Mass Effect Legendary Edition, anteprima: la stessa anima, con tante novità

BioWare ha svelato tante novità per Mass Effect Legendary Edition: la trilogia è pronta a tornare con un prodotto che sembra più di una semplice remaster

ANTEPRIMA di Nicola Armondi   —   09/04/2021
82

14 maggio. Questo giorno è segnato sul calendario di molti appassionati: si tratta infatti della data di uscita di Mass Effect Legendary Edition, la versione definitiva dell'amata trilogia ideata da BioWare. Le tre avventure sci-fi sono pronte a tornare su PC, PS4, Xbox One, PS5 e Xbox Series X|S. In attesa dell'uscita, il Community Manager ci ha illustrato molteplici novità che saranno incluse all'interno di questa nuova versione. Ecco quanto abbiamo potuto scoprire.

Mass Effect: le novità per il primo capitolo

Mass Effect: novità del primo capitolo
Mass Effect: novità del primo capitolo

La trilogia, come detto, include tutti e tre i capitoli della serie. Pur essendoci, come vedremo, una serie di cambiamenti applicati a ogni titolo, il primo Mass Effect è certamente quello che è invecchiato maggiormente e ha quindi necessitato di modifiche più specifiche. Vediamo i dettagli.

Sistema di combattimento

L'obbiettivo di BioWare per la Mass Effect Legendary Edition è di migliorare l'esperienza, ma al tempo stesso non cambiare ciò che i fan hanno più amato di ogni titolo. Nel caso del primo gioco, ad esempio, la struttura ludica era molto più legata a meccaniche da gioco di ruolo classico, con tutta la casualità dei lanci di dado e il sistema di statistiche in stile "carta e penna". La conseguenza è che il combattimento con armi da fuoco sembra ora molto meno preciso e affidabile rispetto ai successivi capitoli.

Nel primo Mass Effect, quindi, BioWare ha modificato la precisione delle armi, così da permettere ai giocatori di vivere un'esperienza più regolare, ma al tempo stesso ha mantenuto il sistema di surriscaldamento delle armi (il raffreddamento è comunque più rapido, tranquilli). Inoltre, è stata migliorata la mira, con una visuale più stretta. Anche la mira assistita è stata potenziata, così da rendere i combattimenti più precisi. Anche le abilità sono state ribilanciate.

Le novità per il primo Mass Effect includono inoltre la possibilità di scattare al di fuori del combattimento, attacchi corpo a corpo non più automatici, molti più nemici subiscono gli effetti dei colpi alla testa, tutte le classi possono usare ogni tipo di arma senza penalità (le specializzazioni sono comunque limitate) e l'inventario è stato migliorato. In altre parole, si tratta di cambiamenti pensati per rifinire il sistema di gioco originale, senza contaminarne eccessivamente la struttura.

Mako

Il primo Mass Effect potrà però contare su un'altra grande modifica: il Mako. Il veicolo è stato ricalibrato per funzionare in modo corretto: la guida sarà più regolare e non darà più quella strana sensazione di leggerezza. Inoltre, la ricarica degli scudi è stata resa più rapida. Non mancherà anche un nuovo un nuovo effetto turbo per andare più veloci. Ci sono poi correzioni minori alla telecamera, è stata eliminata la penalità ai punti esperienza e toccare la lava non porterà a un immediato Game Over, ma semplicemente infliggerà danni nel tempo.

Mass Effect 3: le novità del terzo capitolo

Mass Effect 3 cambia Galassia in Guerra
Mass Effect 3 cambia Galassia in Guerra

All'interno del terzo capitolo della saga, nei panni del Comandante Shepard abbiamo il compito di sconfiggere i Reaper e salvare la galassia. Per farlo dobbiamo però sfruttare anche la funzione Galassia in Guerra. All'interno di Mass Effect Legendary Edition questa non sarà più condizionata dalla modalità multigiocatore né dalla companion app del gioco originale. Questo non significa però che sarà più semplice. Viene infatti spiegato che giocando l'intera trilogia prima di approcciarsi alla Galassia in Guerra permetterà di avere più vantaggi. Giocare solo al terzo capitolo renderà necessario completare ogni singolo obbiettivo se non si vuole ottenere il finale negativo.

