Autunno. Tempo da calcio.  22

Dopo 19 anni e un cambio di nome, Football Manager è ancora la testa di serie numero uno dei gestionali calcistici. Lo abbiamo provato per voi!

PROVATO di Mattia Armani —   11/09/2009

E' difficile introdurre novità in un titolo gestionale una volta che la struttura è collaudata e il database è pressochè completo. Per di più è chiaro che i ragazzi di Sports Interactive non si sognerebbero mai di rompere l'incantesimo di Football Manager 2009, che è stato accolto a gran voce come il miglior capitolo della serie. Infatti FM2010 ci viene presentato come un'evoluzione mirata più a correggere e rifinire le incertezze del capitolo precedente piuttosto che a innovare. Eppure, considerando che gran parte del gioco è vincolato alla navigazione dei menu, possiamo considerare il restyling dell'interfaccia qualcosa in più di una semplice limatura.

Navigazione

Inizialmente l'interfaccia di FM2010 può sembrare più complicata sia rispetto alle versioni precedenti sia rispetto a quella di Championship

Autunno. Tempo da calcio.
La nuova interfaccia

Manager, ma quasi tutto è stato messo a distanza di un paio di click a partire dalla finestra principale. Il tasto destinato all'avanzamento degli eventi è in alto a destra. In alto a sinistra c'è la funzione forward e rewind e poco più a destra compare il menu che porta alla gestione della squadra e alle notizie che arrivano dal mondo. Poco sotto c'è il menu relativo al proprio alter ego allenatore, con una serie di schede informative e la finestra dei trasferimenti. E sempre nella pagina principale appaiono notizie generali, messaggi ricevuti e riassunto dello stato dei propri giocatori. Un vero muro di informazioni che in pochi minuti di pratica si trasforma in un'interfaccia estremamente rapida e razionale. Per guidarci attraverso le novità abbiamo a disposizione diversi tutorial che si attivano automaticamente e sono supportati da indicazioni su schermo dei passi da compiere.

30 Ottobre

Football Manager arriverà nei negozi il 30 Ottobre ed è già disponibile per il preorder direttamente da Steam al prezzo di 49.99€. Una notizia che ha stupito parecchi utenti poichè pare che la versione US, sempre per quanto riguarda Steam, costi appena 39.99 dollari e sembra che in altri mercati siano stati registrati prezzi differenti. Disponibile anche per PSP non arriverà invece sulle altre consoles.

In campo

Tra i miglioramenti più rilevanti spicca il comportamento della difesa, vero tallone di Achille per qualsiasi gioco di calcio. La copertura difensiva relativa ai cross appare più credibile e realistica, ma talvolta si verificano raddoppi inopportuni che portano una parte della difesa a ignorare completamente un'attaccante avversario. La nota positiva è data dal fatto che spesso il giocatore che si è "distratto" torna prontamente in posizione. La difficoltà generale sembra essere invariata, piuttosto elevata ma in grado di tenere alta la sfida una volta comprese le meccaniche di gioco.

Autunno. Tempo da calcio.
La temibile Albacete Balompiè

Nonostante l'incremento generale di qualità, l'engine di FM2010 resta spigoloso ma anche più ricco di elementi rispetto a quello mostrato da Championship Manager e la qualità delle textures e delle luci è decisamente superiore. In più le panchine e il pubblico dinamico rafforzano l'illusione di trovarsi in un vero stadio in cui le gradinate si popolano a seconda dei biglietti venduti. Purtroppo i giocatori pattinano in maniera visibile e lo scatto dei calciatori risulta ancora piuttosto forzate e irreale. Comunque, anche se è difficile formulare un giudizio definitivo su un codice incompleto, i miglioramenti sono evidenti e comprendono una serie di nuove telecamere tra cui finalmente la visuale a bordo campo. A giochi fatti i giocatori dovrebbero poter contare su un centinaio di animazioni in più rispetto a Football Manager 2009 e lo stadio dovrebbe essere ancora più rifinito.

Dettagli

I cambiamenti all'interfaccia hanno influenzato anche l'editor, anch'esso

Autunno. Tempo da calcio.
L'interfaccia completa è disponibile anche durante le partite

più chiaro e rapido da utilizzare. La razionalizzazione dell'interfaccia rende più rapido e meno macchinoso anche l'accesso agli eventi di contorno, rappresentati dalle consuete interviste da parte dei giornalisti, dai botta e risposta, migliorati, con altri club e da imprevisti di ogni sorta. Finalmente è stato introdotto uno strumento di analisi delle partite che si affianca alle statistiche già consultabili durante e dopo i match. Inoltre sono presenti, anche se disattivate, scorciatoie custom da programmare per poter raggiungere ancor più rapidamente una determinata finestra. Infine ci aspetta una sorpresa, un'aggiunta speciale all'interfaccia grafica che sarà svelata solo al rilascio del codice finale del gioco. Quello che resta immutato è la cura del dettaglio per un titolo che nel proprio database include anche le specifiche politiche di mercato dei club o il comportamento "particolare" di alcuni allenatori.

CERTEZZE

  • Interfaccia rapida e funzionale
  • Immersività ai massimi livelli
  • Intelligenza artificiale migliorata

DUBBI

  • Movimenti innaturali dei giocatori