Assembla che ti Passa #207 20

Intel prepara le nuove CPU mentre AMD lavora a nuove GPU a 7 nanometri

RUBRICA di Mattia Armani —   03/08/2019

Indice

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Come previsto l'arrivo dei processori Ryzen 3000 ha dato un'ulteriore spinta alle vendite delle CPU AMD Zen e questo significa che in alcuni mercati le percentuali di vendita hanno superato la fatidica quota del 50%. E per quanto riguarda il Giappone parliamo addirittura di picchi del 68%, presumibilmente legati anche alle vendite delle CPU Ryzen 2000 che, scese di prezzo, offrono potenza in quantità a prezzi decisamente bassi. Abbastanza da consentire, assieme alle RX 570, di creare configurazioni budget che fino a non molto tempo fa sarebbero state considerate di fascia media. Non stupisce, quindi, l'interesse del pubblico, ovviamente da leggere tenendo conto dell'effetto novità. Svanito questo sarà interessante vedere le effettive percentuali di vendita di AMD e Intel, tenendo conto che quest'ultima mantiene comunque il dominio nel campo OEM. E come sappiamo si prepara a rispondere a tono all'offensiva AMD con la famiglia Ice Lake, anche se non vedremo CPU desktop a 10 nanometri per diversi mesi. Ne vedremo invece parecchie destinate al settore portatile, inclusa una serie di 11 processori appena annunciata da Intel; i modelli in questione sono tutti contraddistinti da consumi contenuti, da un minimo di 9 a un massimo di 28W, ma promettono prestazioni grafiche superiori a qualsivoglia altra soluzione integrata nel campo dei portatili ultrasottili, differenziandosi nettamente anche per dotazione. Ci sono infatti modelli da 2 core e 4 thread con 4MB di cache e clock base da 1.1GHz, così come c'è un modello, quello da 28W di consumi, che equipaggia 8MB di cache, parte da 2.3GHz di frequenza, arriva a 4.1GHz di clock sul singolo core e promette prestazioni in linea con una CPU desktop di fascia bassa. Il tutto condito da una GPU con 64 Execution Unit, che diventano 48 o 32 per i modelli inferiori, e dal supporto per Wi-Fi 6 e 4 porte Thunderbolt 3. Non c'è invece traccia di menzioni del supporto PCIe 4.0, a quanto pare garantito solo per le CPU Ice Lake da server in arrivo nel 2020, ma ci aspettiamo un annuncio a sorpresa anche per quelle desktop, un campo in cui Intel non può sbagliare.

Ice Lake Laptop

E non può sgarrare nemmeno con le GPU, fondamentali non solo per il deep learning e per i data center, ma anche affondare ulteriormente i denti nel mercato gaming, spina dorsale di buona parte delle vendite hardware. Ma dovrà vedersela con NVIDIA, reduce dal lancio delle RTX Super, e con AMD che con le sue RX 5700 e 5700 XT ha puntato sul rapporto tra prezzo, consumi e potenza, rischiandosela dal punto di vista delle temperature. In funzione di ciò aspettiamo con ansia le versioni custom, a quanto pare destinate ad arrivare ad agosto e a costare esattamente come le reference. E tra queste troviamo le ASRock, con la Radeon RX 5700 XT Challenger che è pensata per lavorare a 1650MHz di base, contro i 1605 della reference, raggiungendo i 1795MHz nella modalità gaming, contro i 1755MHz della versione base. Non cambia invece il boost, da 1905MHz, ma sappiamo che si tratta di una frequenza raramente raggiunta dalle nuove GPU AMD. Lo stesso vale per la RX 5700 Challenger che guadagna 50MHz sulla frequenza base e su quella gaming, con 1515 e 1675MHz, mantenendo lo stesso picco di 1725MHz della reference; ma parliamo di schede che non sono pensate per spingere al massimo la GPU. Ci aspettiamo comunque temperature inferiori alle reference, capaci di garantire margini di overclock sensibilmente superiori. Il tutto, in questo caso, condito dal design ASRock che ci regala un backplate caratterizzato da un design da una parte urla ASRock da tutti i pori e dall'altra fedele al tipico design Radeon, con la circuiteria in corrispondenza della CPU in bella vista. Questo al servizio di schede che, lo abbiamo detto, puntano sul rapporto tra prezzo e potenza con l'obiettivo di ostacolare le GeForce RTX di fascia medio-alta, decisamente costose. Non riescono però a impensierire i modelli NVIDIA di fascia alta e questo ci porta alla possibilità dell'arrivo di Radeon RX Navi di fascia alta; una possibilità che possiamo finalmente dare per certa grazie sia a Lisa Su, CEO di AMD, che ha parlato di svariati prodotti a 7 nanometri in arrivo, sia grazie alla richiesta di registrazione di SAPPHIRE presso l'Eurasian Economic Commission. Tra l'altro i documenti non parlano solo di RX 5800 o RX 5900, ma anche di altri modelli già comparsi nei rumor in passato, a partire dalla Radeon RX 5500 per arrivare alla Radeon RX 5950 XT, presumibilmente destinata a fare da testa di serie scontrandosi con la GeForce RTX 2080 Ti. Ma è anche possibile che, visto l'enorme numero di modelli emersi dai documenti, alcune sigle siano placeholder, magari usate per indicare differenze che non hanno nulla a che fare con la potenza.

