore di turno e, se Ser Pinnus avrà sul metagame l'effetto che stanno avendo Reno Jackson e Brann Barbabronzea, ne vedremo delle belle. Prendete acqua, protezione anti-zanzare e una buona dose di fattore "C" per superare le modalità eroiche e addentratevi con noi nella Città Fatiscente!

Niente più miniere e templi, la Lega degli Esploratori si immerge nel verde di Rovotorto

Naga e Murloc... tanti, troppi Murloc!

Sire Lanciaviscida è il primo boss che ci sbarra la strada: lo troviamo mentre è intento a cucinare Ser Pinnus in un pentolone e questa situazione, nello scenario della partita, è rappresentata dal Calderone 0/5 con Provocazione che "contiene" Pinnus e che, una volta distrutto, salverà il piccolo Murloc portandolo, nella sua versione Leggendaria, direttamente nella vostra mano. Il potere eroe del boss gli permette di evocare a costo zero un Naga con attacco crescente ad ogni turno, quindi, prima un 1/1, poi un 2/1 e così via mentre, quando viene liberato, Lanciaviscida cambia il suo potere prendendo 2 in attacco ad ogni turno: lo scontro è facilmente superabile con qualunque tipo di mazzo.

La Città Fatiscente

Ben altra cosa è la versione eroica di Lanciaviscida che evoca ad ogni turno un Naga a costo zero: ogni volta, il nuovo servitore evocato avrà attacco e difesa più alti del precedente. Le carte più pericolose presenti nel mazzo di questo boss sono servitori Naga di vario tipo: alcuni fanno danni ad area, altri sono dei 5/7 con provocazione a soli 5 mana. Noi abbiamo superato lo scontro, seppur dopo molteplici tentativi, con un mazzo sacerdote che usa la magia Dissoluzione di Massa e servitori che silenziano. Il secondo boss che ci troviamo di fronte è l'immenso murloc Pinnagrossa con il suo mazzo Murloc. Non è di molte parole e il suo potere eroe dal nome impronunciabile MRGL!, esattamente coma la magia Favore Divino del paladino, gli mette in mano lo stesso numero di carte del suo avversario: giocare un mazzo aggressivo con creature a basso costo renderà completamente inutile questo suo potere. In versione eroica, il potere di Pinnagrossa gli fa pescare due carte a costo zero consentendogli di mettere in campo, ad ogni turno, tantissimi murloc anche grazie alla magia Mrlg Mrlg Gnè Gnè (sì, si chiama così!) che riporta cinque murloc, morti durante la partita, direttamente in campo: con un mazzo Freeze, che blocca molte creature e fa danno ad area, non dovrete avere problemi a superare lo scontro eroico. L'ultimo ostacolo per avere la Perla è la Dama Naz'Jar, una potentissima Naga dal potere eroe davvero divertente: alla fine di ogni suo turno trasforma tutti i servitori presenti in campo in altri che costano un mana in più. Anche questo in versione normale è uno scontro molto facile che, però, nella variante eroica aumenta la difficoltà in quanto sembra trasformarsi nella "fiera del fattore C", visto che solo i nostri servitori si modificano in alternative di pari costo mentre quelli della Dama Naz'Jar mutano in altri di costo più alto: non ci sentiamo di consigliarvi una strategia particolare se non quella di giocare un mazzo aggressivo in modalità normale e un mazzo con molte rimozioni per la versione eroica.

Aumentiamo la collezione

Alla fine dell'ala di turno ci troviamo a fare i conti con le nuove carte inserite nella collezione e lo facciamo partendo dalle due prime neutrali che prendiamo sconfiggendo Lanciaviscida. Una è il Rospo Gigante, una bestia 3/2 a costo 2 che quando muore infligge 1 danno ad un nemico casuale: si tratta di una versione peggiore del Mangiafuoco Dranei che ha un punto in più in difesa e uno in meno in attacco, di difficile utilizzo in costruito, in qualunque formato anche se è una bestia.