BioWare ha quindi deciso di rendere l'intera esperienza più coesa, rendendo le partite dei primi due capitoli ludicamente fondamentali per il terzo gioco. Al tempo stesso sono stati risolti vari bug e introdotti alcuni miglioramenti che permetteranno di completare più semplicemente certi momenti chiave di Mass Effect 2 che avranno poi un impatto su Mass Effect 3.

Mass Effect Legendary Edition: i cambiamenti per tutti i giochi

Mass Effect Legendary Edition: nuove opzioni di personalizzazione
Mass Effect Legendary Edition: nuove opzioni di personalizzazione

Oltre ai cambiamenti suddetti dedicati a specifici capitoli, vi sono ovviamente una serie di novità dedicate all'intera trilogia. Parliamo di correzioni a vari livelli, dai più piccoli dettagli fino a cambiamenti macroscopici, come un'arena di un boss (quella di Noveria, per i veterani) che è stata ricreata per essere familiare ma meno angusta e quindi più soddisfacente da giocare.

A migliorare è anche il sistema di copertura: certe aree avranno più punti sicuri e l'ingresso e l'uscita dalla copertura è più preciso. Anche la gestione dei Punti Esperienza è stata rivista: nel primo gioco sarà possibile raggiungere il livello massimo già nella prima partita. Aspettatevi anche dei cambiamenti per le munizioni di Mass Effect 2, che ora appariranno più spesso (soprattutto quelle del fucile da cecchino).

Ancora più importante è però il fatto che il/la protagonista principale della serie, Shepard, dispone ora di opzioni di personalizzazione unificati. Avviando il primo Mass Effect potremo creare il nostro/a Shepard con la miglior versione dell'editor della saga, con anche l'aggiunta di nuove opzioni. Una volta creato il personaggio sarà possibile ottenere un codice unico che potremo copiare nell'editor degli altri giochi, oppure potremo ricrearlo da capo per dargli uno stile unico. Anche a livello tecnico vi sono varie modifiche, con texture migliori e nuovi modelli per i capelli.

È importante notare anche che i tre giochi sono ora avviati tramite un unico launcher, quindi è possibile impostare una sola volta elementi come la lingua e i sottotitoli. I salvataggi, però, sono separati per ogni gioco, così da permettere una migliore gestione.

Inoltre, i trofei sono stati modificati: i progressi di alcuni saranno trasportati da un gioco all'altro (ad esempio, "Uccidi 250 nemici"), mentre quelli che era ridondanti sono stati eliminati. Le armi e gli equipaggiamenti dei DLC sono stati inseriti all'interno del gioco in modo naturale e sarà possibile sbloccarli avanzando nel gioco. Infine, l'audio è stato remixato e migliorato in tutti i giochi.

Vi ricordiamo infine che abbiamo visto in azione l'attesa collection: ecco il nostro speciale.

L'intera trilogia di Mass Effect Legendary Edition è stata migliorata nel macroscopico e nel microscopico. È chiaro che questo progetto sta molto a cuore a BioWare e non si tratta della classica remaster che aggiorna il lato tecnico senza preoccuparsi di modernizzare i contenuti. Ancora non conosciamo ogni dettaglio, ad esempio tutti i miglioramenti grafici che sono stati introdotti (4K HDR e 60 FPS già confermati su next-gen e su PS4 Pro e Xbox One X), ma anche da questa prima anteprima possiamo affermare che il progetto di EA e BioWare è estremamente interessante non solo per i nuovi giocatori ma anche per i veterani della saga.

CERTEZZE

  • Le modifiche coprono ogni parte del gioco
  • Chiaramente hanno ascoltato il feedback degli utenti
DUBBI
  • Il primo Mass Effect avrà trovato un perfetto mix tra classicità e modernità?