Oscure fantasie  139

Fantasia e realtà si fonderanno insieme nel nuovo Final Fantasy di Square Enix, stilisticamente diverso dall'immaginario classico di un JRPG

ANTEPRIMA di Massimo Reina   —   19/05/2016
Scarica il Video

Più tempo passa e più sale negli appassionati la febbre da Final Fantasy XV. Sarà che dopo anni di attesa e rinvii, di speranze disilluse e di conseguenti delusioni, la voglia di mettere le mani su questo gioco non è mai scemata, sta di fatto che a ogni piccola notizia o nuovo filmato, l'hype dei fan aumenta a dismisura. È successo anche ieri, quando Square Enix ha rilasciato un video, Final Fantasy XV: World of Wonder Environment Footage , dove vengono mostrati alcuni degli scenari del gioco, e IGN America uno nel quale mostra frammenti di giocabilità che, dal titolo, dovevano essere legati a una fase avanzata dell'avventura e quindi a mostri, magie, combo, armi e tecniche di gruppo più potenti. Il filmato, intitolato Final Fantasy XV: High Level Combat and Magic, in realtà non offre nulla di quanto promette, nel senso che di realmente nuovo o eclatante rispetto a quanto abbiamo visto di recente o avuto modo di provare nelle demo passate non c'è niente.

Due video inediti ci riportano nel mondo di Final Fantasy XV: scopriamo insieme cosa c'è di nuovo

L’arte della magia

In sostanza il filmato mostra solo una serie di spezzoni di combattimenti dove vediamo i protagonisti alle prese con diversi tipi di avversari, che spaziano da un gigantesco serpente a una sorta di giraffa con le corna d'alce e a rinoceronti bicornuti, fino a una serie di grossi guerrieri simili a dei samurai, e così via. Un pretesto, come detto, per mostrare alcune delle caratteristiche del sistema di combattimento che in questi mesi lo staff di Hajime Tabata ha modificato parecchio rispetto a quello concepito in origine, soprattutto per quel che riguarda le azioni aeree, gli attacchi combinati con gli altri membri del party e i movimenti della telecamera, che però abbiamo già avuto modo di conoscere in precedenti anteprime.

Mancano piuttosto elementi in versione "alto livello" quali le evocazioni, le armi, gli accessori, le combo e le statistiche che ci aspettavamo di vedere. Eppure, con un po' d'attenzione, si possono scorgere lo stesso alcune conferme e un paio di spunti interessanti sui quali riflettere. A cominciare dall'utilizzo della magia, che saranno quelle classiche della serie ma contestualizzate nel concept di ultima generazione cui appartiene Final Fantasy XV, nel video eseguite anche dagli altri membri del party, e dagli effetti realistici di queste arti su personaggi e ambienti circostanti. Da quella del fuoco, che probabilmente in una forma primordiale e in assenza di combustibile a supporto in alcune sequenze si comporta come una normale esplosione, potente ma concentrata principalmente vicino al punto dove impatta, alla Blizzard, che vediamo mostrata in quella che sembra una sua versione più potente, vale a dire Blizzara o Blizzaga. Il suo effetto è ovviamente diverso: meno forza distruttiva, ma una diffusione d'area e una durevolezza maggiore rispetto alla prima. A un certo punto del video, infatti, Noctis lancia questa magia in mezzo ad alcuni nemici, provocandogli dei danni attraverso la conseguente espansione del ghiaccio dal terreno verso i loro corpi. Ma a colpirci è la sequenza successiva, dove l'attacco avviene contro un Behemoth, e in relazione alla distanza che separa Noctis da esso, alla potenza dell'incantesimo, al punto di impatto e alla stazza del nemico, ne viene congelata solo una parte. Al di là dell'effetto scenico, questo particolare sembra poter aprire a nuovi scenari in termini di gameplay. Le conseguenze dell'attacco magico si applicherà infatti solo alla superficie congelata, rendendo per esempio vulnerabile la creatura da quel lato e causandogli magari delle difficoltà motorie? Nell'azione rimane coinvolta involontariamente anche una parte del corpo di uno degli alleati di Noctis che si trovava sulla traiettoria di "tiro": estendendosi oltre la bestia, infatti, l'effetto congelante è arrivato in piccola parte a colpire chi era nelle sue vicinanze. È la conferma che il gioco sfrutterà la cosiddetta AoE, vale a dire Area of Effect, quella caratteristica tecnica che fa si che nei videogiochi dove viene applicata, gli incantesimi o le conseguenze di certe abilità abbiano effetto su un'intera area anziché su un singolo bersaglio, influenzando di conseguenza tutto ciò che si trova al suo interno. Questo significa che a seconda della situazione si potranno causare effetti benefici per i propri compagni o effetti negativi su tutti i mob entro quel determinato spazio dove la magia avrà "potere". Altro aspetto interessante del video di IGN sono poi le belle animazioni che accompagnano le gesta di tutti i personaggi sullo schermo, apparse tra l'altro fluide e senza particolari transizioni, contestualmente a quanto si può vedere ovviamente in un filmato seppur di gioco.

