Diario del Capitano  0

DIARIO di La Redazione  —   29/12/2002

Diario del Capitano

In occasione dell’organizzazione degli ormai incombenti M.it Awards 2002 per l’elezione dei migliori titoli dell’anno che sta ormai per volgere al termine, recentemente in redazione abbiamo discusso dell’opportunità di premiare i giochi indipendentemente dalla piattaforma di appartenenza. In poche parole qualcuno si è chiesto se non fosse il caso di mettere sullo stesso piano, ad esempio, Halo e Medal of Honor.
La cosa mi ha stuzzicato parecchio ma, almeno per quest’anno, ho pensato che non ne fosse ancora il caso. Questo, tra le varie cose, soprattutto perché al giorno d’oggi i videogiochi sono ancora troppo legati all’hardware su cui girano. Se infatti un Fifa 2003 per PC sarebbe direttamente comparabile (povero lui) con l’ultimo Winning Eleven ben difficilmente sarebbe possibile essere obiettivi nel dover giudicare il migliore tra F355 ed un titolo Papyrus qualunque.
Del resto ci sono già problemi quando bisogna confrontare i porting di uno stesso titolo per console diverse. Immaginiamoci i vespai che nascerebbero nel voler confrontare videogiochi, apparentemente appartenenti allo stesso genere, ma di così diversa concezione proprio in virtù della piattaforma (alias pubblico) per cui sono stati pensati.
Se però una certa Bethesda ha avuto il coraggio di pubblicare Morrowind anche per XBox vuol dire che, molto probabilmente, qualcosa sta cambiando. Ovviamente in meglio.
Buona Domenica.

Paolo Matrascia, responsabile editoriale area PC.