Un annuncio di AMD scatena la polemica con Nvidia 20

AMD ha presentato la prima GPU da gioco a 7 nanometri, un prodotto senza fronzoli che ha scatenato la reazione poco galante da parte del CEO NVIDIA.

RUBRICA di Mattia Armani —   12/01/2019

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Dopo esserci occupati dei primi eclatanti annunci del Consumer Electronic Show 2019, a cominciare da quelli dedicati alle nuove CPU e alle nuove schede video, torniamo a parlare di una manifestazione piena zeppa di spunti e annunci. Tra questi ultimi c'è anche il primo monitor 2560x1440 a 240Hz, dedicato a chi gioca a titoli concitati con sensibilità particolarmente alte. A portarlo in quel di Las Vegas è stata Lenovo che con il Legion Y27gq mette in campo un pannello AU Optronics da 27 pollici che si affida alla tecnologia TN, sacrificando così contrasto e fedeltà del colore in cambio di un tempo di risposta dichiarato di ben 0.5 millisecondi. Un vero fulmine che raggiunge comunque il 90% di copertura dello spazio di colore DCI-P3, include il supporto G-Sync di nuova generazione, non ci fa mancare l'HDR e vanta ben 400 nits di luminosità. Niente male, a patto di accettare i compromessi intrinseci di un pannello Twisted Nematic che costerà ben 1000 dollari quando arriverà sul mercato, nel mese di aprile. Ben più dei 599 dollari che saranno necessari per acquistare il primo monitor da gioco GIGABYTE,, l'Aorus AD27QD, sempre 1440p ma limitato a 144Hz di refresh e sprovvisto di G-Sync. In questo caso, però, parliamo di un pannello IPS che arriva al 95% dello spazio di colore DCI-P3, si fregia del ben riconoscibile design del brand Aorus, nel suo OSD onnicomprensivo include una tecnologia che compensa l'effetto visivo del recoil delle armi negli FPS e nel pacchetto ci mette anche l'illuminazione RGB. Interessante anche visto il prezzo, che risulta in linea con altri modelli simili, ma meno dotati dal punto di vista delle tecnologie accessorie. Perfetto, tra l'altro, per sfruttare una scheda video come la Radeon Vega VII, la nuova ammiraglia AMD che si è fatta notare grazie a 16GB di HBM2, un terabyte di banda passante e un cambiamento radicale nel sistema di ventilazione della versione reference. Tutto questo dovrebbe garantire performance simili a quelle di una RTX 2080, senza Ray tracing accelerato o core dedicati al deep learning ma con 100 dollari di prezzo in meno. Ed è un traguardo niente male per l'architettura Vega, vincolata a problemi di ottimizzazione evidenti che sono stati superati grazie ai transistor a 7 nanometri.

Aorus Ad27Qd

Il risultato, però, non ha colpito Jensen Huang, CEO di NVIDIA, che ha attaccato alla gola AMD descrivendo la scheda come deludente viste le caratteristiche avanzate come il processo produttivo e la memoria. E questo senza contare che le prestazioni della nuova Radeon, secondo Huang, sono destinate a essere disintegrate da quelle delle GeForce RTX, una volta attivate tecnologie come l'upscaling DLSS. La tecnologia NVIDIA garantisce infatti un incremento notevole nelle performance ed è un qualcosa che non possiamo negare, specificando però che la qualità dell'immagine non è perfetta e il supporto, come per l'RTX, è a dir poco minimo. Inoltre, come anticipato, la Radeon Vega VII è legata a un'architettura problematica ed è venuta al mondo come versione da gioco della Radeon Instinct MI60, per mitigare il peso di una lacuna che AMD non potrà colmare fino all'arrivo delle schede video Navi. Considerando tutto questo troviamo esagerate le dichiarazioni di scherno di Huang che ha definito la presentazione della scheda improvvisata, pur riconoscendo l'attuale e innegabile vantaggio delle GeForce. Ma questa verità non vuol dire che i 100 dollari in meno, le prestazioni senza dubbio elevatissime con i giochi Vulkan e un quantitativo di ram probabilmente destinato a farsi sentire alle alte risoluzioni, non possano allettare chi non è ancora interessato a tecnologie come RTX e DLSS, senza alcun dubbio intriganti ma ancora in via di maturazione e destinate a diffondersi gradualmente. Per questi, però, NVIDIA potrebbe avere già pronta una contromossa che spiegherebbe l'aggressiva sicurezza del CEO Jensen Huang. La protagonista di tanti rumor, la famigerata GeForce GTX 1180, potrebbe esistere davvero, almeno secondo lasciano intuire alcuni benchmark comparsi nel database di GFXBench. Ed è probabile che si tratti di una versione priva di core dedicati al Ray tracing della 2080, capace di una potenza bruta pressoché identica ma caratterizzata da un prezzo prevedibilmente inferiore. Una scheda del genere, con un prezzo aggressivo, potrebbe neutralizzare l'opzione AMD, risultando comunque più appetibile della GTX 1080 Ti, di poco inferiore all'alternativa RTX, grazie ai Tensor core. Ed è facile immaginare l'arrivo di una RTX 1160 che, venduta a meno di 300 euro, potrebbe oscurare completamente la Radeon RX 590, tagliando fuori dai giochi l'architettura Polaris che fin'ora ha tenuto a galla il comparto grafico AMD. Ma, lo sappiamo bene, le attuali Radeon sono frutto di un reparto che è stato completamente rivoluzionato in vista di Navi, un'architettura che secondo le indiscrezioni porterà schede molto potenti a prezzi accessibili. E visto quello che AMD ha dimostrato di saper fare nel campo dei processori, siamo confidenti in un rilancio in grande stile che costringa NVIDIA ad abbassare sia i toni che i prezzi.