Asrock Radeon Rx 5700 Xt Challenger

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Infine disponibile a meno di 100 euro, seppure di un soffio, Core i3-9100F garantisce un'opzione di fascia bassa a chi non può proprio fare a meno di un processore Intel che in questo caso garantisce prestazioni discrete senza bisogno di ritoccare alcuna frequenza, per una spesa che risulta più commisurato con 15 euro in meno rispetto al prezzo della prima metà di giugno.

Pur avendo cambiato CPU, non possiamo permetterci di cambiare GPU, pur puntando su un modello differente per mantenere il prezzo al minimo. D'altronde la Radeon RX 570 da 4GB mantiene il miglior rapporto tra prezzo e qualità per una GPU capace di garantire ottime prestazioni in 1080p, nonostante un lieve rincaro rispetto ai prezzi record di qualche settimana fa.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i3-9100F 3.6-4.2GHz 100,00 euro
SCHEDA MADRE Asrock B360M-HDV 70,00 euro
SCHEDA VIDEO SAPPHIRE Radeon RX 570 PULSE ITX 4GB 140,00 euro
RAM Ballistix Sport LT 2x8 DDR4 3000MHz CL16 80,00 euro
ALIMENTATORE EVGA BT 450W 80+ Bronze 50,00 euro
HARD DISK Seagate Barracuda 1TB 40,00 euro
CASE Thermaltake Versa H18 Mini Tower 45,00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 525.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Questa settimana rimettiamo la fascia media nelle mani dei nuovi processori AMD, con il Ryzen 5 3600 che garantisce ottime prestazioni, buoni margini di overclock, prestazioni in gioco ottime e, grazie anche al multithreading, potenza a sufficienza per fare streaming e per godere di un multitasking piuttosto reattivo.

Ma pur puntando alla convenienza, nel caso della GPU non vogliamo rinunciare alle tecnologie RTX che dovrebbero finalmente godere di maggior ottimizzazione e rifinitura con titoli come Control, ormai imminente, e Cyberpunk 2077, atteso come pochi altri titoli nella storia del videogioco. Puntiamo quindi su una GeForce RTX 2060, nella versione più conveniente che ci offre la grande distribuzione.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 3600 3.6-4.2GHz 230,00 euro
SCHEDA MADRE ASRock X570 Phantom Gaming 4 175,00 euro
SCHEDA VIDEO GIGABYTE GeForce RTX 2060 WindForce OC 6GB 370,00 euro
RAM Crucial Ballistix Elite 2x8GB 3600MHz CL16 160,00 euro
ALIMENTATORE Corsair CX550 80+ Bronze 65,00 euro
HARD DISK Samsung 860 Evo 500GB SATA III 75,00 euro
CASE Riotoro CR500 Mid Tower 70.00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 1075.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Questa settimana puntiamo sul 3700X, un processore da 8 core e 12 thread che oltre che soccombe di fronte alla potenza bruta impareggiabile del Ryzen 9 3900X, purtroppo al momento esaurito. In ogni caso parliamo di un processore che se la cava decisamente meglio dei predecessori in ambito gaming, incrementando un rapporto tra prezzo e prestazioni probabilmente destinato a migliorare con l'ottimizzazione di BIOS, driver, giochi e applicazioni.

Scendendo di un gradino in termini di CPU, cogliamo l'occasione per dare spazio alla GeForce RTX 2080 Super Founders Edition. Inferiore alla RTX 2080 Ti, la nuova RTX costa anche sensibilmente meno, con gli stessi 749 euro di prezzo delle versioni custom della RTX 2080 liscia. E rispetto a quest'ultima guadagna tra il 4% e il 10% nei giochi, con gli incrementi più netti che generalmente riguardano i titoli di ultima generazione, meglio ottimizzati per l'architettura Turing.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 7 3700X / Noctua NH-D15 450,00 euro
SCHEDA MADRE MSI MPG X570 GAMING PRO CARBON WIFI 290,00 euro
SCHEDA VIDEO NVIDIA GeForce RTX 2080 Super 8GB 750,00 euro
RAM G.Skill F4 2x8GB DDR4 3600MHz CL15 210,00 euro
ALIMENTATORE Corsair RM850i 80+ Gold 150,00 euro
HARD DISK ADATA XPG SX8200 Pro 960GB M.2 160,00 euro
CASE Corsair Carbide Air 740 Mid Tower 145,00 euro
DISK DRIVE - -
TOTALE: € 2135.00

#Assembla che ti Passa

Assembla che ti Passa