La Città Fatiscente

Molto meglio è il robot Gorillabot A-3, un 3/4 a costo 4 con l'abilità di rinvenire un Robot se già ne controlliamo uno: questa carta potrebbe trovare spazio nel celebre mazzo a robot del Mago mentre in Arena non è un grande scelta. Pinnagrossa ci fornisce il Murlocchino che costa zero, è 1/1 e probabilmente verrà utilizzato in eventuali mazzi a murloc ma nulla di più: va vista, forse, come un indebolimento per il fortissimo Cavaliere Murloc del paladino, visto che ora può essere tra i Murloc evocati; quindi, salutate il Fuoco Fatuo (l'altro servitore 1/1 a costo zero) perché il Murlocchino è molto più...dolce. La seconda carta del boss è per il paladino e già si presenta bene nel nome e nel disegno: si tratta dell'Alba dei Murloc Viventi, una magia da ben 10 mana che riporterà in campo sette Murloc morti durante la partita... ma chi ci vuole arrivare al turno 10 con un mazzo Murloc!? Potremmo quasi definirla una carta senza senso e invece proprio di recente il campione europeo e semifinalista ai mondiali di Hearthstone, Thisjs, l'ha utilizzata per costruire un mazzo che fa 30 danni in un solo turno utilizzando vari tipi di Murloc tra i quali due con carica, Occhiobuio e Branchiazzurra: questo ha aperto tutta una serie di nuovi mazzi mid-range del paladino che, oltre a gestire la partita come un normale mazzo di questo tipo, sono armati di questa pericolosissima "finisher". Sono due anche le carte provenienti dallo scontro con la Dama Naz'Jar: il Serpente della Fossa è una bestia 2/1 a costo 1 per il ladro che ha lo stesso effetto del Cobra Imperatore ma una mortalità elevatissima e quindi difficilmente la vedremo giocata in costruito o in Arena. Migliore, invece, è la Strega di Mare Naga, un servitore neutrale 5/5 che costa e fa costare tutte le altre carte del mazzo 5 mana, una sorta di Aviana a metà partita che potrebbe trovare utilizzo in un mazzo druido con servitori costosi mentre in arena la sua efficacia varia a seconda delle situazioni.

Ser Pinnus, altra leggendaria di successo

La Città Fatiscente

Dalle sfide di classe riservate a Cacciatore, Sciamano e Sacerdote escono rispettivamente la Trappola di Dardi, l'Alta Marea e la Tumulazione. La prima è un segreto che infligge 5 danni a un nemico casuale quando l'avversario usa il potere eroe: sembra perfetta per il mazzo Face Hunter visto che i danni possono arrivare anche al giocatore; per ora ci sentiamo di promuovere la carta anche in Arena. L'Alta Marea è una nuova magia di valore assoluto, costa 7 mana e fornisce +2+2 a tutti i vostri servitori, il suo costo è diminuito di 1 per ogni murloc presente a tavola: questa potrebbe essere la volta buona per il mazzo Sciamano Murloc. La Tumulazione è una magia del sacerdote che per 6 mana mette un servitore avversario nel vostro mazzo ed è una versione migliorata del Riciclo del druido: una magia costosa e valida eventualmente solo per un mazzo control di Anduin ma in Arena è un'altra rimozione, quindi, una buona scelta. D'obbligo un rullo di tamburi di classe per la leggendaria Ser Pinnus Mrrgglton, un Murloc 1/3 a costo 1 che ha l'abilità di Rinvenire un potere eroe a caso: questa leggendaria aggiunge grandi varianti alle partite. L'abbiamo testata sullo sciamano in un mazzo Murloc e il risultato è stato sorprendente, la pecca è proprio di essere una carta leggendaria e quindi unica, limitando così la possibilità di uscire nei primi turni ma decisamente molto giocabile in qualunque formato. La prossima settimana la Lega degli Esploratori giunge alla fine dell'avventura (scusate il gioco di parole) e noi non vediamo l'ora di sapere come andrà a finire insieme ad Eloise, la nostra ultima accompagnatrice. Restate sintonizzati, perché arriverà anche il nostro voto!

Commento

Versione testata PC Windows, iPad
Digital Delivery Sito Ufficiale
Multiplayer.it

Lettori (6)

7.0

Il tuo voto

PRO

  • I Murloc invadono il metagame
  • Gli scontri con i boss eroici daranno del filo da torcere
CONTRO
  • Solita longevità limitata