Radeon Vega Vii

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Intel ha infine confermato l'arrivo di nuove opzioni di fascia bassa, tra le quali troviamo anche alcuni Core i3 privi di grafica integrata, ma i problemi produttivi potrebbero comportare comunque prezzi elevati per una fgascia, probabilmente destinata a restare in mano a processori come il Ryzen 5 1400 fino all'arrivo delle nuove CPU Ryzen e di Ice Lake.

Non si sa ancora nulla, invece, delle nuove opzioni economiche NVIDIA, forse destinate a fare capolino assieme alle versioni sprovviste di tecnologia RTX delle nuove schede video GeForce Turing. Nel frattempo la Radeon RX 570 da 4GB resta un'opzione difficile da battere per rapporto tra qualità e prezzo, davvero eccellente per alcuni modelli come quello SAPPHIRE, questa volta nella versione mini.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 115.00
AMD Ryzen 5 1400 3.2-3.4GHz
SCHEDA MADRE € 75.00
ASRock AB350M Pro4
SCHEDA VIDEO € 150.00
SAPPHIRE PULSE ITX Radeon RX 570 4GB
RAM € 65.00
G.Skill Aegis 1x8GB DDR4 3000MHz CL16
ALIMENTATORE € 50.00
EVGA BT 450W 80+ Bronze
HARD DISK € 55.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 35.00
Thermaltake Versa H15 Mini Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 00.00
-
TOTALE: € 545.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Intel potrebbe presto tornare a dire qualcosa anche nella fascia media, con il Core i5-9400 che promette prestazioni in gioco decisamente elevate. Potrebbe però risultare costoso e non è detto che AMD riesca a mantenere gli stessi prezzi degli attuali Ryzen con la nuova serie a 7 nanometri. Restiamo quindi fiduciosi nell'attuale fascia media AMD, questa volta puntando sul Ryzen 2600 equipaggiato con un dissipatore aftermarket.

Difficile considerare la GeForce RTX 2060 un'opzione di fascia media, se non altro nella versione Founders che costa qualcosa come 375 euro. Non ci resta quindi che aspettare le custom più economiche, sperando che ci sorprendano. Nel frattempo la Radeon RX 580 resta l'opzione preferibile, ottima per giocare in 1080p, valida in 1440p e decisament eperformante con i titoli Vulkan.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 210.00
AMD Ryzen 5 2600 3.4-3.9GHz / Arctic Freezer 33 eSports One
SCHEDA MADRE € 90.00
ASRock B450 Pro4
SCHEDA VIDEO € 245.00
SAPPHIRE NITRO+ Radeon RX 580 Special Edition 8GB
RAM € 175.00
G.Skill Sniper X 2x8GB DDR4 3200MHz CL16
ALIMENTATORE € 70.00
Corsair CX550M 80+ Bronze
HARD DISK € 75.00
Samsung 860 Evo 500GB SATA III
CASE € 80.00
NZXT H500B Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 00.00
-
TOTALE: € 945.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Questa settimana cerchiamo framerate elevati in 1440p e questo ci da l'occasione di scegliere il Core i7-9700K che rinuncia all'Hyperthreading per tagliare i costi rispetto al Core i9-9900K. Il prezzo, sia chiaro, risulta comunque elevato, ma è decisamente più vicino a quello consigliato rispetto al processore di punta della serie.

La GeForce RTX 2080 è una scheda in grado di garantire il 1440p ad alto framerate per diverso tempo e di mettere piede nel campo del 4K, promettendo di dominarlo nei titoli con supporto per la tecnologia DLSS. Questo ne fa una scelta interessante per chi non vuole spendere le cifre mostruose della RTX 2080 Ti, anche se il prezzo resta decisamente elevato.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 585.00
Intel Core i7-9700K 3.6-4.9GHz / NZXT Kraken X62
SCHEDA MADRE € 195.00
ASUS TUF Z390M-PRO GAMING (Wi-Fi)
SCHEDA VIDEO € 780.00
GeForce RTX 2080 GAMING OC
RAM € 250.00
G.Skill Trident Z RGB 2x8GB DDR4 3600MHz CL17
ALIMENTATORE € 125.00
FSP Group HYDRO PTM 750W 80+ Platinum
HARD DISK € 250.00
Samsung 970 EVO 1TB M.2
CASE € 185.00
NZXT H700i Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 00.00
-
TOTALE: € 2370.00