Scarica il Video

Un mondo vivo e in evoluzione

Insomma, pur trovandosi all'interno di un mondo fantastico e con armi di fantasia, il videogiocatore troverà un certo realismo di fondo in ogni aspetto della sua esperienza, dalla reazione ai colpi e alle magie delle creature, degli esseri umani e del terreno durante una battaglia, agli effetti del clima variabile sulla conformazione di uno scenario, fino all'interazione con l'ambiente circostante e con chi lo popola in relazione all'ora del giorno e della notte. Quello di Final Fantasy XV sarà un vasto mondo da esplorare liberamente, sia a piedi che a bordo di vetture, anche se non come in un vero open world, con una destinazione principale che rimarrà sempre indicata e porzioni di storia o elementi facoltativi che si apriranno ogni volta che si raggiungeranno i vari punti focali del viaggio.

Di certo il mondo di gioco sarà parecchio variegato in termini di level design. In tal senso Square Enix ha voluto evidenziare questo aspetto del suo prodotto rilasciando in questi giorni un video dove vengono mostrate diverse aree rappresentative di una parte del mondo di Final Fantasy XV. L'occasione perfetta per mostrare anche l'impatto estetico che su di esse avranno il ciclo giorno-notte e quello legato ai cambiamenti climatici, che saranno calcolati in tempo reale e che regoleranno la vita degli abitanti e delle creature delle zone visitate (con tutto il seguito probabilmente di missioni secondarie e minigiochi disponibili solo in certe ore della giornata), coi mostri che si comporteranno come gli animali del mondo reale, nel senso che il loro ciclo vitale sarà legato perfettamente alle ambientazioni in cui vivono. Ad ogni modo, tornando al direct feed del trailer World of Wonder che trovate in calce a questo paragrafo, possiamo ammirare la bellezza degli scenari che comporranno il mondo di Final Fantasy XV: uno scorcio di città abbracciato lentamente dai primi raggi di un sole nascente lascia il posto man mano che il filmato va avanti a foreste lussureggianti che si alternano a vallate verdi attraversate da rigogliosi fiumi, a zone montagnose e aride con aree pianeggianti ad altre marine riscaldate da un sole cocente, e così via, fino a zone più chiuse o ai momenti in cui il clima cambia e diventa più freddo, con piogge battenti e nevischio, e il finale con Noctis e i suoi amici che si trovano sull'auto in autostrada. Uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie, vista la splendida musica che accompagna le immagini. Per il resto non c'è alto da segnalare, e a noi non rimane da fare altro che ribadire quanto abbiamo scritto in passato, e cioè che il gioco resta tutto da scoprire e verificare, nel bene o nel male, e che questo sarà indubbiamente un Final Fantasy diverso dal solito, ma non è detto che per questo sarà necessariamente brutto.

Scarica il Video

CERTEZZE

  • Il sistema di interazione delle magie con l'ambiente è molto interessante
  • Il video di gameplay serve solo a dare un'idea di alcune situazioni e creature
  • Ambientazioni stilisticamente varie e affascinanti

DUBBI

  • Quanto c'è ancora di JRPG in questa nuova visione di Final Fantasy?
  • La semplificazione di alcuni comandi all'interno del gameplay dovrà essere verificata a fondo
  • I cambiamenti a molte delle meccaniche classiche della saga verranno apprezzati dai fan di vecchia data?