Assembla che ti Passa #206 14

Tra gaming in 1440p e nuovi mostruosi processori AMD da 64 core

RUBRICA di Mattia Armani —   27/07/2019

Indice

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

La novità della settimana è l'arrivo, celebrato con l'immancabile recensione, della GeForce RTX 2080 Super, un'evoluzione della viceammiraglia RTX che punta a migliorare il rapporto tra prezzo e offerta della GeForce RTX 2080. E ci riesce, anche se di un margine inferiore a quello che avremmo sperato, probabilmente frenata dalla necessità di lasciare margine alla costosa RTX 2080 Ti. In ogni caso garantisce 1440p ad alto framerate e qualche incursione più frequenze nel 4K, soffrendo però l'impostazione di una Founders Edition che sprizza eleganza da ogni poro ed è piuttosto silenziosa, ma soffre dal punto di vista delle temperature nonostante la doppia ventola. Per questo siamo contenti del fatto che le versioni custom siano già scese in campo, con prezzi purtroppo più elevati e prestazioni non particolarmente superiori a quelle delle già spinte Founders Edition, ma con temperature senza dubbio più ragionevoli, nell'ordine dei 10 gradi in meno nonostante consumi che con le frequenze base risultano pressoché identici e in overclock risultano superiori. Ci aspettiamo lo stesso, in misura maggiore, dalle Radeon RX 5700 e 5700XT custom, deboli proprio dal punto di vista delle temperature a causa di un raffreddamento blower probabilmente sottodimensionato. Ma in questo caso non vedremo nulla fino a metà agosto. Possiamo però farci un'idea dei margini di overclock del chip Navi 10XL grazie a una modifica che permette di aumentare il margine di consumo massimo delle nuove Radeon reference, garantendo la possibilità di arrivare ad almeno 2,2GHz. Abbastanza per avvicinare le prestazioni di una GeForce RTX 2080 FE, anche se in questo caso parliamo di 250W pieni di consumo e della sostituzione dell'impianto blower con un sistema di raffreddamento a liquido. Ma con un sistema di raffreddamento ad aria decente, visto l'aumento comunque sostenibile dei consumi, possiamo aspettarci Radeon RX 5700 e 5700 XT in grado di garantire un rapporto tra prezzo e prestazioni superiore a quello delle versioni reference, già ottimo per quanto riguarda la nuova fascia media che risulta però piuttosto costosa.

Geforce Rtx 2080 Super 4

E nel caso delle due Radeon appena uscite manca di nuove tecnologie, anche se l'architettura Navi ci da un'assaggio di un futuro fatto di GPU AMD caratterizzate da consumi finalmente più contenuti, oltre darci un punto di riferimento per la potenza che possiamo aspettarci dalle nuove console. Sappiamo infatti che saranno equipaggiate con CPU Ryzen di terza generazione, a 7 nanometri, affiancate a GPU Navi, a quanto pare in una versione depotenziata di quella montata sulle nuove Radeon RX 5700 e RX 5700 XT. A confermarlo, almeno all'apparenza, è la comparsa di un nuovo SoC nel database di UserBenchmark, ora arricchito dai dati di un sample chiamato AMD Flute, basato su architettura Zen 2 ed equipaggiato con 8 core e 16 thread spinti, che parte dalla frequenze di 1.6GHz di base e 3.2GHz in boost. Sono frequenze che tornano pensando a Xbox Scarlett, una macchina che non può sforare troppo nei consumi, probabilmente equipaggiata con il chip NAVI 10 Lite comparso nel database dei driver Linux. Il problema è che una GPU del genere, visto il nome presumibilmente meno potente di una scheda equipaggiata con un chip NAVI 10XL, potrebbe finire fin troppo vicina, in termini di potenza, alla GPU di Xbox One X. Ma potrebbe trovare comunque il suo spazio in un SoC custom che ci aspettiamo sia diverso da quelli già noti, forse equipaggiato con diversi chip, la cui implementazione dovrebbe risultare più facile che in passato grazie alla densità di transistor permessa dai 7 nanometri, tra cui uno destinato a garantire l'accelerazione hardware del Ray tracing nonostante questa non faccia parte del bagaglio nativo dell'architettura Navi. Non ci aspettiamo invece particolari sorprese dalla serie Threadripper 3000, una famiglia di CPU HEDT pensata per garantire sistemi desktop dalle prestazioni decisamente elevate. Inizialmente sembrava che AMD avesse deciso di mettere fine al brand, cambiando strada, ma la comparsa di rumor piuttosto credibili su una CPU da 64 core e 128 thread ha rimesso in discussione tutto, fino alla comparsa dei benchmark di un processore da 16 core e 32 thread legato alla famiglia Castle Peak. La dotazione è quella del Ryzen 5 3950X, ma la piattaforma X499 dovrebbe garantire un maggior numero di linee PCIe 4.0 con tutti i vantaggi che comporta nello spostamento di grossi quantitativi di dati, anche via LAN grazie alla connessione 10GbE, e nella gestione di configurazioni professionali a quattro GPU. Il tutto al servizio di nuovi modelli analoghi ai precedenti ma più spinti grazie all'architettura Zen 2 e al servizio di un processore 64 core e 128 thread, un mostro che dovrebbe garantire un volume di fuoco incredibile per una macchina da scrivania.

