Death Stranding, i commenti dei lettori 238

L'atteso gioco di Hideo Kojima sembra aver diviso una parte della critica e del pubblico tra chi considera Death Stranding un titolo rivoluzionario e quindi un capolavoro, e chi invece lo considera un noioso simulatore di fattorini

RUBRICA di Massimo Reina   —   11/11/2019

Indice

Inutile girarci troppo attorno: per molti giocatori il gameplay resta l'elemento cardine di qualsiasi videogame, e se questi per qualche motivo risulta loro noiosetto o tendenzialmente ripetitivo, allora va a inficiarne negativamente la percezione complessiva di un'opera. Per questo, nonostante l'ultima produzione targata Hideo Kojima, Death Stranding, stia raccogliendo in generale dei giudizi positivi, c'è qualcuno che proprio non riesce a digerirne il successo parlando di "gioco sopravvalutato" e di valutazioni condizionate da una sorta di venerazione verso il game designer giapponese. Ma è davvero così? Vediamo insieme di capirlo attraverso il dibattito che si è generato sul nostro forum tra i nostri lettori.

Capolavoro sto paio di xxxxx!

Death Stranding ha diviso ovviamente anche i lettori di Multiplayer.it e come vedremo tra poco, i commenti sotto alla nostra recensione, dove abbiamo attribuito un bel 9,2 al gioco, hanno scatenato spesso delle vere e proprie faide. L'utente Anti-Agmar non ha dubbi e "parla" già di "Ennesimo capolavoro Kojimiano", così come Saeba1986 scrive che "questo é un videogioco visto in maniera diversa a mio modo di vedere...ti racconta una storia senza doverti per forza sbattere ad uccidere quel tizio 100 volte(qualcuno parla di soulike?).io rimango dell idea che ciò che hanno detto i recensori sia vero, vuoi giocabilità a 1000? Non fa x te...hai voglia di bordello? Non fa per te...vuoi una storia estrema e mai provata? Prendilo...".

Death Stranding non sembra convincere però un altro nostro lettore, Cloudstrife81 , che preoccupato dal metascore generale, scrive che gli sembra un buon gioco, ma anche che " le recensioni parlano chiaro... Fallisce proprio nel Gameplay, oddio fallisce... Non eccelle ecco. Addirittura noioso leggo spesso. Non ci siamo da lui mi aspettavo almeno un 90 di metà. MGSV rispetto a questo é un gioco di un altro calibro, quello di uno Zelda o rdr2 per capirci". Più duro l'intervento di callsaul: "capolavoro sto paio di palle, basti vedere le recensioni e i difetti rilevanti constatati!". E ancora: "Purtroppo il "genio" nipponico è talmente egocentrico che non gli importa di creare un prodotto eccellente lato gameplay, bensì il suo scopo è quello di stupire, anche in negativo purchè si parli di lui... E devo dire che Kojima ha centrato il suo obbiettivo e lo farà sempre finchè esisteranno schiere di adepti etero pronti a succhiarglielo sempre e comunque!".

Hideo Kojima Jade Raymond

Ma le critiche non si fermano qui, infatti ecco arrivare a spron battuto l'utente lightwalker secondo il quale "Se il gameplay di DS non è male allora finora siamo stati circondati da capolavori senza che ce ne rendessimo conto. Ma porco Giuda un gioco che ha come unico scopo l'attraversare km e km di distese VUOTE come accidenti lo chiami tu? I combattimenti sono ridotti all'osso e sono pure brutti, nessun boss, una sola creatura per quanto riguarda il mondo delle ombre contro cui combattere decine e decine di volte durante la campagna...Ma stiamo scherzando? Tra l'altro viene osannata anche la grafica quando praticamente ci troviamo di fronte a mondi costituiti da rocce fotorealistiche disseminate ovunque e ben poco altro. Qui l'hype ha davvero toccato il fondo, c'è poco da fare. E attenzione a promuovere simili boiate che poi potrebbero far venire anche ad altre SH la voglia di imitarle".

Più video che gioco?

Da questo punto di vista JHY93 sintetizza in poche parole il punto di vista di chi sta in mezzo tra gli adulatori di Kojima e gli haters: "Resta comunque un bel videogioco apparentemente, ma molto più video che gioco". Anche NewLetizia è sulla stessa lunghezza d'onda, e in maniera chiara espone quelle che sono le sue perplessità e le sue opinioni sul gioco: "Purtroppo come ogni cosa tanto gonfiata poi spesso va ridimensionata, nessuno discute l' autorialità di Kojima e gli spesso splendidi messaggi o prese in giro che lui sa mettere nei suoi videogiochi e il plot narrativo messo dentro Death Stranding mi interessava molto, ma non voglio dover avanzare nella trama consegnando pacchi, non dovendo pagare 80e, magari nel tempo o in forte sconto o regalato con il plus lo proverò. Magari sbaglio io, ma per divertirmi ho ancora bisogno di un gameplay che mi diverte e stimola".