Radeon Rx 5700 1

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Il Ryzen 5 3400G garantisce un sistema pienamente funzionante con un ingombro minimo e una spesa contenuta, ma non può garantire le prestazioni in gioco di un sistema equipaggiato con Ryzen 5 2600, ormai disponibile a poco più di 145 euro, affiancato a una GPU discreta.

E la GPU discreta in questione è senza dubbio alcuno la Radeon RX 570 da 4GB, forse non perfettamente a prova di futuro ma capace di prestazioni eccellenti per un prezzo fino a qualche tempo fa impensabile per una soluzione che garantisce ottime prestazioni in 1080p.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 2600 3.4-3.9GHz 145,00 euro
SCHEDA MADRE Asrock B450M Pro4 80,00 euro
SCHEDA VIDEO MSI Radeon RX 570 ARMOR 4GB 135,00 euro
RAM Ballistix Sport LT DDR4 3000MHz CL16 45,00 euro
ALIMENTATORE EVGA BT 450W 80+ Bronze 50,00 euro
HARD DISK Seagate Barracuda 1TB 40,00 euro
CASE Thermaltake Versa H18 Mini Tower 45,00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 540.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

I nuovi processori di fascia media AMD hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per garantire competitività in ogni campo, compreso il gaming. Ma il Core i5-9600K, per chi preferisce Intel e non ha bisogno della potenza extra del multithreading, continua a rappresentare un'opzione meritevole, decisamente più bilanciata nel prezzo rispetto alle CPU Intel di fascia superiore.

Per compensare l'esborso della scheda Z390, economica In attesa delle Radeon RX 5700 e 5700 XT custom ci buttiamo sulla più conveniente delle Radeon RX 590, caratterizzata da un look non certo eccezionale ma funzionale ed economica. Parliamo del modello XFX che garantisce ottime prestazioni, spesso anche in 1440p, per meno di 210 euro.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-9600K 3.7-4.6GHz 250,00 euro
SCHEDA MADRE GIGABYTE Z390 M Gaming 140,00 euro
SCHEDA VIDEO XFX RX-590P8DFD6 scheda video Radeon RX 590 8 GB GDDR5 210,00 euro
RAM Corsair Vengeance RGB PRO 2x8GB 3200MHz CL16 125,00 euro
ALIMENTATORE Corsair CX550 80+ Bronze 65,00 euro
HARD DISK Samsung 860 Evo 500GB SATA III 75,00 euro
CASE Corsair Carbide 275R Mid Tower 90.00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 955.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Sebbene il Corei i9-9900K mantenga un vantaggio tangibile in alcuni giochi, in altri si ritrova tallonato e in alcuni casi persino superato dal Ryzen 9 3900X, capace di prestazioni complessive superiori rispetto a quelle di qualsivoglia altra CPU per consumer desktop. Il problema è che la CPU AMD risulta al momento quasi impossibile da trovare, lasciandoci nelle mani del Core i9-9900K che risulta comunque preferibile, in parte grazie all'ottimizzazione e in parte grazie alle frequenze, per il gaming in 1080p.

Il lavoro più importante nel gaming, comunque, tocca sempre alla GPU, con le prestazioni di quest'ultima che sono il metro di misura assoluto quando si cerca il massimo possibile, a prescindere dalla risoluzione. Non cambiamo quindi ricetta puntando alla GeForce RTX 2080 Ti, ancora la più veloce in circolazione nonostante l'entrata in campo delle RTX Super. E nello specifico scegliamo la ASUS ROG STRIX RTX 2080 Ti OC Edition, forte di prestazioni decisamente elevate.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i7-9900K / Noctua NH-D15 610,00 euro
SCHEDA MADRE ASUS ROG STRIX Z390-I GAMING 210,00 euro
SCHEDA VIDEO ASUS ROG Strix GeForce RTX 2080 Ti OC Edition 11GB 1280,00 euro
RAM G.Skill F4 2x8GB DDR4 3600MHz CL15 215,00 euro
ALIMENTATORE Corsair RM850i 80+ Gold 150,00 euro
HARD DISK ADATA XPG SX8200 Pro 960GB M.2 175,00 euro
CASE MasterCase SL600M Mid Tower 180,00 euro
DISK DRIVE - -
TOTALE: € 2820.00