Sembra pensarla allo stesso modo l'utente Damien30, che nella sua critica parla ironicamente di "Film straordinario", ma poi prosegue aggiungendo "ma un gioco di merda. Però sai, parlano di arte quando gli fa comodo loro. Il significato, tutte le derive, la potenza espressiva, gli attacchi politici, l'esistenzialisma... C'è di tutto. Peccato che il gameplay sia una noia mostruosa (e lo scrive chi gli ha messo 100). Però è arte e ok"."Mi sembra il solito gioco pompato dai media", è il parere di FK In The Coffee, che poi aggiunge: "Ho letto le varie recensioni, ed un gioco con questi difetti, vicino alla perfezione non potrebbe mai avvicinarsi. Per quanto riguarda il Gameplay sembra che non ci sia nulla di veramente rivoluzionario, anzi a detta di molti è anche MOLTO ripetitivo, cosa che tendo ad odiare nei giochi. Passo per la versione PS4, aspetto la versione PC in futuro, ma non al D1".

Critiche al gioco, o meglio, ai giudizi eccessivamente entusiastici a esso, arrivano anche da darioadook, per il quale è inconcepibile come possa essere stato criticato Red Dead Redemption 2, definito da alcuni un mattone "ma con una storia e dei personaggi meravigliosi, un mondo vivo dove ogni 5 minuti succedeva qualcosa, mentre qui, in un walking simulator di 60 ore, con un gameplay ripetitivo, combattimenti insignificanti, ia stupida, mondo totalmente vuoto e ripetizione dello stesso concetto dall'inizio alla fine, passa per essere il gioco dell'anno?". Diametralmente opposta l'opinione di Raidoo che infatti asserisce che "Kojima non ha perso il suo tocco e non lo perderà mai, capolavoro imprescindibile e D1 obbligatorio".

Supercazzola simulator

Per R3LOAD "A me sembra supercazzola simulator sto gioco", mentre per MarGiac la colpa dei giudizi sia eccessivamente positivi che negativi da parte del pubblico su Death Stranding sarebbero di... Hideo Kojima stesso. Motivo? "Il problema è che Kojima è sempre stato sopravvalutato come autore e con lui tutti i suoi giochi. È bravo, ma tutta questa aura mistica che lo circonda deve finire, perché poi si ostina a fare giochi che ci mette 10 anni a far uscire e che risultano discutibili, tanto ci saranno sempre i fan che lo esalteranno perché di Hideo apprezzano anche le scoregge che a loro dire profumano di vaniglia". La pensa allo stesso modo Alestormer, che infatti scrive "se sto gioco l'avesse sviluppato pinco pallino l'avreste massacrato. Relegandolo con due righe di recensione".

C'è poi l'annosa questione del voto e della presunta corruttibilità dei redattori di Multipayer.it e in generale della stampa italiana. Un argomento che StalloneDaCulo riporta in auge: "si sapeva che i siti più importanti della stampa internazionale avrebbero ricevuto mazzette a destra e manca, nessuna novità. Recensioni completamente contraddittorie con il voto". "Solo a me sembra una cagata pazzesca?", chiede MauroM1982, subito confortato dall'intervento di ceher64211: "no tranquillo anche al recensore. Lo ha scritto chiaramente tra le righe ma non può dare il voto in libertà." "Metà della stampa mondiale più blasonata lo ha bocciato o ne ha decretato la mera sufficienza o poco più. Come al solito quella italiana lo premia tutta in modo univoco gridando al capolavoro... mah", si lamenta Lino91.

Non che StevenPiscopo sia da meno, infatti scrive: "non me ne volete ma o qui i recensori per non perdere l utenza danno sti voti alti per farli contenti o il sistema di voto va rivisto perche solo per il "fin troppo semplice per alcuni noioso e senza mordente" merita un 7, ma ovviamente é kojima quindi si chiudono non uno ma due occhi! è vero che la sceneggiatura é molto evocativa e la regia pure...ma rimane pur sempre un videogames non un film, a sto punto fatelo a film e me lo vado a vedere e li sicuramente avrebbe meritato 9,5 ma anche 10, ma da gioco non è un voto ne giusto ne coerente, ovvio e palese che il voto sia alto solo per far felice quella grossa fetta di fan di kojima, ma non é giusto verso chi come me e immune a questi 'paraocchi'". Ma per alcuni i problemi sono altri. Another.world si preoccupa infatti di classifiche: "Secondo voi in Giappone, schiacciato fra Luigi e i Pokémon raggiungerà la prima posizione?". E su questo amletico dubbio ci salutiamo.